Musica - domanda per esperti: si comprime tutto il brano o le singole tracce?

Ciao, giocando col compressore di Cubase sono riuscito ad alzare il livello del volume della parte acustica di una canzone. Quando entra la parte con la chitarra elettrica si amalgama bene con il resto della canzone e la qualità del brano è perfetta. Ho un forte dubbio: il compressore dei software in circolazione (per esempio Cubase, che è quello che ho) si può usare sulle singole tracce degli strumenti e voce, o si preferisce usarlo solo a brano ultimato? E poi, quando tutto il carico di lavoro sul brano è finito, si può comprimere ancora se già le tracce singole sono state compresse, per ottenere una maggiore qualità?

Ho letto tante cose in internet ma mi confondo le idee. Chiedo scusa, sono inesperto in materia, però ho urgenza di ultimare un lavoraccio faticoso che sto portando a termine in questi giorni e, se posso, mi piacerebbe migliorare la qualità delle mie canzoni registrate.

In base alla mia piccola esperienza ho potuto constatare che quando in un brano c'è una parte acustica e una elettrica, comprimere coi parametri corretti conviene per far risaltare le zone diciamo in penombra.

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    il compressore si usa in diversi modi, sul singolo canale o per gestire la dinamica dello strumento o microfono o come limiter, cerco di essere il piu breve possibile altrimenti faccio mattina con le spiegazioni dando idicazioni di massima su come e dove si utilizzano.

    strumenti con grandi emissioni e costanti si imposta un comp con un treshold alto "sullo 0 o poco sopra in scala di segnale analogico" con rapporto di compressione elevata e curva hard per evitare che uno strappo o un accento provochi una distorsione.

    strumenti o mic con differenze molto elevate di segnale tra piani e forti, questo è assolutamente indispensabile per evitare che uno strumento nel mix sparisca sotto a tutti gli altri strumenti mentre suona un piano oppure esca troppo mentre suona un forte.

    In questo caso il rapporto di compressione come la curva sono piu dolce e da applicare in base alla dinamica dello strumento, del micrfono e del musicista, questa è regolazione che fà l'orecchio e l'esperienza.

    Solitamente per dare piu dinamica in generale al brano c'è una tecnica che viene usata, parlo sempre a grandi linee perchè la cosa è piu complessa, prendiamo come esempio una traccia mixata e diciamo finita che si vuole fare la masterizzazione o finalizzazione finale, nella traccia audio ci saranno certamente dei picchi di volume estremi, questi vanno abbattuti con un compressore, usato per intenderci come limiter (o come l'esempio degli strumenti con forte emissione costante fatta prima) in modo da limare quei picchi di volume e portarli ad un livello piu basso per farli rientrare in un range meno estremo, una volta fatto ciò ci si trova con un abbassamento di volume generale della traccia e la si può riportare su prima con un compressore multibanda o anche un compressore expander multibanda, fatto ciò la si normalizza portando il picco più alto della traccia allo 0db digitale. In questo modo hai ottenuto il max della dinamica possibile, sappi che cio vuole costanza e applicazione per arrivare ad utilizzare al meglio i plugin o le macchine per arrivare ad ottenerne il massimo e buoni plugin e buone macchine fanno la differenza

  • 9 anni fa

    Guarda io Cubase non lo conosco, ma so che quando registriamo con il gruppo in sala di incisione usiamo il compressore sui singoli strumenti. La resa e' migliore.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.