Sweetdeath ha chiesto in Arte e culturaPoesia · 8 anni fa

Dei sepolcri di Ugo Foscolo...Figure retoriche?

Salve a tutti e buona domenica,

dovrei ricercare tutte le figure retoriche presenti nel Carme "Dei Sepolcri" di Foscolo dal verso 1 a 90... ne ho trovata qualcuna, ma penso che ce ne siano altre che non riesco a riconoscere...qualcuno potrebbe farmi un elenco completo di tutte le figure retoriche presenti....

Non mi serve ne la parafrasi ne l'analisi, xkè le ho gia fatte...solo un elenco delle figure retoriche presenti... tipo verso 1 (la parola): metafora

Grazie in anticipo, un bacio

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Migliore risposta

    Ecco tutto quello che ho trovato....

    Sotto l'ombra dei cipressi e dentro le tombe, confortate (aggettivo pieno di affetto) dal pianto dei vivi, forse la morte è meno crudele? (Inizia con una domanda retorica , con negazione, secondo la sua concezione materialistica e illuministica; cioè le tombe non servono a niente.) Quando ormai il sole non illuminerà più il mondo e quando ormai il futuro (le ore che danzano sono un concetto elegante, classico) non ci sarà più per me, ne io ascolterò più la tua triste poesia o amico (Ippolito Pindemonte, al quale è dedicato il Carme e che scrisse un poemetto sui cimiteri), nè ormai mi ispirerà la poesia pura (perchè per Foscolo la poesia doveva essere libera dalle servitù dei potenti) che è stata d'aiuto alla mia vita tormentata,

    WW 14-22: per me, morto, che sollievo sarà una tomba, una lapide che distingua le mie ossa dalle tante sparse dovunque? (concezione materialistica, negativa). Purtroppo è vero! O Pindemonte! Anche la speranza, che è l'ultima a morire, fugge la tomba e tutto muore; la dimenticanza trascina tutto nel suo buio e una forza continua tormenta tutto ed il tempo cambia l'uomo, i cadaveri e tutto ciò che rimane della terra e del cielo. (concezione materialistica).

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.