nuova cricetina, ancora molto piccola... ha paura di me e piange come mi comporto adesso?

Dopo che è morta la mia cricetina oggi per colpa di mio padre ne ho presa un altra... molto piccola ancora che ha molta paura... come mi comporto?

5 risposte

Classificazione
  • gjhfhs
    Lv 4
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Per colpa di tuo padre? Comunque mi dispiace, è brutto perdere un'animale e io ne so qualcosa, ma veniamo al punto. Hai dei problemi con il tuo criceto nell'instaurare un rapporto di sicurezza? Posso aiutarti eccome, vai su questo sito: http://accademiadeicriceti.forumfree.it/ E' un sito che parla per la maggior parte di criceti, ma anche di altri roditori e di altri animali, clicca sul link e domanda, rispondi e soprattutto informati. Nel frattempo rispondo alla tua domanda..

    Come cominciare ad interagire con un criceto:

    Anzitutto, ricordatevi di avvicinare il vostro criceto nei momenti in cui lo vedete sveglio, preferendo farlo di sera, magari

    in una stanza con luce tenue. Non dimentichiamo che i vari criceti sono attivi con l'oscurità e svegliandoli si ottiene tutto fuorchè la loro amicizia!

    Una volta portato a casa il vostro criceto, è bene lasciarlo tranquillo un paio di giorni, così che si adatti al nuovo ambiente.

    Nel mentre, potete fargli sentire la vostra voce, magari mentre siete al telefono, in modo che inizi a cogliere la vostra presenza.

    Una volta che il vostro criceto si è abituato alla nuova "casa", si può cominciare ad infilare la mano in gabbia.

    E' importante ricordare di lavarsi le mani prima di avvicinarlo: i criceti tendono a mordicchiare le cose per "conoscerle", se i vostri polpastrelli sapranno odori invitanti, non esiterà ad affondare con forza!

    Solitamente un criceto tranquillo:

    -accetta la vostra mano in gabbia (anche solo ignorandovi);

    -si avvicina alla vostra mano e vi da dei leggeri

    morsetti;

    -vi mette una zampina sulla mano o vi sale addirittura sopra.

    Se vi trovate alla prima tappa provate ad attirare la sua attenzione con del cibo appetitoso

    (verdura, semi di girasole, pinoli,semi di zucca) notando se passa alle successive.

    Potete anche mettervi in una stanza a prova di criceto (ovvero senza pertugi dove possa sparire), aprire la gabbia aspettando che sia lui ad uscire (anche qui si può attirarlo con delle ghiottonerie) e ad avvicinarvi.

    Fate in modo che esca dalla gabbia attraverso un tubo o altri metodi, altrettanto vale per il rientro. Le uscite devono dipendere

    dalla sua volontà, altrimenti risulteranno un'imposizione e il vostro animaletto non gradirà.

    Mettetevi a gattoni (così risulterete più piccoli) seguendolo nelle sue perlustrazioni, magari dandogli un semino ogni tanto..

    Così facendo, di norma dovreste riuscire a stabilire un ottimo legame in un paio di settimane.

    Una volta che accetterà tranquillamente il contatto, potrete sedervi facendolo camminare sulle vostre gambe, migliorandolo sempre più "giocandoci" assieme.

    Come agire con un criceto territoriale

    Può capitare che il vostro criceto sia territoriale e reagisca alle intrusioni nella sua gabbia con morsi e squittii.

    Ciò non significa che FUORI dalla gabbia, invece, non possa essere più avvicinabile.

    Provate a mettervi in una stanza e a seguire i passi indicati poco fa!

    Il segreto per socializzare con un criceto

    Il segreto per conquistare un criceto (e in generale anche tutti gli altri animali) è farlo sentire al sicuro e non

    costringerlo mai a fare qualcosa. Lasciategli sempre un certo margine di libertà e ricordatevi di rispettare quanto scriveremo

    qui sotto. Ricordatevi che è un animaletto che in natura è una preda, quindi l’ istinto di scappare da noi umani, grandi e grossi, in alcuni soggetti è forte e obbligandoli in qualsiasi modo non faremo altro che rafforzarlo.

    Cose da non fare

    Ecco un elenco di azioni da evitare:

    - costringere un criceto a starvi in mano;

    - prenderlo contro la sua volontà, magari pure dall’ alto (se si scosta quando vi avvicinate, non vuole!);

    - non accettare la natura schiva/territoriale di un criceto, continuando ad avvicinarlo anche se non vuole;

    - sgridarlo/punirlo quando morde;

    - trascurarlo perché non da le soddisfazioni che vorremmo (es: non farlo uscire la sera, cambiare meno spesso la lettiera, non controllare mai

    le sue condizioni fisiche, fornirgli cibo di minor qualità o non somministrare verdure fresche “perché è un "ingrato”).

    Spero di averti dato uno mano, un saluto :)

  • Ciao
    Lv 4
    9 anni fa

    ah allora ne hai presa una nuova :) come ti ho scritto prima sono molto dispiaciuta per la tua perdita :(

    cmq per la nuova cricetina aspetta che si ambienti, è da pochissimo che ce l'hai, devi addestrarla piano piano, per oggi lasciala stare, mentre domani prova a derle da mangiare con la mano, non aver fretta, vedrai che si abbituerà, poi quando si fiderà di te vedrai che starà benissimo e sarete amiche per sempre :)

    spero di esserti stata d'aiuto

    ilaria <3

  • Anonimo
    9 anni fa

    Ci vuole solo tempo... dopo qualche mese si abituerà

    Cmq mi dispiace.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Appena prendi il tuo criceto, mettilo nella sua gabbietta e procuragli tutto l'occorrente. Tuttavia, non esagerare trattandolo come un figlio viziato, comprandogli ad esempio tante cose inutili. Lui ama le cose semplici: un rotolo di carta igenica finito è più divertente di qualsiasi altro giochetto. Un oggetto che invece è per lui fondamentale è la ruota. Sceglila con cura e fai attenzione che, se ne prendi una di plastica, dopo un po' incomincerà a cigolare, infastidendo il tuo piccolo amico. Prova con una ruota di tipo fisso e che non si debba attaccare alle ringhiere della gabbia.

    Con un pò di attenzione i criceti possono essere presi in mano, accarezzati e coccolati. Evita, però, di sollevarli perchè potrebbero spaventarsi e morderti.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.