promotion image of download ymail app
Promoted

Immagina di dover proporre un'attualizzazione dei comandamenti cristiani in chiave....CONTINUATE!!?

Immagina di dover proporre un'attualizzazione dei comandamenti cristiani in chiave non religiosa. Esiste nel mondo moderno un decalogo, universalmente condiviso, che guida il comportamento degli uomini e in particolare dei giovani? E, secondo te, quali sono le regole che un giovane d'oggi deve necessariamente rispettare?

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    La domanda è sbagliata in punto di logica.

    Non si può "attualizzare" un soggetto religioso in chiave non religiosa.

    Si potrebbe, tutt'al più, scrivere un decalogo del giovane contemporaneo su base laica.

    A me sembra, comunque, che i comandamenti religiosi proposti ai cattolici non hanno alcun bisogno di essere "attualizzati".

    Essi sono centrati sull'uomo e l'uomo di oggi ha lo stesso obbligo di quello dei tempi di Mosé di "rispettare il padre e la madre", ad esempio, ma anche di "non uccidere", e così via.

    Perché non prova lei a proporci il suo "decalogo laico del giovane contemporaneo", così che possiamo offrirle il nostro punto di vista?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Tralasciando i comandamenti rivolti a Dio, analizzo in chiave non religiosa gli altri.

    " Onora il padre e la madre. "

    Penso che il rispetto per i genitori sia un valore ben precedente alla morale cristiana. Perchè farlo? Perchè ti han cresciuto, perchè ti hanno vluto bene, perchè hanno più esperienza di te e possono insegnarti. Certo esistono genitori pessimi, un comandamento del genere tende a diminuire i conflitti nella stessa casa.

    " Non uccidere "

    Nell'originale era non assassinare. Ossia non fare con cattiveria un'azione premeditata per ammazzar qualcuno. Non penso abbia bisogno di spiegazioni. L'omicidio in certi casi però può essere ponderato, basta che non sia premeditato e atto a danneggiare una persona. ( es ammazzare il terrorista dubito sia peccato )

    " Non commettere atti impuri "

    Eh, quali sono questi atti impuri? E' un bel mistero. Nell'antichità la purezza è considerabile come igiene. Leggi il Vecchio Testamento, Mosè punta molto sul lavare vestiti, pulirsi quando si è impuri etc etc. Potrebbe essere salvaguardata quindi come norma igienica. La masturbazione è una necessità, l'importante è che non ecceda. Se parliamo dell'adulterio, penso che non tradire la persona con cui ci si è scambiati una promessa di fiducia sia anch'esso un valore più umano che divino. Schiettamente logico. Ricordiamo che ADULTERIO non equivale a FORNICAZIONE, la fornicazione tra non sposati quindi non è citata nel decalogo.

    " Non rubare "

    Cosa genera il rubare? Lotta, violenza e paura. Lo vediamo con la politica italiana, lo vediamo con la mafia, lo vediamo con i ladri notturni delle case. Se poi lo facciamo ad un conoscente, distruggiamo il rapporto di fiducia creatosi.

    "Non dire falsa testimonianza "

    Poco da dire anche qua. Guardate cosa causano le bugie. Penso che quelle innocenti non facciano male a nessuno, ma tutti noi sappiamo distinguere i piani. Il senso di colpa fa da allarme.

    " Non desiderare la donna d'altri "

    " Non desiderare la roba d'altri "

    Se desideri la vuoi, se non puoi averla la rubi, oppure menti per ottenerla. Questi due comandamenti ricadono sugli altri. Generano spirali di odio, e quindi di conflitto. Più che il desiderio, che non lo puoi controllare, non devi agire secondo quel desiderio ma darti un freno.

    Io penso che il decalogo vada benissimo, lo disse anche Kant, precisando che gli uomini dovrebbero arrivarci da soli e senza che Dio consegni le tavole.

    Contengono comunque alcuni valori illuministici, come il limitare i propri impulsi e la propria libertà per non danneggiare l'altro. Contengono ideali di rispetto verso il coniuge, ma allargabili alla cerchia degli amici. Per completare il tutto direi che andrebbe benissimo la massima

    " non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te "

    eccelsa, anche perchè son convinto che ciò che si semina poi lo raccogliamo. L'aiuto al prossimo penso sia l'ultimo grande valore laico citato nel vangelo ( buon samaritano, per intenderci ).

    In proverbi invece troviamo un citazione che riscrivo in chiave moderna:

    " Sii buono, ma non ******** "

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.