Caterina F ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 8 anni fa

Nel mondo ANIMALE...esiste la SELETTIVITA' della propria specie...come in quello UMANO ?

Osservando attentamente le reazioni dei miei due gatti ( 5 mesi ) nei confronti di un micetto di ( di poco più di 1 mese ) che è entrato da poco a far parte della nostra famiglia...mi viene difficile prendere atto di questa triste realtà...fa MALE senza dubbio con gli UMANI...ma nel mondo animale mi chiedo non ci dovrebbe essere questa ( " DISCRIMINAZIONE " ) sanno essere così "INSENSIBILI " anche gli animali?

E' così triste...pensare che sia così!

Domanda ispirata da questa mia 1° esperienza con i gatti!

http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Ak...

QUESTO per capire meglio...giuro che per me è difficile farmene una ragione!

BUON Pomeriggio...a tutti!

2 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Per prima cosa devi capire bene il comportamento dei gatti e la difesa del loro territorio. Il micetto verrà accettato sicuramente ma ci vuole tempo. Tu mi dirai che un cucciolo va rispettato e hai ragione ma dalla tua ottica e non da quella (in particolare) dei gatti. Ciò che fa male (e tu citi puntualmente) é l'atteggiamento degli umani che certe cose le fanno non per "discriminazione" ma perché é in loro insita la violenza verso (soprattutto) i più deboli. La storia qutotidiana ci racconta cose incredibili (tant'è che non fanno più notizia) . Nel mondo animale esiste la sopravvivenza e la difesa del più debole é regolamentata in modo perfetto : una gatta allatta (o per lo meno ci tenta) un cucciolo (non suo) ma, poi, si rende conto che non lo può fare e lo abbandona a se stesso .... una donna allatta un figlio SUO ma poi (per paura che si deformi il suo seno o per qualche altro futile motivo) lo butta in pattumiera.. Tutto ciò è triste senza senso per il esseri umani Ma non lo è per gli animali. Tu devi essere molto sensibile..... ma attenta !!

    Un lieto (con i tuoi micetti) e buon pomeriggio.

    Grazie per l'attenzione.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    è la legge della natura.. il più forte sopravvive. viene chiamato istinto non "insensibile".

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.