**Luna** ha chiesto in Politica e governoLegge ed etica · 9 anni fa

Perchè gli atti del presidente della repubblica devo avere controfirma?

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    L'art 90 Cost italiana recita: "Il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell'esercizio delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento o attentato alla Costituzione".

    Il PdR, dunque, nell'ordinamento costituzionale italiano si pone come un organo privo di responsabilità.

    Il PdR non detiene alcun potere dello Stato, quindi né quello legislativo né esecutivo né giudiziario. Egli semplicemente è un organo di garanzia costituzionale, ossia si limita a verificare che gli organi dello Stato agiscano nei modi e nei limiti stabiliti dalla Costituzione, e questo al fine di garantire, in ultima analisi, l'equilibrio fra i vari poteri dello Stato ( caratteristica importantissima se si tratta di Stati democratici. Infatti, la democrazia, se ci pensiamo bene, deriva e viene garantita proprio dall'equilibrio tra i vari organi dello Stato).

    Tuttavia, qualcuno dovrà pur rispondere degli atti compiuti dal PdR. Allora chi in concreto ne assume la responsabilità? La responsabilità degli atti compiuti dal Capo dello Stato viene assunta dai ministri proponenti e, più in generale, i ministri competenti per materia. Ma in che modo?

    Apponendo la controfirma sull'atto adottato dal Capo dello Stato.

    L'art 89 Cost, infatti, recita: " Nessun atto del Presidente della Repubblica è valido se non è controfirmato dai ministri proponenti che ne assumono la responsabilità".

    In ultima analisi, la controfirma ministeriale serve a trasferire la responsabilità dal Capo dello Stato in capo al ministro proponente o, eventualmente, in capo al ministro competente per materia.

    Spero di essermi spiegata bene.

  • L' origine storica della controfirma affonda le radici nel costituzionalismo britannico: data l' irresponsabilità del Re per i propri atti, il Parlamento ottenne che fossero firmati anche da un Suo ministro, che così se ne assumeva la responsabilità.

    Ancora oggi in base alla Costituzione il Presidente della Repubblica non può essere chiamato a rispondere per i propri atti, a meno che non integrino la fattispecie dell' attentato alla Costituzione o di alto tradimento.

    La controfirma degli atti presidenziali, tuttavia, assume diversi significati, a seconda che si tratti di atti solo formalmente presidenziali ma sostanzialmente governativi o sia sostanzialmente che formalmente presidenziali.

    Nel primo caso la controfirma governativa del ministro proponente implica la piena assunzione di responsabilità per l' atto e la firma presidenziale vale ad attestare la mera legittimità formale della decisione.

    Nel secondo caso, invece, la firma del Presidente ha valenza decisionale e la controfirma del ministro (in questo caso) competente la regolarità formale della decisione presidenziale.

  • Perche lo vuole la Costituzione.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.