promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaArti visiveScultura · 9 anni fa

Arteee stile ionico e dorico!?

salve a tutti ho una verifica domani e la prof. di Arte ci ha detto di studiare diversi argomenti.

Dobbiamo anche sapere le differenze tra stile ionico e stile dorico!

io sul libro non le trovoo!

aiutatemi please! grazie in anticipo ;)

1 risposta

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Un ordine architettonico è uno degli stili sviluppatisi a partire dell'architettura classica, ognuno distinto da proporzioni e profili e dettagli caratteristici, generalmente riconoscibili dal tipo di colonna utilizzata. Dal XVI secolo in poi, i teorici dell'architettura riconobbero cinque ordini. Ognuno degli stili ha una propria trabeazione, consistente di architrave, fregio e cornice.

    L' ordine architettonico si basa su rapporti proporzionali: si basa su un sistema di regole (canoni) che stabilisce i rapporti proporzionali tra ogni singola parte del tempio greco con ogni altra singola parte del tempio. Questi rapporti proporzionali si basano sul modulo che è dato dal diametro della colonna preso all'imoscapo (punto più basso della colonna). Gli ordini architettonici, liberi (con colonne o pilastri) o addossati ad una parete (con semi colonne o lesene), sono costituiti da elementi di sostegno verticali (p.e. colonna) e da un elemento orizzontale (trabeazione).

    A sua volta la colonna si compone di diversi elementi: (capitello, fusto, base), e così anche la trabeazione (cornice, fregio, architrave).

    A seconda principalmente del tipo di capitello, gli ordini si distinguono in: dorico, ionico e corinzio, in Grecia, con l' aggiunta del tuscanico e del composito a Roma.

    Sono stati infatti sviluppati nell'architettura greca: il dorico e lo ionico a partire dalle sue origini, al momento delle prime realizzazioni in pietra, e si diffondono già dal VI secolo a.C., con una prevalenza del dorico nella Grecia continentale e nelle colonie della Magna Grecia e dello ionico e eolico (raro, per esempio il tempio di Neandria e il tempio di Larissa) nelle città greche dell'Asia Minore, odierna Turchia.

    Ordine dorico

    Base mancante: il fusto della colonna poggia direttamente sulla parte di pavimento chiamata stilobate (l' ultimo dei tre gradini).

    Fusto scanalato dorico: le scanalature si incontrano formando un angolo vivo, invece che essere separate da listelli. Esse sono 20 come negli ordini ionico e corinzio.

    Capitello dorico formato da abaco più echino

    Architrave non suddiviso in fasce e con guttae, ossia piccoli elementi a forma di tronco di cono, al di sotto della fascia sporgente che funge da coronamento (taenia).

    Fregio suddiviso in metope, riquadri piani decorati a pittura o a rilievo, e triglifi, elementi più sporgenti solcati da scanalature (in teoria tre, da cui il nome tri-glifo).

    Cornice con una parte superiore più sporgente, decorata sulla superficie inferiore (soffitto) con basse tavolette (mutuli) ornate da più file di guttae. Priva di dentelli nella parte inferiore.

    Ordine ionico

    Base presente:la base può assumere forme diverse a seconda del luogo e del periodo, la più nota e comune è, comunque, quella detta "base attica", dal luogo in cui è stata utilizzata per la prima volta (Toro,Trochilo,Toro).

    Fusto scanalato con le scanalature separate da listelli e non a spigolo vivo.

    Capitello ionico

    Architrave suddiviso in fasce, ciascuna leggermente sporgente rispetto a quella inferiore, e coronato superiormente da modanature.

    Fregio continuo.

    Cornice decorata con dentelli.

    Fonte/i: wikipedia.it
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.