EmoVampire ha chiesto in SportArti marziali · 9 anni fa

domanda sul condizionamento del fisico?

dividiamo il condizionamento in tre diversi tipi:

1-in separata sede rispetto all'allenamento tecnico,magari con attrezzi e macchinari (molto diffuso negli sdc,e predicato anche da bruce lee nel jkd)

2-a corpo libero,condizionando il proprio corpo contemporaneamente all'apprendimento della tecnica.cioè si allenano i muscoli che servono a tirare i pugni tirando i pugni.(tipico delle am tradizionali)

3-condizionamento di energia interna,ammesso che esista.(discipline interne)

qual'è secondo voi il migliore,e quanto conta il condizionamento rispetto alla tecnica?

6 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Della tua sommaria definizione direi, per quel che mi riguarda e a dispetto di BrusLì il 2 e il 3, in forma d'apprendimento, peraltro, con difficoltà crescente. Non dovrebbe sfuggire agli esperti la (intenzionale, forse nda) propedeuticità della casistica, altrimenti leggibile in neofiti, esperti, maestri.

    Probabilmente nn disconosco anche qui un "valore circolare" della pratica e della conoscenza ma, sentendo favoleggiare anche nel kung fu del mitico "palmo di ferro" oppure dell'avambraccio d'acciao, con misteriosi unguenti miracolosi, dico che i 2 step successivi al primo, siano indispensabili all'apprendimento di tutto il ciclo...Spesso invece, per nn dire "sempre" ci si ferma alla prima osteria (leggasi il primo caso di condizionamento da te così brillantemente sintetizzato....;o)

  • Shio
    Lv 7
    9 anni fa

    Anche a me verrebbe da dire, tutti e 3.

    Probabilmente se si potesse combattere sempre non ci sarebbe bisogno di nessun allenamento opzionale, visto che nella lotta si svilupperebbe esattamente quello che serve per combattere.

    Ma siccome questo non è possibile bisogna recuperare le "mancanze", quindi mi sento di condividere il pensiero di Walter, senza tralasciare lo step 1, che nonostante Bruce Lee e gli SDC, esisteva già molto prima nelle AM tradizionali, nel Karate si chiama "Hojo Undo" che vuol dire "esercizi supplementari".

  • Anonimo
    9 anni fa

    "Il miglior modo di condizionare il fisico per le arti marziali è proprio praticare arti marziali."

  • 9 anni fa

    Trovo che nulla vieti di applicarli tutti e tre. I principi non sono assolutamente in contrasto tra di loro; magari cambia la posizione da cui si parte per portare il colpo, ma i principi utilizzati per generare forza e velocità all'impatto sono sempre quelli (così come sono sempre quelli gli errori dei principianti ;-D ).

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Osva
    Lv 4
    9 anni fa

    direi tutti e 3

    1-l'uso di macchinari aiuta a migliorare il tuo aspetto fisico

    2-il corpo libero ti consente di migliorare la tua agilità

    3-il famoso ki o Ci o ciai insomma l'energia interiore vedila come espressione di forza

    da risolutezza cioè di volontà-

    come vedi sono imprescendibili.

    Fonte/i: aikidoka
  • 9 anni fa

    2

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.