E' troppo difficile essere vegetariani...?

Io sto pensando da un anno di diventarlo e ora, più che mai, ci sto provando!!! E' una mia personale scelta perchè amo gli animali, e se dovessi pensare di ucciderli con le mie mani non penso mangerei mai la carne....Allora perchè mangiare animali che sono stati uccisi appositamente per me??!! Non è come se li avessi uccisi io con le mie stesse mani??!!

A parte il preve epilogo sono qui con la domanda iniziale: Ma è molto difficile essere vegetariani?? Voglio dire: bisogna seguire una dieta costante o basta mangiare pasta al sugo e latte e un uovo la sera che può andare bene??!!!

Grazie mille dei consigli e ditemi tutto ciò che volete che possa aiutarmi nell'affrontare al meglio questa mia scelta!!!

Ciao a tutti e buona giornata :-)

Aggiornamento:

Ma sapete come vengono trattati e uccisi gli animali al macello?????!!!! Non ho più intenzione di mangiare animali che vengono trattati in un modo così barbaro... Non voglio cambiare il mondo e nemmeno cambiare il vostro pensiero... Voi siete in disaccordo con me...?? Ok!

Cmq il mio pensiero non cambia....è una mia scelta personale non dovete per forza condividerla, chiedevo solo consigli da chi, come me, ha preso questa scelta di vita!!

Aggiornamento 2:

Alexander abbiamo opinioni differenti....Io nn tollero la disumanità e, purtroppo, in ogni macello c'è disumanità! Come ho già detto io amo troppo gli animali per mangiarli e ti riporto una frase di un grande uomo che moltissimi anni fa la pensava come me : Verrà il tempo in cui l'uomo non dovrà più uccidere per mangiare, ed anche l'uccisione di un solo animale sarà considerato un grave delitto... (Leonardo Da Vinci)

Aggiornamento 3:

Diavolo: un altro rimbambito figlio di un altro rimbambito......-.-

17 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Ciao cara! Ti voglio aiutare, quindi leggi attentamente la mia risposta. Ho 17 anni, sono vegetariana da quando ne ho 13 e vegana da un annetto. Ovviamente penso che la dieta vegetariana sia la più corretta e anche la più salutare. Tu hai citato come motivo del tuo desiderio di diventare vegetariana solo l'uccisione degli animali e il tuo amore per essi. Giustissimo, niente di più giusto di quello che hai detto. Ti ricordo, però, che le motivazioni sono molte altre. Partiamo prima di tutto dalla nostra struttura, dal nostro corpo. La presenza di ptialina nella saliva (enzima che agisce sui vegetali), la presenza di molari sviluppati, i muscoli poco sviluppati dello stomaco e la poca acidità dei succhi gastrici e infine la nostra ampolla renale inadatta alle proteine animali, sono un chiaro segno che l'uomo appartiene alla categoria dei FRUGIVORI, mangiatori di semi, bacche, frutti, cereali e vegetali. E' quindi del tutto innaturale assumere proteine animali. Per non parlare del dannoso effetto che l'allevamento degli animali destinati al macello, ha sull'ambiente. In termini di percentuali, gli allevamenti intensivi contribuiscono all'effetto serra e al riscaldamento globale per circa il 15%. Per farti un esempio chiaro e che renda il concetto, gli allevamenti intensivi sono causa di inquinamento tanto che per una bistecca che tu (o chiunque) mangi, è come se facessi 120 km in autostrada con un suv. Continuando con le motivazioni ecologiste, per gli allevamenti, per i pascoli si disbosca e si sta in particolar modo disboscando la foresta amazzonica, il polmone del mondo. Ultimo, anche se ce ne sarebbero molti altri: la fame nel mondo. Si calcola che dove mangia 1 carnivoro, mangerebbero 10 vegetariani, questo perchè un animale per aumentare di 1 kg la sua massa necessita di circa 15 kg di mangime. Ecco lo spreco in termini di cibo, che porterebbe l'essere vegetariani a ridurre la fame nel mondo.

    Per finire, è vergognoso i metodi di allevamento odierni ed è assolutamente contro qualsiasi principio etico il modo in cui bovini, polli e maiali vengono uccisi. Il tutto per una dieta dannosa a noi e all'ambiente. Che assurdità!

    Comunque, queste cose le puoi approfondire anche su internet, ci sono migliaia di informazioni che ti possono essere utili. Io ti volevo invece riportare la mia esperienza personale. Come ti ho detto all'inizio sono vegetariana da 4 anni. In risposta alla tua domanda: no, non è difficile essere vegetariani, soprattutto se, come me, sei hai motivazioni in cui credi davvero. Se i tuoi dubbi sono le carenze di proteine di cui tutti parlano, non ci credere. Sono stronzate: io ho sempre fatto atletica a livelli agonistici, sono in perfetta forma, sia fisica sia mentale, non ho carenze, nè livelli anomali nel sangue, a differenza di mia madre (che è anemica) e mio padre (che soffre di ipercolesterolemia) che seguono entrambi una dieta onnivora. Penso inoltre che una scelta etica di questo tipo possa portarti soddisfazioni, in quanto sai di fare la cosa giusta, di aiutare il tuo pianeta. E non è vero che "non serve a niente se tutti gli altri continuano a mangiare carne". Sono stronzate pure queste. Una persona che diventa vegetariana nella sua vita può arrivare a salvare 1400 animali, ed è uno studio scientifico!

    Quindi, è semplice, e tu mi sembri determinata. Serve poco per fare questo grande passo e io credo in te!

    Per quanto riguarda la dieta, invece, ti posso proporre un esempio di dieta vegetariana

    COLAZIONE: è importante che sia abbondante e varia, dolce o salata:

    -latte di mandorla, avena, riso, soia oppure vaccino (biologico)

    -frutta secca: muesli, mandorle o nocciole

    -tè o tisana al limone, caffè d'orzo

    -pane e olio o focaccia

    -yogurt vegetale (di soia) o vaccino

    -pane e marmellata (biologica)

    PRANZO

    -verdura cruda gialla o rossa

    -cereali: riso, pasta, farro (meglio se integrali)

    -verdure verdi cotte

    uova o formaggi (limitali a max 2 volte a settimana ciascuno)

    CENA

    -insalata a foglia verde o rossa

    -cereali-legumi-verdure: minestroni, sformati, zuppe

    Come spuntino puoi mangiare o un frutto di stagione o una barretta di cereali oppure un dolce come una crostata di frutta (meglio se fatta in casa e bio)

    Sono stata lunga, e forse noiosa, ma spero di averti aiutata.

    Un bacio,

    Marty!

  • Anonimo
    8 anni fa

    Difficile? Per niente, anzi! Specialmente se credi davvero che la vita degli animali debba essere tutelata al pari di quella umana.

    Il vegetarismo però è una fase, il vero traguardo è il veganismo che esclude latte, formaggi e uova, la cui produzione provoca sofferenza agli animali quanto quella della carne. Questi alimenti non sono fatti per essere consumati da noi umani. Chi vuole mangiare carne o qualsiasi alimento di origine animale perché ne ama il gusto è libero di farlo (per carità!) ma dire che noi umani siamo onnivori (in senso fisiologico e non acquisito) è una barzelletta. E' scientificamente provato che l'uomo è un animale raccoglitore/frugivoro, basta comparare le caratteristiche fisiologiche umane a quelle di un animale onnivoro come l'orso e a quelle di un primate frugivoro come lo scimpanzé, basta solo osservarne la dentatura http://a3.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc4/149...

    Inoltre, il fatto che i medici consiglino un ridotto consumo di alimenti di origine animale, fa pensare che non sia cibo naturalmente progettato per noi esseri umani, eppure consigliano un consumo giornaliero di frutta e verdura, in particolar modo ai malati, perché? Non ho mai sentito di animali onnivori e carnivori che muoiono di ipertensione e malattie cardiache, sono completamenti immuni agli effetti negativi che la carne invece produce su noi umani. Allo stesso modo non ho mai sentito di animali frugivori o erbivori morire di carenze alimentari, o avere cali di energia perché non si nutrono di carne.

    Carne, pesce, uva, latticini, ecc., oltre a creare enorme profitto per le grandi multinazionali, generano malattie che sono enorme profitto anche per le case farmaceutiche. Come sarebbe un mondo vegan secondo te? Un mondo che rispetta la natura, gli animali, le persone, il pianeta, un mondo fatto di persone sane, in grado di pensare con la propria testa. Un mondo che non produce ricchezza per quei pochi eletti che stanno al vertice e manipolano la gente con campagne pubblicitarie. Mai visto una pubblicità del latte? Ti dicono che è ricco di calcio e combatte l'osteoporosi, quando in realtà è il principale responsabile, http://www.disinformazione.it/latte.htm.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Non devi per forza seguire una dieta particolarmente attenta, ma neanche pasta latte e uova va bene. Al posto della carne puoi mangiare i legumi. O anche cereali integrali, patate, verdura o frutta. Ma non sostituire la carne con altra farina raffinata o latticini o uova. Visita questo sito: http://www.vegfacile.info/

  • Anonimo
    8 anni fa

    Ovvio, commissionare/incentivare un omicidio è grave tanto quanto commetterlo direttamente, se non di più, data l'aggravante in vigliaccheria.

    Naturalmente un omicidio è definitivamente grave in sè, non v'è bisogno neanche di pensare al trattamento riservato blabla che è difatti raccapricciante e osceno, una strategia per legittimare il genoicidio degli ebrei fu "umanizzare" l'uccisione, quindi ricercare grottescamente il metodo "migliore" per ammazzarli, quello più veloce-indolore che fu creduto essere poi con il gas.

    Un omicidio finisce una vita, toglie tutto, diamine! Cos'altro si vuole di più!

    Tutti i pulciosi che stanno a cavillare sul trattamento degli animali, sull'utilizzare cadaveri di omicidiati in ridenti allevamenti biologici, mi fanno ridere, amaramente.

    Poi c'è quello che ti dà ragione ma proprio non può rinnegare la sua natura, per la miseria! Altrimenti sarebbe un ipocrita!

    Del tipo che questo aspetto è così naturale in lui che gli hanno dovuto dare le istruzioni quando è nato con su scritto e ribadito nelle scuole: "Allora noi siamo onnivori, quindi la nostra natura è mangiare carne", non era una cosa innata? Anche se io non ce lo vedo passeggiando per le strade avere l'istinto di avventarsi su una vacca pascolante. Poichè non è nella sua natura scrivere al pc, glielo butterei anche nelcesso, cordialmente. Poichè l'evoluzione non è evidentemente nelle sue cord.. nella sua natura, lo spedirei sempre gentilmente in Kazakistan.

    Le solite scuse che gli illuminati hanno dovuto sorbirsi in tutte le epoche: la guerra è naturale, sempre esistita blabla, l'assoggettazione dei popoli è naturale, sempre avvenuta bla bla, l'uomo per migliorari e sopravvivere ha sempre dovuto uccidere l'altro bla bla. Solitetroiate, se puoi consentirmi il termine.

    Però ci siamo evoluti, dalla "precedente natura" e non schiavizziamo più i neri in patria, ad esempio, e consideriamo quel naturalissimo istinto alla violenza carnale, deprecabile e così via.

    Per fortuna non siamo vittime della natura, ma costruzioni consapevoli della stessa, la nostra razionalità è sempre naturale eh? I nostri sentimenti, la nostra capacità di riflettere son sempre naturali eh? Non abbiate paura di usarli. Non è che dalla natura dobbiate prendervi necessariamente quanto vi convenga.

    "Anche gli animali si mangiano tra loro", e allora per dispetto lo fai pure tu? Ma che simpatico, mi ricorderò di te quando ribadiranno che l'uomo è un essere pensante.

    Però che vuoi farci, hanno ragione, hanno paura che la signora Madre Natura gli bussi alla porta e gli dica: "Falso! Ipocrita! Sei proprio come tutti gli uomini!".

    Però c'è chi ama ribadire che siamo onnivori e io me ne compiaccio perchè mi sento così fortunata ad esserlo! Non sono erbivora quindi in caso di carestia potrei sopravvivere con la carne di altri esseri viventi, eventualmente deceduti da poco, non sono carnivora quindi non sono costretta ad ammazzare normalmente altri esseri e sono completa, frutto appunto di una evoluzione, posso mangiare i cibi più sani e meno dannosi per me, quelli vegetali, e poi in caso di carestia assumerne anche di animali. POSSIAMO mangiare anche la carne, non DOBBIAMO, biologicamente, questo è importante.

    Continuo con l'altro account.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    E' facilissimo, basta essere convinti della scelta. Personalmente sono passata da onnivora a vegana senza problemi e nemmeno ripensamenti.

    @Fabio DC: alcune piccole precisazioni:

    "... vegana (nemmeno i derivati, solo frutta e verdura)."

    ... i vegani mangiano anche i cereali

    "... dovresti anche privarti di dolci,brioche, cioccolata, perchè fatti con il latte, o il burro, anche se gli amici vegani diranno che ci sono surrogati, personalmente posso dirti che non sono la stessa cosa. "

    ... premesso che rinunciare ai dolci industriali fa solo che bene, esitono dolci già vegani come varie marche di sfogliatine e anche alcuni tipi di biscotti, esiste anche la nutella vegana che è uguale come sapore a quella originale della ferrero. Comunque puoi farteli i dolci, cosa che consiglio caldamente a tutti.

  • Stessa cosa naturalmente accade per le uova, dove (come ha mostrato anche la trasmissione "Report"), quando vi è bisogno di un ricambio di ovaiole e si fanno schiudere le uova, i pulcini maschi vengono tritati vivi per diventare concime o mangime, le femmine invece allevate per diventare altre ovaiole. Inoltre, per rubare tutto il latte ai vitelli, è d'uso dare quello artificale al vitello e poi venderlo per la carne tenera di vitellino, altresì ci sono articoli che mostrano come spesso gli allevatori gettano i vitelli in zone erbose lontane, sbarazzandosi del problema in modo differente e veloce (questo è però illegale, il resto -triturare pulcini anche- è legale).

    Tutti i nutrienti li possiamo ricavare dai vegetali

    Io sono vegana da un dieci anni, ho iniziato ancora prima da piccolissima ad esser vegetariana

    Mi basta mangiare vegetali senza neanche quelle cose strane come tofu, sietan, tempeh, il latte di soia solo qualche volta per sfizio, ma prediligo il legume soia, ma sempre raramente

    mangio insomma prodotti normalissimi, basta assumere almeno 3-4 volte a settimana legumi e variare tutto il resto a piacimento

    pare importante assumere 3 noci al dì per gli omega3 ma c'è chi giura che sta bene anche senza e per il resto occorre variare come aggrada verdure cereali legumi frutta secca frutta fresca

    per il calcio van bene cavolo e cavoletti di bruxelles, nonchè frutta secca che è davvero ricca di nutrienti, ferro e proteine, una versa risorsa alimentare ed energetica

    Umberto Veronesi suggerisce l'alimentazione vegetariana, l'Organizzazione Mondiale della Sanità e una delle più importanti associazioni mediche American Dietetic Association e altri organi importanti hanno definito la dieta vegetariana salutare e possibile sin dallo svezzamento e la dieta vegana possibile per l'organismo umano

    se poi si hanno problemi di carenza nella dieta, riscontrabile nell'analisi, è facile prendere accorgimenti per rimediare, ad esempio per il ferro si associa, nel caso, vit. C con cibi ricchi di ferro, quindi una spremuta di arancia assieme a un piatto di lenticchie, bietola con succo di limone etc., lontano almeno due ore caffè, cioccolato, latticini (per il calcio), the e vino, perchè riducono l'assorbimento del ferro, difatti gli spinaci contenendo molto calcio sono inefficienti per il ferro, pur contenendone molto ne impediscono in parte l'assimilazione

    ti vedo molto combattiva e decisa, questo è un piacere, in un mondo di zombie lobotomizzati, quindi consiglio di iniziare a frequentare chi ha sposato la tua stessa decisione, cercando associazioni o gruppi di volontari nella tua zona, a questo proposito puoi scrivere a info@agireora.org e se vi sono veg*ani nella tua zona ti verranno segnalati

    ---------------------------------------------------------------------------------

    solo una cosa riguarderebbe un integratore, c'è la questione della B12, comunque somministrata anche artificialmente agli animali così poi finisce nella carne, puoi leggere qui: http://www.veganhome.it/articoli/vitamina-b12/

    Se vuoi chiedere qualcos'altro fai pure.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Se mangiare la carne non è neanche tanto nella nostra natura, perchè quella fu una lunga parentesi dovuta alla glaciazione che ci indusse a modificare il nostro organismo assumendo anche carne, per sopravvivere, ma nascemmo appunto frugivori, come recenti scoperte confermano, rubare il latte di altri animali è anche meno naturale, in quanto esso è evidentemente prodotto dalla femmina animale per sfamare il suo piccolo, "è il ciclo della vita", poi sopraggiunge l'uomo, viziato, accentratore e despota, che vuole tutto per sè, come un principino viziato, che usa impropriamente il suo potere per avere tutto quello che vuole, senza preoccuparsi delle conseguenze.

    Certo, anticamente aveva un senso. Non si dominava ancora la natura, non c'erano coltivazioni protette, trasporti, serre, i metodi moderni per avere sempre possibilità di nutrimento peraltro completo e vario, quindi tutto quello che si poteva prendere si prendeva.

    Adesso è solo un vizietto, una piacevole stupid a abitudine.

    Una percentuale impressionante di persone infatti è allergica al latte, è inoltre superproteico perchè servirebbe al vitello che cresce dieci volte di più di un bambino umano, dopo anni di bombardamento del mito delle proteine, di lontana memoria -nel periodo postbellico aveva un senso- (purtroppo la Scienza è sempre lenta, lentissima nell'aggiornarsi) si è verificato che un problema che investe gli Stati occidentali è proprio l'esubero di proteine, nonchè il fatto che in tutti i Paesi a maggior uso di latticini, vi è una grave incidenza di osteoporosi, difatti (ma la Scienza collusa e finanziata e monopolizzata dalle lobby faticherà a pubblicizzarlo ampiamente) i latticini tolgono, per un determinato processo, più calcio di quello che danno, meglio dunque il calcio vegetale.

    Le uova sono potenziali pulcini su cui non abbiamo il diritto di non esistenza, noti sono i problemi che darebbero le uova, troppo colesterolo, troppi grassi, problemi al fegato, insomma anche comunemente queste cose sono risapute.

    Quello che davvero sta alla base del vegetarismo, la rivoluzionarietà del concetto, risiede proprio nella non volontà, ormai, di disporre delle vite altrui, la mancanza di questo diritto autoritario, consci dell'inutilità delle sostanze animali per il nostro organismo.

    Questo dovrebbe portare a un vegetarismo puro, una dieta ad esclusiva base vegetale. In definitiva, quella più propriamente detta vegana. Noi vegani eslcudiamo qualsiasi prodotto animale, anche la lana, ad esempio.Quella vegetariana sembra quasi una scelta estetica, di facciata o superficiale, emotiva. Non introduco nel mio corpo pezzi di corpo di qualcun altro: sono a posto.

    Ignorando che non è la materialità delle cose il fulcro, ma l'effettività.

    Volutamente glissando, dunque, sul fatto che, intanto, per latte e uova gli animali crescono comunque in cattività, che le loro vite vengono disposte dagli uomini, spesso in maniere criminali (allevamenti di cemento, impossibilità di movimento etc.), anche se a volte in contesti più felici (allevamenti biologici), ma sempre decisi, gestiti, dall'autoletto "padrone uomo".

    Ma soprattutto dimenticando che, a fine carriera, queste mucche, queste galline, bisognerà pur ucciderle. O dove le si mette?Qui cade anche quella branca protezionistica degli animalisti per cui in un baratto deciso unilateralmente si dà agli animali buon vitto e buon alloggio e ci si prende i suoi frutti.Una dinamica che pur volendo è irrealizzabile e si accartoccia su sè stessa, crollando sui suoi sbagliati presupposti.Difatti è una cosa al limite pensabile in un contesto familiare con un due mucche da mantenere, ma se hai un allevamento quando tutti gli animali diventano troppo grandi e improduttivi e devi sostituirli tutti, non te ne puoi costruire un altro dove usare animali più giovani e nell'altro dare la pensione ai vecchi, campandoli, senza un ritorno economico. Si finirebbe per spendere tutto quello che si guadagna e ci sarebbe un impiego di terreni esorbitante.

    Quindi, quando gli animali raggiungono una certa età, vengono venduti al macello.

    Alcuni vegetariani dicono: ma è una cosa alimentata da chi mangia carne, perchè semplicemente se non si mangiasse carne quegli animali non sarebbero venduti, quindi per me bere latte è giusto.

    No, se non si mangiasse carne semplicemente gli allevamenti da latte non esisterebbero perchè sarebbero antieconomici o più realisticamente gli animali sarebbero uccisi e bruciati da aziende appaltate.

    Continuo con l'altro account.

  • 8 anni fa

    Mangiare carne non fa parte del ciclo della vita. E' naturale per un leone ma non per noi che abbiamo una struttura fisica che non ci permette di uccidere e sbranare animali a mani nude e coi soli denti. Siamo invece frugivori e quindi il nostro cibo naturale è costituito da frutta, verdure, legumi, cereali, semi e tuberi. Una buona alimentazione (che si sia vegetariani o no) deve basarsi su un largo consumo di frutta e verdura crude, meglio se a inizio pasto o tra un pasto e l'altro. Legumi e cereali, meglio se biologici e integrali, in ogni forma: in chicco, pasta, farine, pane, etc. E poi, come dicevo, anche la frutta secca e i tuberi come patate e carote. Se si consumano anche i derivati animali è bene in ogni caso non eccedere coi latticini: sono grassi e rendono difficile l'assorbimento del ferro. Ultimamente poi vi chi pensa che i latticini favoriscano pure l'osteoporosi: pur fornendo molto calcio, acidificano il sangue e l'organismo per equilibrare è costretto o prenderlo dalle ossa. Insomma: toglierebbero più calcio di quanto non ne apportino.

  • Andrea
    Lv 5
    8 anni fa

    Bè,dipende se la carne e il pesce ti piacciono oppure no;nel mio caso sarà difficile esserlo proprio per questa ragione!

    Per quelli che sono convinti che mangiare la carne sia naturale,leggete qui :

    http://www.alimentazionesostenibile.org/anatomia/m...

  • today
    Lv 6
    8 anni fa

    ciao! è il motivo per cui io penso che sia ipocrita mangiar carne per chi la pensa come noi.

    Non è difficile, certo non puoi pensare di mangiare solo insalata e pasta. Perchè ti faresti solo del male o.o

    Però mangiando almeno uno/due uova (biologiche) a settimana, mangiando legumi (circa 3 volte a settimana) e cereali, non corri rischi.

    è semplice, basta arricchire la propria dieta in modo che non avanzi più posto per la carne. Ah, non esagerare con i latticini :)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.