nico97 ha chiesto in Animali da compagniaPesci · 9 anni fa

Cose indispensabili per acquario acqua dolce?

Nel mio precedente acquario avevo semplicemente piante finte, filtro e termoriscaldatore e adesso che volevo mettere su un acquario --> http://www.zooplus.it/shop/pesci/acquario/acquari_... mi dicono che serve l'impianto CO2, fondo fertile, neon, luci... Mi potreste spiegare brevemente a cosa servono, il costo e soprattutto COSA sono xD

Aggiornamento:

Il set completo comprende:

misure acquario: L 81 x P 36 x H 45 cm

capacità: circa 110 litri

include telaio inferiore di sicurezza

coperchio Juwel Duolux 80 incluse luci: 2 x 18 Watt, altezza coperchio: 8 cm

regolatore di temperatura Juwel da 100 Watt

sistema di filtrazione Juwel Bioflow-Filter System:

filtro Bioflow Super: completo di potente pompa (rendimento: ca. 400 l/h), include tutti i mezzi filtranti necessari inseriti nel pratico cestello filtrante per garantire una depurazione facile e veloce

Che ve ne pare? a me sembra buono..

2 risposte

Classificazione
  • Pixel
    Lv 5
    9 anni fa
    Risposta preferita

    La juwel non male come marca, tieni conto comunque che il VERO acquariofilo non vuole allevare pesci a caso ma ricreare un angolo di natura in casa propria, di conseguenza allestisce le sue vasche ricreando lo stesso ambiente naturale dei pesci ospitati.

    Di conseguenza, una volta che avrai scelto quale specie di pesci allevare (meglio allevarne una sola per semplificare le cose) potrai informarti (sempre su internet che dei negozianti non ci si può fidare) su come allestire la vasca.

    Il fondo fertile serve se vuoi allevare piante vive, cosa indispensabile per quasi tutti i pesci, specialmente se compri le stesse piante che crescono nelle loro zone di origine.

    La CO2 serve a fertilizzare ulteriormente le piante ma è indispensabile solo per alcune specie, la maggior parte delle comuni piante d'acquario crescono benissimo senza impianto di CO2, si "accontentano" di quella prodotta dai pesci.

    Neon e luci sono la stessa cosa, l'impianto di illuminazione deve essere diverso a seconda del biotopo (ovvero dell'ambiente naturale che vuoi ricreare), ma in linea di massima servono 0,5/1 watt per ogni litro d'acqua (110 litri = 55/110 watt).

    La maggior parte delle specie in vendita inoltre non può vivere in normale acqua di rubinetto, ma ha bisogno di particolari valori chimici (Ph, durezza e così via) che si possono regolare e verificare con appositi kit in vendita nei negozi. Per tutti i pesci comunque l'acqua di rubinetto non trattata è dannosa, perchè a prescindere dai valori chimici contiene cloro e metalli vari che danneggiano i pesci. Per eliminare le sostanze nocive esistono appositi biocondizionatori, basta inserire il giusto numero di gocce in acqua una volta riempito l'acquario e il problema è risolto.

    Per allestire un acquario si fa così di solito:

    1) Scegli quale specie di pesci vuoi allevare

    2) Cerchi su internet le informazioni riguardanti la specie che vuoi allevare (zona di origine, necessità di arredamento, valori chimici richiesti, alimentazione, abitudini, comportamento, dimensioni massime, esigenze di movimento e di litraggio)

    3) Ti procuri un acquario adeguatamente ampio (esempio banale: i guppy, famosissimi pesci tropicali, hanno bisogno di vasche da almeno 20 litri e richiedono almeno 5 litri d'acqua disponibili per ogni esemplare)

    4) Ti procuri i materiali necessari per arredarlo (esempio banale n°2: per i guppy serviranno fondo fertile, ghiaietto a grana media o fine, qualche nascondiglio come anfore o sassi posizionati a grotta)

    5) Ti procuri le specie di piante presenti nella zona di origine dei tuoi pesci (questa regola non vale per e specie di pesci che vivono in zone prive di piante ovviamente, nè per quelli che le piante se le mangiano).

    6) Dopo aver allestito la vasca e piantato le piante la riempi, tratti l'acqua col biocondizionatore ed eventualmente regoli i valori chimici, attivi il termoriscaldatore per le specie che lo richiedono (ovvero quasi tutte), azioni il filtro e fai funzionare l'acquario allestito per almeno un mese ma senza pesci, in modo che nel filtrosi possano formare colonie di batteri indispensabili per tenere pulita l'acqua (decompongono gli escrementi dei pesci).

    7) Compri i pesci e li liberi in vasca dopo un processo di acclimatazione (che consiste nel lasciar galleggiare il sacchetto dei pesci in vasca e riempirlo un po' alla volta con l'acqua dell'acquario in modo che i pesci si abituino ai nuovi valori chimici).

  • 9 anni fa

    Per un acquario degno di questo nome sono indispensabili:

    Impianto di illuminazione proporzionato

    Sistema di filtraggio meccanico e biologico

    Substrato fertile

    Fertilizzante liquido completo

    Piante vere (essenziali per contenere i nitriti)

    Impianto di anidride carbonica in caso di elevato numero di piante o volontà tua personale di tenerle al massimo livello qualitativo

    Termoriscaldatore

    Timer per il fotoperiodo

    Acqua di osmosi

    Test vari per la misurazione dei valori

    Eventuali prodotti per la correzione dei valori dell'acqua

    Un po d'acqua del rubinetto

    E se vuoi anche i pesci

    Ti occorrerà una bella preparazione ed un periodo di maturazione di circa un mese prima di mettere i pesci, ma non starai mai con le mani in mano aspettando di mettere i pesci, il primo mese con le cure per le piante e la preparazione dei valori idrici è bellissimo!

    Fonte/i: Caporeparto
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.