Differenze tra il riflesso vestibolo-oculare e il riflesso optocinetico?

Ringrazio chiunque risponderà

1 risposta

Classificazione
  • Luigi
    Lv 6
    9 anni fa
    Risposta preferita

    IL SISTEMA DEL RIFLESSO

    VESTIBOLO-OCULOMOTORE

    Serve a stabilizzare gli occhi quando avvengono cambiamenti BREVI ed IMPROVVISI della posizione del capo; questo sistema, quindi, opera con il fine di mantenere lo sguardo nella stessa direzione che aveva prima del movimento della testa Il segnale che da origine a questo riflesso non deriva dal sistema visivo, bensì dal LABIRINTO MEMBRANOSO dell’orecchio interno

    IL SISTEMA DEL MOVIMENTO

    OPTOCINETICO

    La sua azione s’integra con quella del riflesso vestibolo-oculomotore; nei movimenti del capo di

    circa 0.5 sec, il riflesso vestibolo-oculomotore è sufficiente a stabilizzare l’immagine retinica dell’oggetto fissato. Se il movimento unidirezionale prosegue, questo riflesso tende ad adattarsi

    (adattamento completo dopo 20-30 sec) e non è più in grado di compensare il movimento del capo.

    Per movimenti del capo prolungati, quindi, entra in azione il riflesso optocinetico, il quale viene evocato da SEGNALI RETINICI continui.

    La risposta del riflesso optocinetico dipende da strutture sia corticali che sottocorticali; fra queste ultime sono comprese anche i nuclei vestibolari che, tramite il pretetto, ricevono informazioni dalla retina. La componente corticalecomprende l'area visiva primaria, cui, a questo scopo, arrivano fibre dagli strati magnocellulari del nucleo genicolato laterale, ed altre aree visive corticali.

    Quindi da come si vede uno dipnde dall'orecchio interno e l'altro dal snc sono due cose distinte che si integrano per assicurare la migliore visione nel movimento

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.