Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 10 anni fa

Aiuto parafrasi poesia di Ugo Foscolo A Zacinto?

salve a tutti stavo cercando la parafrasi della poesia A Zacinto helpp??' 10 punti al migliore..

4 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Non toccherò mai più la terra, per me sacra, di Zacinto. Il paese dove il mio corpo bambino si riposò. Mia Zacinto, che ti specchi nelle onde del mar greco, da cui si racconta nacque Venere, che col suo primo sorriso, rese feconde quelle isole. Davanti alle tue limpide nuvole e alla tua flora, Omero non potè fare a meno di cantarle, come già fece per il viaggio di Ulisse. E l'esilio diverso, fra me e Ulisse, che renderà lui bello e famoso, e gli permetterà di tornata ad Itaca, ma a me non darà nulla di tutto ciò. Mia cara terra madre, io non potrò darti altro che il mio canto. Il destino, prescrisse a noi in esilio, una lapide su cui nessuno piangerà mai.

  • ?
    Lv 7
    10 anni fa

    Né più mai toccherò le sacre sponde ove il mio corpo fanciulletto giacque, Zacinto mia che te specchi nell'onde...

    Che vuoi parafrasare? più chiaro di così...

  • Anonimo
    10 anni fa

    Non verrò più sulle tue rive, isola di Zante. Per me sei una cosa sacra, sulle tue spiagge mi sono sdraiato da bambino. Tu ti rispecchi nel mare della Grecia, dal quale è nata la dea Venere, alla quale è bastato sorridere per renderti fertile ; e per questo motivo sei stata cantata, tu, il tuo bel cielo, i tuoi begli alberi, da Omero, lo stesso poeta che ha cantato le vicende di Ulisse nel ritorno in patria sul mare, funestate da numerose disgrazie, fino a quando non giunse in Itaca, piccola isola tutta pietre, ormai divenuto famoso anche per le sue terribili avventure.

    Io non sarò come Ulisse, io non tornerò in patria, non tornerò da te . Tu, Zante, patria mia, di me avrai solo la poesia: il destino mi ha condannato ad una sepoltura sulla quale nessuno piangerà,

    Fonte/i: assolutamente casalinga e genuina, fatta da me
  • 10 anni fa

    Parafrasi e Analisi di ” A Zacinto “

    Parafrasi:

    Io non potrò mai piu’ toccare le sacre sponde dove il mio corpo da piccolo giacque; o Zante mia, che ti rispecchi nelle onde del mare greco dal quale nacque la dea vergine Venere, e rese feconde quelle isole attraverso il suo primo sorriso, motivo per cui l’ alta poesia di Omero non potè non parlare del tuo limpido cielo, e delle avventure di Ulisse per il mare governato dal fato e l’ esilio di colui, bello per la fama e per la disgrazia, che è arrivato alla fine a baciare la sua Itaca piena di pietre. Tu Zacinto non avrai altro che la poesia del tuo figlio, a noi il destino ha ordinato una sepoltura senza lacrime.

    Schema:

    La descrizione della poesia e’ circolare: si parte da Zante per passare al mare Ionio, a Venere, alle isole, ai poemi omerici, a Omero, a Ulisse e Itaca ed infine ancora a Zante.

    Temi Romantici:

    Patriottismo, eroe romantico in esilio

    Temi Neoclassici:

    Presenza di Grecismi e Latinismi (Zacinto), figure mitologiche ( Venere), e Omero

    Figure Retoriche:

    Perifrasi = V 2 “dove…giacque”

    Sineddoche = V 7: “nubi”

    Litote = V 6: “non tacque”

    Antitesi = V 11: “baciò-petrosa”

    Intreccio Romantico e Neoclassico:

    Il tema romantico si intreccia con quello neoclassico quando Foscolo richiama l’ attenzione sul personaggio mitologico di Ulisse, sottolineando in particolar modo la patria ed il fatto che, anche lui come Ulisse, era in esilio. Comunque la figura mitologica (neoclassica) in questo caso, coincide con l’ eroe romantico.

    Identificazioni del poeta:

    Il poeta si rivede in parte nella figura mitologica di Ulisse, perchè Ulisse ha potuto ritornare nella sua patria Itaca, mentre Foscolo è destinato a restare lontano da Zante anche dopo la sua morte.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.