Perchè una donna vittima di molestie tende ad interiorizzare il fatto?

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Migliore risposta

    Perchè essere molestate è umiliante. Raccontarlo è imbarazzante, chi lo ha subìto pensa che raccontandolo si farebbe la figura di quella che non è stata in grado di reagire ma è rimasta in silenzio, di quella "sporca", e in ciò interviene anche il senso del pudore, perchè il fatto di parlar di sesso in maniera così spinta può creare forte imbarazzo anche per molte che non hanno a che vedere con la violenza, ma che devono semplicemente parlarne oggettivamente.

    Poi, c'è anche il fatto che si ha paura che si vengano fatte domande troppo intime e dalla risposta altamente umiliante, ed inoltre si ha paura di parlare di una cosa del genere ad un'autorità maschile che deve provvedere, perchè è come chiedere "aiuto" poichè non in grado di cavarsela da sole, proprio da un uomo come quello che l'ha violentata.

    Inoltre, siamo in una società maschilista, ed infondo la violenza sessuale è moralmente (ma non legamente) "scusata" dalla presunta e intoccabile voglia degli uomini, incolpando le donne per il troppo esibizionismo, e alla fine ciò che si fa è sempre darsi la colpa per l'accaduto e giustificare il colpevole. Questo lo fanno anche gli esterni alla faccenda.

    Cosa probabilmente molto influente è anche la paura della reazione del colpevole. Un uomo può fare qualsiasi cosa, non si sa a che compromessi è disposto a scendere pur di vendicarsi, e non si sa se è vendicativo oppure no, nè in che modo, nè se immediatamente o in futuro.

    Questo resta comunque un circolo vizioso, perchè sapendo che le donne interiorizzano e non sono in grado di reagire, gli uomini sanno di potersene approfittare con l'invadenza che rende mute le vittime.

    Ho letto su un sito di una ragazza che è stata in un pullman colmo di gente. Un vecchio le ha toccato il sedere. Lei però ha cercato di giustificare il tutto per il movimento del pullman, e quando si è accorta che il pullman non era, anzichè dire qualcosa (e rischiare di offendere l'uomo, rischiare di farlo reagire male, rischiare che le persone attorno la ritengano una stupida isterica non appena l'uomo smentisce con innocenza), è stata immobile a farsi toccare piangendo in silenzio!!!

    E ti consiglio di leggere anche questa vicenda:

    http://udireggiocalabria.wordpress.com/2011/10/27/...

    Raccapricciante.

    Ciò che andrebbe fatto è tutelare finchè le donne sono così passive, ed aspettare il momento in cui saranno moralmente sicure di sè (non aggressive, ma pacifiche e tranquille poichè appunto sicure) al punto di arrivare alla parità. Si parlerebbe di decenni e decenni, anche un secolo forse, ma io la trovo l'unica soluzione, sia per evitare stupri, sia per evitare che le donne restino in silenzio.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Perchè si sente umiliata, presa come un oggetto.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    guarda come hanno interiorizzato queste...occorrerebbe capir cosa è una molestia perke ogni donna ha un concetto diverso ...pure dire ciao a una donna potrebbe esser molestia

    http://www.youtube.com/watch?v=DsoJIciyPQI

    Youtube thumbnail

    http://www.youtube.com/watch?v=Xp1OlD4ar6Y

    Youtube thumbnail

    http://www.youtube.com/watch?v=4IOk9CQpaZ4

    Youtube thumbnail

    &feature=related

    http://www.youtube.com/watch?v=pHQODfKQcYo

    Youtube thumbnail

    &feature=related

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.