yo ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 9 anni fa

chi mi puo dare qualche informazione sul romanzo gotico inglese?

tutto quello che sapete , origine , evoluzione, artisti principali.... 10 punti al piu esauriente

3 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    La letteratura gotica o romanzo gotico è un tipo di narrativa fantastica, per lo più ambientata nel Medioevo, sviluppatasi nel corso del Settecento. La sua peculiarità è data da ambientazioni cupe e da personaggi il più delle volte malvagi e dagli atteggiamenti diabolici. L'amore perduto, i conflitti interiori, il paranormale sono temi frequenti nei romanzi gotici. In età contemporanea gotico è usato anche come sostantivato per indicare, oltre l'architettura e l'arte, tale genere di narrativa.

    Il termine gothic (gotico) era originariamente applicato all'architettura del medioevo detta architettura gotica e all'arte (arte gotica). Il termine gothick fu adottato a partire dal XVIII secolo dai propositori del gothic revival, un precursore del Romanticismo. L'architettura neogotica, che divenne popolare nell'Ottocento, fu una reazione all'architettura neoclassica che era il marchio distintivo dell'era della ragione.

    Nella narrativa la letteratura inglese del XVIII secolo e del XIX secolo fu alimentata da due temi caratteristici: il romanzo gotico, definito anche "romanzo spaventoso" per i personaggi e l'ambientazione angosciante e inaugurato dal già citato The Castle of Otranto di Horace Walpole e il romanzo storico di Walter Scott. Bisogna dire che c'è un rapporto fisico molto stretto tra architettura e romanzo gotico del quale i veri protagonisti diventano proprio l'ambientazione e la scenografia della narrazione. Non per niente in Inghilterra Horace Walpole ordinò la costruzione neogotica del castello di Strawberry Hill nei pressi di Londra. In questa fortezza, che ebbe un posto importante nell'architettura inglese, Walpole fece installare una tipografia nella quale si stamparono i suoi libri e quelli dei suoi amici.

    Il romanzo gotico conobbe dunque una certa fortuna anche nell'Ottocento, annoverando altri importanti scrittori quali Matthew Gregory Lewis, Ann Radcliffe e Mary Shelley. Sentimentalismo e romanticismo, rivolta contro il razionalismo illuminista, inquietudine per l’industrializzazione portano alla nascita del gothic revival, sottogenere che si sviluppa nella seconda metà del Settecento e prosegue fino a inizio Ottocento coinvolgendo, come neogotico, anche l'architettura e le arti figurative.

    Oltre al Castello di Otranto (The castle of Otranto, 1764) di Walpole, all’interno di questo genere si possono citare Il vecchio barone inglese (The Old English Baron, 1777) di Clara Reeve, Vathek (1786) scritto in francese da William Beckford, I misteri di Udolpho (1794) e L'italiano o il confessionale dei penitenti neri (1797) di Ann Radcliffe, Il Monaco (1796) di M.G. Lewis, Il vampiro (1819) di John William Polidori, Melmoth l'uomo errante (1820) di Charles Robert Maturin.

    Caratteristiche e ambientazione

    Tipici di questo genere letterario sono il tema della morte, della possessione demoniaca, del male, delle antiche profezie.

    Materia dei romanzi gotici sono il terrore (e di conseguenza il sublime) e i conflitti interiori senza soluzione. I personaggi che animano il romanzo gotico sono spesso ambigui, misteriosi, preda di passioni violente o tormentati da pene d'amore. Una delle figure fondamentali è la vergine perseguitata, già personificata dalla Clarissa di Richardson: nel Castello di Otranto di Walpole, e più ancora nella Radcliffe e in Lewis, giovani donne pure sono costrette a fuggire da biechi seduttori.

    Il romanzo gotico è spesso ambientato nel medioevo o nel diciannovesimo secolo: epoca buia e misteriosa la prima, considerata più mistica e "borghese" la seconda. L’ambientazione non è più quella del mondo borghese settecentesco, ma cupi castelli medievali o bui conventi. La minaccia proviene e si manifesta spesso in paesi cattolici: a dispetto del fatto che le vicende narrate sembrano distaccarsi dalla realtà sociopolitica del tempo, secondo una visione apodittica "anglicanofila", il gothic revival ricorda agli inglesi la loro scelta di allontanarsi dal papato, per trovarsi un re di sicura fede protestante disposto a governare con un parlamento ed una costituzione che limita i suoi poteri (Glorious Revolution). Allo stesso tempo però, secondo tale prospettiva tutta da provare, si afferma che la letteratura inglese è stata osteggiata, messa in ombra perché appartenente ad un paese non cattolico.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    fai prima ad andare su google e cercarlo...o magari su un libro di letteratura inglese. comunque goggle è grande. lo hanno inventato apposta ;)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Hai mai visto "Frankenstein"? Una delle tante versioni?? E' la precisa incarnazione del romanzo gotico: ambientazioni "da brivido", tempeste, vento, notti profonde, mostri ecc...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.