Come pulire e idratare delle travi in legno di castagno,che costituiscono il soffitto di una casa di campagna?

Le travi sono molto rovinate a causa di una ristrutturazione,è stato gettato un solaio in cemento sul piano sovrastante. Tutto il soffitto è costituito di travi in legno di castagno e tavole sempre dello stesso materiale. Pensavo di passare l'olio di lino. Mi è stato suggerito di passare una mistura di olio e petrolio, ma in che proporzioni? Help!!!! GRAZIE!!!

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Prima di tutto andrebbe visto quale è lo stato di conservazione effettivo, ma comunque se non sono presenti marciumi del legno o perdite importanti di materiale, la cosa migliore sarebbe far sabbiare il soffitto, perché se lo levighi tutto con un orbitale ti fai una grandissima mangiata di polvere, in più se sono presenti oleosità non se ne vanno alla prima e negli interstizi non ci arrivi comunque. (fai attenzione, nel caso, a chi ti fa la sabbiatura devono saperla fare bene senno fanno danni, ossia ti scavano la parte morbida della fibra ) Scegli tu quello che credi meglio, ma comunque a mio avviso essenziale è la stesura di un buon antitarlo subito dopo la pulitura, ora che il legno ha il poro aperto entra meglio. Dopo di che aspetta che sia ben asciutto, quindi passa dell' oli di lino puro al naturale in abbondanza, vedrai che il legno lo mangerà come un affamato, non lo addizionare con nulla serve da idratazione ed da solo è sufficiente(se il colore non è uniforme ma in buone condizioni non sovra colorare è più bello al naturale, tanto più che con l' esposizione all'aria i tannini presenti nel legno lo scuriranno) Quando il legno sarà completamente asciugato passa con un pennello tondo naturale, cera d'api per mobili (prendi direttamente la confezione da 5 Kg ti serviranno tutti) in maniera uniforme, puoi prendere anche quella leggermente colorata, un noce chiaro non ti cambierà di molto il colore naturale ma ti può amalgamare eventuali macchie vecchie residue. Mi raccomando verifica la composizione chimica della cera, meglio se la compri in negozi specializzati sono più sicure in quanto a solventi contenuti, perché stando in alto a testa in su il rischio è che tu possa avere capogiri e cadere, alcuni solventi con la lunga esposizione lo fanno. Fatto tutto ciò avrai una buona resa del tuo lavoro, che a sua volta sarà di facile manutenzione futura. MI RACCOMANDO TUTTO LO DEVI FARE PROTEGGENDOTI: GUANTI, MASCHERINA ED OCCHIALI, CHIARAMENTE CON UN BUON TRABATTELLO. Spero di essere stata chiara ed utile. Ciao Milla

    Fonte/i: Il mio lavoro
  • 7 anni fa

    con una sabbiatura a secco in poche ore ti ritroveresti un soffitto pulito, applicando successivamente un impregnante magari a spruzzo favorendo la penetrazione, ti ritroveresti con un soffitto pulito e disinfettato per diversi anni.

  • 9 anni fa

    levigatrice e impregnante universale per legno della stessa tinta

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.