Interpretazione sogno ?

Una mia amica, oggi, mi ha raccontato questo sogno :

"

Mi trovato in un'aula d'asilo dai banchi verdi e davo caramelle a dei bambini. Pero' io guardavo sempre il pacchetto di caramelle. Ne esco una dalla carta rossa e raccontavo loro che io da piccola mangiavo sempre quelle, erano le mie preferite. Improvvisamente suona il cellulare e mia sorella mi da appuntamento di fronte un convento. Il convento era un edificio grande e rettangolare dalle pareti verde acqua, lo stesso colore dei tavoli, con le finestre grandi. Io, mia sorella e un'altra persona di cui non ricordo il volto (era un ragazzo pero') cercavamo di capire come entrare di nascosto. Eravamo nascosti dietro dei cespugli all'esterno del cancello.

Io parlo con mia sorella:

lei: "come entriamo?"

io: "ti ricordi una volta che siamo entrati dal campanile?"

lei: "si ma ormai non c'č piu'"

(Praticamente io mi riferivo ad un sogno fatto mesi e mesi fa in cui mi trovavo con mia sorella in questo campanile vecchio ed entravamo attraverso questo campanile dentro una chiesa.)

Non so come mi trovai all'interno del convento e mi divisi da mia sorella e quel ragazzo. Il mio compito era salvare una ragazza che era rinchiusa lě dentro. Quella struttura era un manicomio che si spacciava per convento. Nel corridoio camminai a piedi nudi per non farmi sentire ed entrai da questa ragazza. Lei era a letto. Io non la vedevo in viso e mi sedetti accanto a lei. Tenevo gli occhi bassi e notai che mettendo i piedi sul letto sporcai le coperte perchč camminando scalza avevo i piedi nerissimi. Lei mi fece cenno di pulire altrimenti se ne accorgevano. Non parlava. Mentre pulivo entra una persona ed io mi nascondo. Poi uscimmo dalla stanza velocemente ma lei rimase indietro. Senza neanche voltarmi andai agli ascensori. Chiesi ad una ragazza quale mi avrebbe fatto uscire da li e lei me ne mostrň 3. Io dovevo scegliere. Salěě sul primo e premetti il numero 5. Le porte si chiusero e mi ricordai che quella ragazza era rimasta indietro. Premetti nuovamente 0 ma l'ascensore salě. Uscita al 5° piano iniziarono ad inseguirmi per prendermi. Cosě inizio' l'inseguimento tra scale, salti dalle finestre, corse nei corridoi. Ovunque sentivo qualcuno che mi inseguiva ma non li guardavo mai. Arrivata su un balcone saltai nel giardino e qui iniziarono a spararmi con la pistola ma i proiettili non mi facevano nulla. Continuai la mia corsa verso un bosco di noccioleti e alberi di pino. Correndo cercavo di mandare un sms a mia sorella per dire di aiutare lei la ragazza. Ma invece del cellulare nella tasca trovai una matita piccola e senza punta. Improvvisamente i miei inseguitori appiccarono il fuoco nel bosco e le fiamme mi corcondavano. Continuai a correre e davanti a me trovai una macchina grigia. Era aperta e salěě. Aveva anche la chiave nel quadro. Misi in moto e iniziai a camminare per una strada isolata tra le montagne lasciandomi dietro l'incendio. Entrai in un paesino e chiesi alle persone che c'erano in giro che strada dovessi prendere per raggiungere nuovamente il convento. Loro mi indicarono una via e mentre la seguivo da dietro spuntň il proprietario dell'auto che dormiva sul sedile posteriore. Gli spiegai la situazione. Lui si sedette alla guida e mi disse "andiamo ti aiuto io a salvare la ragazza!. FINE XD"

Cosa può significare?

1 risposta

Classificazione
  • Sama
    Lv 6
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Quando i sogni sono molto lunghi e avventurosi, con fughe ed inseguimenti, sono per la maggior parte più una ginnastica della nostra mente che esercita la sua fantasia, che veri messaggi dell'inconscio. Comunque si possono trovare alcuni elementi interessanti, come il "convento", significativo perché già apparso in sogni precedenti, la "ragazza da salvare", l' "automobile" con le chiavi inserite. Direi che la tua amica ha dei problemi di autonomia, che si sente pressata da aspettative altrui (la famiglia? la scuola?), che le pare di avere poche vie d'uscita (anche la ragazza da salvare è una sua controfigura), ma che, soprattutto, attende un aiuto dall'esterno (il cellulare, che non trova, il proprietario dell'auto, che invece la aiuta); in realtà potrebbe farcela da sola, perché ha le sue carte da giocare (la chiave inserita), ma è lei che si sente inadeguata a scrivere il suo futuro (la matita piccola e senza punta). Ecco perché nel sogno, come nella realtà, tende ad appoggiarsi agli altri, a cercare complicità (la sorella, il ragazzo, il proprietario dell'auto). Questa la situazione oggi, ma se iniziasse a credere di più in se stessa, finirebbe per uscire dal manicomio, ed anche dall'asilo, dove la sua immaturità sta nel ricordarsi più della sua infanzia che nell'occuparsi dei bambini, mettendosi un po' al loro livello (lei cerca ancora la sua caramella!)

    Ciao Lui, baci!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.