Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 8 anni fa

Quale atteggiamento altrui non riesci a sopportare?

..Ma ti accorgi, allo stesso tempo, che in alcune situazioni lo hai adottato anche tu?

Insomma, non è verissimo che ciò che odiamo negli altri, fa parte di noi stessi?

Un modo di agire, un comportamento, e via dicendo.

Cosa ne pensate a riguardo?

Ciao gente.

15 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    Non sopporto chi giudica, chi punta il dito, chi esprime delle proprie considerazioni senza che nessuno gliele abbia chieste.

    Più maturo, più vedo, più vado avanti e più la mia antipatia verso ogni forma di superficialità cresce.

    Io forse, per tanti atteggiamenti sbagliati, per ingenuità, per tutte le cose che ho detto, fatto, pensato, per tutte quelle cose di cui mi sono stupita, meravigliata non posso dare lezioni di vita a nessuno.

    Quante volte, io stessa, non ho capito i comportamenti di chi mi stava vicino, stilando conclusioni che si basavano solo su ciò che i miei occhi vedevano. Tante volte, non sempre, è stato facile per me cadere in quella frivolezza che adesso io odio con tutta me stessa.

    Ma ti posso assicurare che ogni parola "vuota" che è uscita dalla mia bocca, ogni commento insensato, ogni atteggiamento che io ho "giudicato" li ho riprovati tutti sulla mia pelle.

    E solo allora ho capito che non si può giudicare la vita di qualcuno così a prescindere, senza conoscere i motivi di ogni gesto,ogni discorso, ogni scelta, ogni azione.

    Ogni persona nella sua vita è spinta da un motivo.

    Un motivo che noi non conosciamo.

    E quindi forse, è meglio stare zitti.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    No, non è vero che odiamo negli altri i nostri propri difetti, almeno non nel mio caso.

    Succede anche a me di scoprirmi qualche difetto simile a quello che detesto negli altri, per esempio il fatto di interpretare i pensieri altrui (e di sbgliarmi....), ma con me stesso sono ancora più severo e spietato che con gli altri e poi non è il mio difetto principale e delle volte penso addirittura che sia un difetto un po' "indotto" dagli altri, perché io quel difetto lì non ce l'avrei mai e se ce l'avessi per natura me lo correggerei senza esitare.

    Ho già ben altri difetti che mi sono congeniti ....

    Fonte/i: Cheldamura pieno di difetti
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Non sopporto l'insistenza e la bugia. Non uso la parola ''falsità'' perchè non mi piace : ogni essere è VERO, tuttavia spesso si ricorre a bugie per convenzione sociale e questo non mi piace..bisogna sempre giocare in modo ''pulito''...

    Che tu sia un mio amico, un conoscente, un familiare poco m'importa : mi devi dire sempre la verità. A volte , ti dirò, una bugia può scatenare in me un senso di rabbia perchè non mi riesco a capacitare come gente pensante e cosciente possa mentire spudoratamente.

    Le bugie non le sopporto....

    e non ci posso fare niente, è più forte di me.

    Ultima ma non ultima (cosa) che non sopporto è il prendere in giro senza avere rispetto degli altri..!

    Anche quel prendere in giro volto a infangare non mi piace. Un mio compagno (attuale) delle superiori (ad esempio) ha un modo di scherzare davvero strano : diciamo che lui non scherza, insulta. E' sempre dalla parte delle prof (cosa strana), le difende a spada tratta, le giustifica ma non giustifica i suoi compagni di classe quando (ad esempio) prendono un brutto voto oppure arrivano in ritardo ; non lo sopporto , vuole fare tanto il maestrino e gli riesce bene. Inoltre si mette a fare le filippiche di due ore contro di me e contro altre persone...è una persona SUPERBA....che si vanta dei voti alti che ha e dice di essere bravo in tutti gli sport (a differenza mia che lo ammetto : faccio schifo, a parte in tennis vabbè...però non è bello vantarsi, mai).

    Ed ecco che partono gli insulti rivolti a me ''sei un ignorante...'' ''cosa pensi di fare da grande? non hai un minimo di cultura'' oppure ''io sono bravo in tutti gli sport, sono bravo in tutto. Anche in palla a volo che è un sport femminile, tu invece fai schifo'' - Poi scoppia in risate demoniache , ma non confessa mai che stà scherzando (io non glielo chiedo nemmeno perchè secondo me uno che dice così non scherza , oppure se lo fa non ha un minimo di controllo).

    Ecco cosa non sopporto : LA superbia!

    PS : non è vero che ciò che odiamo negli altri fa parte di noi stessi. Almeno non sempre...! Gli atteggiamenti che non sopporto sono gli stessi che allontano con tutte le mie forze...e faccio sì che non mi appartengano!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    L'accondiscendenza...

    Ma comunque mi tocca anche dirti che non lo sono, almeno non di natura... a volte magari si ma solo perché non mi va di discutere su di un qualcosa che poi andrà sempre diversamente da come la vedo io !!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    Di solito odio quando una persona mi interrompe mentre sto facendo un discorso,e purtroppo mi accorgo che a volte lo faccio anch'io.

    Penso che tu abbia ragione,nel senso che la maggior parte delle volte stiamo a giudicare e a criticare gli altri ma molto spesso facciamo quasi gli stessi errori.

    'sera!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Non credo che cio che odiamo negli altri fa parte di noi stessi poiché se fosse cosi questo ci porterebbe ad odiarci.io odio la falsità,credo non ci sia cosa peggiore ma ormai tutti hanno un briciolo di falsità infatti trovi sempre persone che prima ti sorridono e poi ti pugnalano alle spalle,tuttavia mi piace pensare che in me non ci sia falsita

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Il fatto di spettegolare... Dico sempre che è una cosa che non sopporto ma appena posso lo faccio anch'io con le mie amiche, che incoerente che sono.......

    E' vero comunque... Ti dirò anzi l'atteggiamento paranoico ne è un esempio lampante, poiché le paranoie sono proiezioni di qualcosa di nostro nei confronti degli altri... Per esempio se accusiamo ingiustamente una persona di essere una ladra, molto probabilmente lo siamo noi per qualche ragione o inconsciamente, ma va beh qui si sfocia nella patologia mentale, però comunque sia questa nevrosi permane in tutti noi lievemente: attribuiamo un comportamento agli altri che in realtà appartiene a noi e lo critichiamo deliberatamente...

    Ciao bella!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • G.Y.
    Lv 4
    8 anni fa

    quando (gli estranei) mi fissano insistentemente... dio che nervi!!!!! anche se qualche volta , quando ero immersa nei miei pensieri, mi fissavo su un punto dove c'era una povera persona irritata dal mio atteggiamento scostumato (ma involontario, perchè non la guardavo proprio, avevo solo gli occhi persi in un punto dello spazio)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Non tollero quelli che con la scusa della sincerità dicono perennemente tutto ciò che gli passa per l'anticamera del cervello. Quella non è sincerità è solo non avere filtri e non sprecarsi ad avere modi delicati e diplomazia quando servono. C'è modo e modo di dire ciò che si pensa soprattutto quando conosci una persona e sai come prenderla per farti capire. Io faccio la stessa cosa se portata ad esasperazione dopo vari tentativi pacifici.. e quando me ne accorgo non ho scuse: faccio lo straccio che si lamenta del cencio? Bah, che incoerenzaaa

    Fonte/i: cervello affaticato
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 7
    8 anni fa

    L'indifferenza.L'essere ignorata quando mi sento triste.

    E di riflesso lo faccio anche io.E questo comportamento non porta da nessuna parte.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.