In cosa consiste la PNL?

So che la sigla sta per programmazione neuro linguistica, ma da quello che si trova in rete in merito non si comprende molto cosa sia in effetti.

Visto che in questa sezione l'ho letta chiamata in causa spesso, qualcuno può spiegarmi in cosa consiste.

Aggiornamento:

@¨‘°º ℓα∂у gσ∂ινα º°‘¨: grazie, così è molto più chiaro da comprendere!

Aggiornamento 2:

@il Matto Sapiente: sempre più interessante, non mi aspettavo decisamente risposte così (tanne la prima buttata lì per i 2 punti).

Non è che avete qualche link per approfondimenti, che non sia vago come gran parte di ciò che fornisce Google?

Aggiornamento 3:

@¨‘°º ℓα∂у gσ∂ινα º°: Grazie!

3 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Ho letto in wiki la spiegazione ed effettivamente è spiegata molto male perchè è la traduzione pari pari da quella inglese. Tremendo.

    Il concetto chiave di questa modalità di psicoterapia (questo è) consiste nel pensare a noi stessi come a delle macchine che si possono autoprogrammare: attenzione, non programmare dagli altri, ma solo da noi stessi.

    E' quindi un approccio diverso alla psicoterapia volto al miglioramento di noi stessi.

    I fondatori avevano intuito un collegamento tra i processi neurolinguistici e quelli comportamentali acquisiti con le esperienze di vita, e hanno quindi deciso di combinarli per raggiungere più facilmente certi scopi.

    Degli esempi.

    All'inizio il praticante deve cercare di stabilire un contatto con il paziente, che consiste di parole chiave, associazione di idee e di linguaggi non verbali, come i movimenti degli occhi (hanno anche una griglia per queste cose).

    Dopodichè il praticante pone domande per continuare a stabilire un rapporto sulla vita del cliente e sugli scopi e le ambizioni che vuole raggiungere. Piano a piano il cliente comincia a rimpiere i buchi tra la vita presente e quella alla quale aspira tramite direzionamento del praticante che legge i suoi linguaggi non verbali.

    Il cliente viene quindi "portato" a capire cosa vuole e come raggiungerlo.

    Ti do un esempio stupidissimo, ma chiaro.

    Il praticante sa che vuoi qualcosa.

    Ti da parola chiave "carretto, cono" e a seconda del tuo linguaggio non verbale capisce che vuoi un gelato. Parlando salta fuori la tua passione per la crema pasticcera, e il praticante vede dai tuoi gesti che vuoi un gelato alla crema.

    Ti porta quindi poi nella condizione di poter capire che quello che vuoi è un gelato alla crema e come ottenerlo.

    Fa parte delle scienze cognitive ed è ampiamente criticato perchè sembra porti ad una specie di mentalismo, di manipolazione dell'io e delle volontà di una persona.

    In effetti potrebbe esserlo. Per questo va praticato da persone competente e che sanno quello che fanno.

    E' utile infatti nei programmi di psicoterapia così come in quelli di riabilitazione: infatti lo scopo non è di "riprogrammarti", ma di farti capire quello che vuoi e come ottenerlo....

    ___________________________________________________

    La maggior parte dei siti più referenziati sono in inglese.

    Questo è il sito di uno dei fondatori:

    http://www.richardbandler.com/

    Questi sono siti italiani che danno degli accenni, e trovi le associazioni italiane:

    http://www.pnl.info/

    http://www.programmazioneneurolinguistica.com/arti...

    http://www.enciclopediadellapnl.com/

    http://www.sipnl.it/

    E' comunque una cosa molto interessante....

    ;-)

  • Anonimo
    9 anni fa

    la PNL è una rappresentazione del mondo attraverso l'organizzazione neurosensoriale della percezione.in linea di massima ciò che percepiamo coi nostri 5 sensi viene distinto in 5 categorie principali. auditive, visive e cenestesiche ed emotive. ogni rappresentazione di se stessi è collegata all'ambiente e strutturata attraverso la percezione, come fili che legano il percepito all'ambiente, tipo ciò che vediamo, sentiamo, le emozioni che ci suscita l'ambiente nel corpo, cioè la cenestesi(detto molto rozzamente), sensazioni tattili, olfattive,gustative ed eventuali sinestesie(un senso che rappresenta e contiene anche gli altri sensi,un senso che diventa una specie di punto nodale con gli altri sensi). queste percezioni vengono raggruppate nelle nostra mente in strategie, per cui ogni comportamento contiene una organizzazione di tutta la percezione e di tutti i sensi di cui uno è il punto centrale e determina il tipo di autorappresentazione dominante in un certo modo di esistere e stare al mondo collegati all'ambiente attraverso i sensi. queste strategie, che ovviamente vengono memorizzate come modelli di comportamente strutturati con l'ambiente vengono espresse attraverso le manifestazioni non verbali cosicchè si riesce a capire che tipo di strategia usa o ha usato una persona in una certa esperienza, e tale strategia può essere attivata. esistono in proposito tenciche di estrazione delle strategie che come detto sono modelli di comportamento organizzati delle percezioni sensoriali legate all'ambiente e alle esperienze vissute e che continuamente si evolvono e si strutturano con altre e sono risorse che altri possono anche gestire a nostra insaputa o contro di noi. all'interno di queste percezioni esistono poi le submodalità che sono il punto centrale della percezione di un determinato senso, cosicchè nella percezioni visiva può diventare centralela luce, la figura, lo sfondo, l'ombra, il chiaroscuro, la definizione etc.etc. nella percezione auditiva il ritmo, per esempio, il volume, il timbro etc.etc..e relativamente nella stessa maniera con le altre percezioni. comunque la Pnl raggruppa le percezioni in tre tipi: auditive, visive e cenestesiche, che inglobano oltre all'autopercezione umorale ed emotiva gli altri sensi.

    è comunque un tentativo di dire qualcosa su un argomento non certo facile.mi rendo conto che quanto esposto è molto rozzo ma non posso fare altrimenti.in parole povere si ha con la pnl memorizzato in noi la percezione che ci autorappresenta nell'ambiente a seconda dei compiti o ruoli che svolgiamo o che abbiamo svolto e che determina la nostra consapevolezza e il nostro stare al mondo.Le nostre esperienze e la loro organizzazione neuro sensoriale sono nostre risorse attivabili e gestibili da noi ed altri , con le quali conoscendo le tecniche di estrazione si può entrare in contatto anche all'insaputa dell'interessato.. è chiaro che chi la conosce molto bene, ma bisogna conoscerla molto bene, può usare le tecniche di estrazione per manipolare le persone e capire l'organizzazione delle strategie interne dalla comunicazione non verbale. . della pnl se ne può fare e se ne fa cattivo uso-la mia spiegazione ammetto è molto rozza, approssimata e incompleta ma non so fare di più, comunque parzialmente c'è la risposta almeno in essenza.molti concetti della PNL hanno molto in comune con la Psicologia della Gestalt.Aggiungendo, si può anche parlare di organizzazione cognitiva e neurosensorialedelle nostre esperienze esistenziali che costituiscono una nostra risorsa che può essere gestita e compresa perchè ogni esperienza comporta un particolare uso dei nostri sensi e ogni esperienza si rivela e appalesa attraverso segni corporei tipo respirazione, deglutizione, movimenti oculari, linguaggio, mimica, cinesica alterazioni emotive etc.etc.

  • 9 anni fa

    Ti riprogrammano il cervello a pensare secondo alcuni schemi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.