David David ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 9 anni fa

Figli unici. Malessere o benessere?

9 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Malessere. Per me è stato un profondo, inesorabile, insondabile malessere.

    Da che ho ricordi della mia infanzia non ho fatto altro che chiedere, più o meno insistentemente a seconda dei periodi, un fratellino o una sorellina. Ho sempre avuto un senso "materno", a 10 anni non guardavo i neonati con l'occhio menefreghista di quell'età, bensì mi scioglievo in un sorriso, ad un istinto di dolcezza e il mio sogno era che i miei si decidessero a regalarmi una sorta di bambolotto in carne ed ossa. Quando è arrivato il mio cuginetto gli ho insegnato a fare i primi passi ed era il mio orgoglio spingerlo sull'altalena.

    La mancanza di quel che non è stato la provo anche oggi, con una consapevolezza diversa. Crescendo ho interiorizzato in me quello che Mattia molto schiettamente credo volesse comunicare. Ho visto fratelli odiarsi al punto da voltarsi dall'altra parte per strada incontrandosi, ho visto figli fare la scalata puntando alla preferenza cieca e incondizionata di mamma e papà facendo passare ai fratelli l'inferno per puro egoismo, narcisismo, protagonismo. Per questo non permetto ad Anto di far passare il solito messaggio. Per certi aspetti mi sento viziata, certamente lo sono più di quanto lo fossero i miei nonni o i miei genitori o , senza andare lontani, qualche mio coetaneo...ma non più di quanto possa esserlo la maggior parte dei giovani oggi, figli unici o la metà della tipica "coppietta", di quanto lo sia Anto per scrivere certe idiozie generalizzate.

    Quello che temo è di vedere i miei genitori invecchiare, non tanto per un attaccamento morboso a loro, anzi..direi che sono forse troppo ribelle, troppo "ideologicamente indipendente" da loro per solo accettare qualche suggerimento (lo dico un pò con vanto un pò con vergogna), quanto per trovarmi sola mentre vedo il mio passato sfilare via, senza poterlo condividere con nessuno. Non potrò essere mai una vecchietta che davanti al caminetto chiede a suo fratello o sua sorella "ti ricordi quando da piccoli....?"

    Pazienza, ci sono mali peggiori. Ne ho sofferto e me ne dispiaccio, ma in fondo quel che conta non è tanto essere figli unici, quanto buoni figli. E io, nonostante i miei si lamentino di me e io mi comporti sempre da bastiancontrario, nonostante non ci perdiamo in "sdolcinerie", nonostante dia a loro qualche dispiare, sono quella su cui possono contare e so , non so come, che in fondo lo sanno.....

    Ciao

  • 9 anni fa

    Alla fine è tutto una merdà.

  • 9 anni fa

    Sono cresciuta come figlia unica, sebbene non mi ritenga tanto più egoista e superficiale di quanto lo possa essere Anto.

    Non so cosa significhi avere dei fratelli, dunque non saprei neanche se sentirne la mancanza.

    Fonte/i: ahaha Mattia..
  • benessere da una parte malessere d'altra.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    Sicuramente la bilancia penderebbe sulle mancanze la solitudine in famiglia porta dele carenze reali sotto l'aspeto comportamentale e questo si palesa quando si confrontano nelle attività di gruppo e li sono chiamati a condividere e a rapportarsi, le carenze si sentiranno x tutta la vita xchè da grandi quando i genitori non ci saranno più loro saranno ancora più soli, la questione patrimoniale di certo non potrà mai pareggiare queste carenze. Ciao buona serata

  • Anonimo
    9 anni fa

    tutti i figli unici che conosco sono estremamente viziati.. io ho un fratello e anche se mi fa dannare dalla mattina alla sera non lo cambierei mai con un altro o tanto meno vorrei rimanere l' unica figlia dei miei.. non mi piace l' idea di essere figli unici.. mi deprime solo il pensiero

  • Anonimo
    9 anni fa

    Benessere! Mi piacerebbe essere figlia unica . I miei fratelli mi reputano egoista perché non voglio condividere i fatti (soprattutto con mia sorella) tipo robe, vestiti... Quindi essere figlia unica per me sarebbe benefico...

  • ?
    Lv 6
    9 anni fa

    diciamo che essere figli unici a i suoi pro ma anche i suoi contro

    essere figli unici vuol dire una camaera tutta tua nessuno che ti rompa le scatole non devi essere costretto a sentire musica scioccante o vedere film da vomito per non parlare dei poster con gente il cavallo dei pantaloni alle ginocchia e mezzo c**o di fuori

    però vuol dire anche non avere nessuno da prendere in giro, contare sempre e comunque sugli amici sarebbe una noia mortale

  • 9 anni fa

    malessere di sicuro! egoisti, superficiali, non sanno cosa sia la condivisione

    Fonte/i: io e mia sorella
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.