cambio vecchio termostato con crono termostato digitale?

Ciao a tutti,

dovrei cambiare il vecchio termostato del mio appartamento ( http://img842.imageshack.us/img842/51/201110151500... ) con un nuovo cronotermostato ( http://img710.imageshack.us/img710/7123/2011101515... ).

So che 5 anni fa nel mio condominio (due anni prima che mi trasferissi) hanno cambiato tutte le caldaie mettendo delle nuove caldaie a condensazione.

Ho 3 fili (blu, giallo e rosso) che escono dal muro e che si collegavano al vecchio termostato ( http://img43.imageshack.us/img43/2913/201110151501... ).

Ora, il nuovo termostato ha 3 ingressi NC, COM ed NO ( http://img534.imageshack.us/img534/5677/2011101515... ).

Da profano dell'elettronica, guardando lo schema del vecchio termostato, mi verrebbe da dire che l'1 (blu) è COM, il 2(giallo) è il NC ed il 3(rosso) è l'NO.

Prima domanda. E' corretta questa interpretazione?

Seconda domanda. Vedendo il vecchio termostato, potrebbe essere che nei cavi che escono dal muro ci sia un tensione di 220v che mi "ammazzerebbero" il nuovo crono termostato?

In caso di dubbio, penso che contatterò un elettricista...ma cavolo...ho 3 fili e tre buchi...quanto mai potrà essere difficile?! :)

Aggiornamento:

Volevo ringraziare tutti per le risposte. In particolare ringrazio gli elettricisti. In un paese di caste, fa piacere trovare qualcuno che aiuta il prossimo senza aspettarsi niente in cambio!

Tornando al mio problema, alla fine ho rischiato ed ho deciso di attaccare i fili da solo.

Oggi il condominio ha attaccato la caldaia e...sembra che nulla sia esploso! Festa! Il problema è quindi quasi risolto. Ovvero i termosifoni si accendono quando il termometro gli ordina di spegnersi e viceversa.

Immagino che basti invertire il filo NC con quello NO, giusto?

Grazie di nuovo ragazzi, siete gentilissimi!

Aggiornamento 2:

RISOLTO!

Ho invertito l'NC con l'NO ed ora il nuovo crono termostato funziona che è un piacere!

Grazie ancora!

4 risposte

Classificazione
  • Fabius
    Lv 6
    10 anni fa
    Risposta preferita

    Una premessa: il vecchio termostato funzionava regolarmente con la caldaia attuale?

    Se si, prosegui. Se no, o le connessioni nella caldaia sono state modificate, perdi tutti i riferimenti e devi affidarti ad un elettricista.

    Ma immaginiamo che niente sia cambiato nella caldaia, e sostituisci solo il termostato.

    Per fortuna sei stato accorto ed hai segnato sul vecchio termostato il colore dei fili; seguendo i colori che hai segnato sui morsetti, lu schema del vecchio termostato, si deduce:

    1 - blu - COM

    2 - rosso - NO

    3 - giallo - NC

    Cioè la tua corrispondenza colore-numero-funzione è quasi giusta, salvo lo scambio di colore tra 2 e 3.

    Comunque per il collegamento al nuovo è OK.

    Per la seconda domanda, la tensione presente sui fili dipende solo dalla caldaia, comunque anche il nuovo termostato elettronico si collega solo con dei contatti di relè che sono idonei anche a lavorare alla tensione di rete, quindi nessun pericolo (ovviamente lavorando con la rete scollegata dall'interruttore generale!)

    Il dubbio di Micio Gatto sulla lampada è legittimo, l'unica spiegazione che fosse una lampada accesa con relè a riposo, cosa non comune ma possibile. Comunque non impatta sui collegamenti per il nuovo.

  • 6 anni fa

    Ci sono molti modi di cambiare il crono termostato http://blog.edilnet.it/cronotermostato-cose-come-i... ma una scelta corretta può fare la differenza

  • LINAC
    Lv 7
    10 anni fa

    Spero ti sia segnato come erano collegati i fili, perché guardando l' immagine del vecchio termostato, il filo che era collegato all' 1, va collegato al COM (comune) del nuovo, il 2 é l' NO (normalmente aperto), mentre il 3 all' NC (normalmente chiuso).

    Non é detto che la sequenza dei colori sia quella che hai scritto, ma dovevi segnarteli prima di scollegarli.

    Saluti

    In qualsiasi caso, sia il vecchio che il nuovo termostato, forniscono dei contatti NO e NC "puri", e pertanto anche se ci dovesse passare corrente, anche il nuovo sarebbe in grado di gestirla.

    Bene, mi fa piacere che sia andato tutto per il verso giusto (non c'era nessun rischio di "esplosione, eh... al massimo non funzionava a dovere); non dimenticarti di assegnare la migliore risposta a chi vuoi tu.

  • Ciao.

    Rispondendo alla tua prima domanda la tua deduzione è quasi giusta 1 = COM, 2 = NO, 3 = NC anche se non capisco come avrebbe potuto accendersi la spia essendo collegata sulla stessa fase a meno che non fosse stato collegato il neutro o la fase al contatto 3 (su quel termostato poco cambiava se su quel mosetto di collegava la fase o il neutro dato che hai tempi non esisteva la linea monofase) cosi facendo che quando l'impianto era riposo si accendeva la spia mentre ora e tutto il contrario.

    Sicuramente il vecchio termostato lavorava a 220 volt ma questo non ti farà bruciare il nuovo termostato se lo colleghi correttamente prima di operare ti consiglio di prendere un tester e verificare se su quei fili arriva la 220 perché se colleghi male il nuovo termostato puoi dirgli addio e festeggiare in anticipo i fuochi di artificio di capodanno :D, se su 2 fili vedi che ti arriva la 220 allora ti consiglio di cambiare termostato e prenderne uno con alimentazione a 220 e sfruttare il 3 filo come ritorno alla caldaia.

    Altra cosa che mi fa sorgere un dubbio se stai cambiando termostato perché hai cambiato di recente anche la caldaia se è cosi allora dovrai fare delle modifiche elettriche onde evitare di bruciare la scheda elettronica della caldaia visto che il segnale di comando che va dal termostato alla caldaia va a 12-24 volt nelle nuove caldaie murali.

    A sto punto dato che la cosa diventa un po complicata perché meglio vedere con i propri occhi che a spiegare ti consiglio di chiamare un elettricista che verifichi il funzionamento e farti cambiare i fili con il colore giusto onde evitare problemi in futuro.

    Certo sono 3 fili nulla di complicato ma è il resto che lo rende date le poche info che hai dato.

    Se sei dintorni di trento possiamo metterci in contatto.

    Fonte/i: Sono elettricista.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.