Rory94 ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 9 anni fa

Come si spiegavano, prima della teoria ereditaria di Mendel, i caratteri ereditari?

Nel Rinascimento, per esempio

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    I tentativi di spiegare l'ereditarietà risalgono ai tempi dell'antica Grecia. Ippocrate suggerì una spiegazione definita PANGENESI. Secondo qsta teoria alcune particelle, chiamate pangeni, passano da tutte le parti del corpo alle cellule uovo o allo sperma e in tal modo vengono trasmesse alle generazioni successive, inoltre, i cambiamenti che avvengono nel corpo durante la vita, sono trasmessi alla generazione successiva.

    Aristotele contestò qsta teoria sostenendo che ciò che viene trasmesso è la potenzialità dell'organismo di produrre le varie caratteristiche corporee e non le particelle che sono alla base di qste caratteristiche.

    All'inizio del diciannovesimo secolo, studiando con attenzione i modelli di ereditarietà nelle piante ornamentali, i biologi verificarono che i caratteri genetici della prole derivano da entrambi i genitori. Quindi l'ipotesi ereditaria di maggior successo divenne quella della MESCOLANZA secondo la quale il materiale genetico proveniente dal padre e dalla madre si fondono come per esempio accade qndo due vernici di colore blu e giallo si uniscono per formare il colore verde. Più avanti qsta teoria fu abbandonata perchè non era in grado di spiegare la ragione per cui i caratteri possono scomparire in una generazione e ricomparire nelle generazioni successive

  • mix
    Lv 5
    9 anni fa

    non si spiegavano affatto i caratteri ereditari

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.