Mi servirebbero chiarimenti su Ingegneria Meccanica..?

Devo inserire il piano di studi..Qualcuno mi potrebbe spiegare come funziona? Vorrei sapere a livello lavorativo quali sono le differenze tra il percorso elettrico e quello meccanico..Io vorrei andare a quello meccanico, ma cosa cambia in sbocchi lavorativi?

1 risposta

Classificazione
  •  
    Lv 5
    9 anni fa
    Risposta preferita

    I possibili sbocchi professionali per un Ingegnere Meccanico sono molteplici, tra i quali si riportano i più tradizionali:

    a) in aziende industriali con compiti di progettazione, di gestione della produzione, di organizzazione, di pianificazione, di controllo di qualità, di marketing e commerciali. I più importanti settori di attività sono i seguenti:

    - veicoli terrestri: industrie auto motoristiche, ferroviarie, macchine agricole e movimento terra;

    - componentistica: aziende produttrici o importatrici di organi per la trasmissione del moto, di dispositivi meccanici, elettromeccanici, pneumatici ed oleodinamici, meccatronici, di organi di collegamento;

    - sistemi di produzione: industria della macchina utensile, degli impianti di produzione, industria manifatturiera, tessile, cartaria, del legno, alimentare, etc.;

    - energia: aziende per la produzione e distribuzione dell’energia, industria dei sistemi di riscaldamento e condizionamento, industria dell’estrazione dei combustibili;

    - impiantistica: impianti meccanici, apparecchi di sollevamento, industrie navali, chimiche ed edili;

    - robotica: industrie produttrici ed utilizzatrici di robot industriali e di robot per impieghi speciali (biomedici, etc.);

    - materiali: industrie metallurgiche e dei materiali non metallici, laboratori di prove su materiali, aziende specializzate per il riciclo dei materiali;

    - servizi: servizi pubblici e privati, attività commerciali di vendita e riparazione, assistenza post-vendita, formazione del personale, servizi per la sicurezza industriale, per la diagnostica e manutenzione.

    b) in attività di ricerca presso Università, CNR ed altri enti pubblici e privati;

    c) nelle amministrazioni pubbliche e negli uffici tecnici di enti statali e territoriali;

    d) nella scuola (Istituti tecnici e professionali);

    e) in attività libero professionali.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.