enigma ha chiesto in Casa e giardinoGiardinaggio · 9 anni fa

BACOPA MONNIERI CONSIGLI DA ESPERTI?

ciao a tutti,circa sette mesi fa ho comprato una bacopa monnieri dall'ikea.la pianta sta benissimo,premetto che la allevo in un vaso.cambio l'acqua costantemente ogni tot.giorni. Stamane ho notato che è uscito un fiorellino bianco piccino da un rametto che fuoriesce dall'acqua. purtroppo Ho notato,utlimamente,che le foglie di sotto stanno marcendo su alcuni rametti e quindi io le stacco...è normale???e poi un'altra cosa...sulle foglie si formano microgranuli bianchi piccoli che tolgo ogni volta che pulisco l'acqua... sapete dirmi cosa sono? inoltre mi consigliate un buon concime...con le dosi giuste anche... (il vaso in cui ce l'ho è da 30cm)

1 risposta

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Ciao,

    l'ingiallimento delle foglie poste più in basso può essere dovuto alla minore illuminazione che ricevono, ma nel tuo caso -dopo sette mesi- propenderei di più per un naturale ricambio; puoi staccarle, con cura, per evitare di creare marciumi, ma per il resto non rappresentano nulla di preoccupante.

    Potrebbero stressarla i cambi frequenti di acqua: anche se questa specie è molto tollerante, come range termico (fino a 30 gradi), gli sbalzi repentini potrebbero esser dannosi, e responsabili di qualche 'ingiallimento' di troppo.

    I microgranuli... non escludo che possano essere cristalli di calcare, che la pianta espelle dopo aver assorbito un'acqua troppo calcarea (come forse è quella che usi?) -Ma in ogni caso, si tratterebbe di una strategia fisiologica che funziona; Bacopa monnieri infatti resiste bene anche ad acque calcaree, e perfino salmastre (o almeno ne sono state individuate popolazioni in estuarii, in India se non sbaglio). Se fosse quella la causa, sarebbe uno smaltimento fisiologico.

    Per i fertilizzanti prova semplicemente a vedere cosa offrono i negozi di acquari che hai più vicino; non ci sono differenze critiche, soprattutto per una specie così rustica e adattabile. Raccomando solo di scegliere prodotti a lenta cessione, e di usarne dosaggi molto più ridotti di quelli consigliati, per via dell'ambiente ristretto in cui la pianta vive, e che potrebbe facilmente saturarsi di sali, a quel punto nocivi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.