promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo

lesione menisco esterno....?

ciao ragazzi vi chiedo un parere......

ho subito una piccola lesione del menisco esterno al ginocchio sinistro....dopo aver fatto riposo, ghiaccio per 4 volte al giono x 10 giorni e antinfiammatorio dopo pranzo per 8 giorni, 3 infiltrazioni, il mio ortopedico mi ha segnato:

10 sedute di

-diadinamica;

-elettrostimolazioni ai quadricipiti

-fisioterapia

il mio problema è questo: sono andato in un centro convenzionato e mi hanno detto che per fare questi tre trattamenti ci vogliono 150 euro.....secondo voi la diadinamica è importante o me la posso risparmiare? quali sono gli effetti della diadinamica? grazie!

ps: il dottore mi ha detto dopo le terapia prova a fare dei cambi di direzione e se nn sentirò dolore dovrei aver risolto....oggi prima di fare le terapie ne ho fatti un paio nn di più, per paura di farmi male, e nn ho sentito dolore....

Aggiornamento:

grazie per i consiglli,,,,le elettrostimolazioni me le ha date anche perchè ho la tendenza che le rotule si spostano con un quadricipite non tonico, provocandomi la corrosione della cartilagine.....quindi secondo voi posso anche evitare la diadinamica,,,,?

Aggiornamento 2:

dottore sce potrei evitare queste diadinamiche? mica in qualche modo impediscono la riabilitaziione? grazie

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    il tutto dipende dalla tonicità del quadricipite se sei un ragazzo che fa sport e sei allenato non serve a nulla quello che ti ha segnato il medico se invece per il problema meniscale,il quadricipite non è tonico ma un po sotto tono allora è giusto che tu faccia l'elettrostimolazione la diadinamica serve per togliere il dolore puoi fare benissimo la tens funziona ugualmente .saluti dr simone sce medico e massagg sportivo

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Le correnti diadinamiche sono correnti unidirezionali ed emisinusoidali a bassa frequenza, furono scoperte da Pierre Barnard nel 1929 il quale per descriverne gli effetti biologici utilizzò i termini di reazione dinamogena, reazione di inibizione e reazione di assuefazione.

    Per reazione dinamogena (generatore di forza) si intende un'azione stimolante sulla muscolatura e sulla sensibilità.

    P. Barnard propose più tipi di correnti diadinamiche caratterizzate da differenti combinazioni di frequenze ognuna delle quali con diversi effetti biologici.

    Corrente Monofase Fissa

    La corrente diadinamica monofase fissa è costituita da impulsi emisinusoidali della durata di 10 mSec, seguiti da pause della stessa durata. La frequenza è di 50 Hz.

    La corrente monofase fissa ha prevalentemente azione dinamogena. L'effetto predominante di questa corrente è l'azione eccitomotoria sulla muscolatura.

    Corrente Difase Fissa

    La corrente diadinamica difase è composta da impulsi emisinusoidali della durata di 10 mSec non seguiti da pause. La frequenza è di 100 Hz.

    L'azione principale della corrente difase fissa è l'azione di inibizione sulla sensibilità, la quale è responsabile dell'effetto antalgico realizzato da questa corrente. L'azione inibitrice viene tuttavia ostacolata dalla rapida insorgenza dell'assuefazione.

    Corrente periodo corto

    La corrente diadinamica periodo corto è costituita da una alternanza di monofase (3 secondi) e difase (3 secondi).

    La corrente periodo corto ha prevalentemente azione dinamogena. Grazie a questa azione, il periodo corto determina la contrazione dei muscoli striati, migliora lo stato di nutrizione dei tessuti e facilita il riassorbimento degli edemi postraumatici.

    Corrente periodo lungo

    La corrente diadinamica periodo lungo è costituito da un'alternanza di monofase (6 secondi) e difase (6 secondi).

    La corrente periodo lungo ha prevalentemente una azione inibitrice sulla sensibilità e sulla muscolatura; pertanto produce analgesia e rilassamento della muscolatura striata.

    Diadinamiche automatiche

    Scansione automatica delle quattro correnti diadinamiche, iniziando dalla monofase per terminare con il periodo lungo.

    La scansione automatica delle correnti diadinamiche viene utilizzata per evitare il fenomeno dell'assuefazione.

    Principali indicazioni per le correnti diadinamiche:

    Postumi dolorosi di traumi articolari

    Artropatie acute e croniche

    Algie muscolari

    Tendiniti

    Per il problema che hai, a mio parere, puoi benissimo evitare sia la diadinamica che le elettrostimolazioni al quadricipite mentre ritengo indispensabille la fisioterapia se ben praticata.

    Auguri :-)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.