Alberto ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 9 anni fa

ciao a tutti dovrei rispondere ad alcune domande e spiegare alcuni termini x poi spiegarli all'interrogazione?

quindi mi interessa il concetto anche se è scritto male ....ma il concetto deve essere chiaro..concetti: acido nucleico -nucleotide-dna-rn-enzima-base azotata-legame idrogeno-legame covalente- fago- profago-trascrizione -traduzione-plasmide-vettore-operone-repressore-differenziamento-rigenerazione-nucleosma-splicing-clone-cellula staminale -gene-cencerogeno-oncosoppressore-tumore-retrovirus-feno/genotipo-oncogeno-telomero-cellula staminale-quali sostanze erano candidate tra gli anni trenta e quaranta del novecento a essere portatrici dell'informazione genetica?

Aggiornamento:

x amaranta .. sono solo concetti da spiegare non sono argomenti!!

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    - ACIDO NUCLEICO: formato dalle ripetizioni di unità chiamate nucleotidi.

    - NUCLEOTIDE: è costituito da tre parti che sono: gruppo fosforico, zucchero pentoso e base azotata (purina o pirimidina);

    - BASE AZOTATA: in biochimica si intende una delle cinque basi che compongono i nucleotidi del DNA e dell'RNA. Le basi azotate sono: G=guanina; A=adenina;T=timina, che non è presente nell'RNA, al cui posto c'è l'uracile; C =citosina; U= uracile, che non è presente nel DNA e prende il posto della timina nell'RNA. Si dividono in due gruppi: purine (A e G) e pirimidine (C, T e U).

    - DNA: è una sigla che sta ad indicare acido desossiribonucleico.

    - ENZIMA: sono catalizzatori dei sistemi biologici. Catalizzatori, ossia sostanze che intervengono in una reazione chimica aumentandone la velocità. Gran parte degli enzimi sono proteine.

    - LEGAME A IDROGENO: è un tipo di legame chimico; si tratta di un legame dipolo permanente - dipolo permanente in cui è implicato un atomo di idrogeno coinvolto in un legame covalente con elementi molto elettronegativi (vedi il caso dell'ossigeno con l'acqua). Si creano delle cariche parziali tra gli atomi di idrogeno (che assumono parziale carica positiva) e di ossigeno (che assumono parziale carica negativa - noi sappiamo che cariche opposte si attraggono e così fanno anche questi atomi di molecole vicine).

    - LEGAME COVALENTE: è un'altro tipo di legame tra molecole in cui gli atomi condividono una coppia di elettroni. Il caso più semplice si ha con la molecola di idrogeno, H2, dove due atomi di idrogeno condividono il loro unico elettrone e formano un orbitale molecolare.

    - FAGO: è un virus che parassita un batterio di cui può provocare la distruzione per rottura (lisi). Esistono due tipi di cicli che un fago può fare: il ciclo litico (tipico dei batteriofaci T- dove il fago utilizza l'apparato di replicazione della cellula ospite perché non ne dispone di uno; produce nuove particelle finché la cellula non si disgrega per rottura); il ciclo lisogenico (tipico dei lambda λ - in cui il genoma fagico si integra in un punto specifico del cromosoma battericogni qual volta il cromosoma batterico si replica, il genoma di λ integrato replica anch'esso).

    - PROFAGO: è il genoma di un batteriofago lisogeno integrato nel cromosoma di un batterio ospite.

    - TRASCRIZIONE: è il processo mediante il quale le informazioni contenute nel DNA vengono trascritte enzimaticamente in una molecola complementare di RNA. Si tratta del trasferimento dell'informazione genetica dal DNA all'RNA.

    - TRADUZIONE: è il processo mediante il quale avviene la formazione delle proteine (la sintesi). L'informazione genetica contenuta nel mRNA, viene convertita in proteine che svolgono nella cellula un'ampia gamma di funzioni.

    - PLASMIDI: sono piccoli filamenti circolari di DNA superavvolto a doppia elica, presenti nel citoplasma e distinguibili dal cromosoma batterico per le loro dimensioni ridotte.

    - VETTORE: in biotecnologia ci si riferisce al termine vettore per indicare un segmento di DNA, solitamente di dimensioni ridotte, che può trasportare sequenze genetiche di interesse biologico-molecolare.

    - OPERONE: è un insieme di geni che vengono regolati in modo coordinato. Ad esempio nei procarioti l'organizzazione dei geni in operoni è un elemento fondamentale nella regolazione genica.

    - STAMINALE: le cellule staminali sono cellule primitive non specializzate dotate della singolare capacità di trasformarsi in diversi altri tipi di cellule del corpo.

    - GENE: è l'unità ereditaria fondamentale di tutti gli organismi viventi. Sono sequenze di acidi nucleici composta da regioni trascritte e regioni regolatorie.

    - CANCEROGENO: è un agente in grado di causare il cancro o favorirne la sua propagazione.

    - TUMORE: è una massa abnormale di tessuto che cresce in eccesso e in modo scoordinato rispetto ai tessuti normali...e rimane in questo stato anche dopo che sono cessati gli agenti che l'hanno causata.

    - ONCOSOPPRESSORE: è un gene che codifica per prodotti che agiscono negativamente sulla progressione del ciclo cellulare proteggendo in tal modo la cellula dall'accumulo di mutazioni potenzialmente cancerose.

    RISPOSTA ALLA DOMANDA:

    Nel 1928, Frederick Griffith è stato in grado di trasformare batteri innocui in patogeni virulenti. L'esperimento di Frederick Griffith del 1928 fu uno dei primi esperimenti a suggerire che i batteri sono in grado trasferire informazioni genetiche attraverso un processo noto come trasformazione. L'esperimento di Avery e dei suoi colleghi risale al 1943 anno in cui gli scienziati riuscirono a dimostrare che il cosiddetto principio trasformante, scoperto da Griffith, era il DNA.

    Nel 1952, Martha Chase e Alfred Hershey usarono virus a DNA marcati radioattivamente per infettare i batteri, dimostrando lo stesso punto. Questi esperimenti importanti hanno stabilito che il DNA è il materiale genetico.

    Fonte/i: ho studiato biologia
  • 9 anni fa

    Forse non ti è chiaro il concetto del termine "concetto". Ha ragione Amaranta, si tratta di argomenti e per comprenderli non bastano definizioni!

  • 9 anni fa

    E basta? No perché, sai, avresti potuto chiedere anche respirazione e fotosintesi e così completavi il programma di biologia.

    Non è possibile riassumere due capitoli di un libro in poche righe. Prova a studiare e fai domande chiare e circoscritte su quello che non hai capito.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.