The Van ha chiesto in Matematica e scienzeMedicina · 9 anni fa

Cellulari e tumori, allarme esagerato?

In questo campo le ricerche sono molto contraddittorie, tuttavia le ricerche che evidenziano lo scenario peggiore parlano di un aumento dal 280% al 420% dei neuromi e gliomi.

Guardando sul sito dell'AIRC e su altri siti come "registro tumori" vedo che le probabilità sono all'incirca 1 su 10.000, quindi con un uso intensivo si andrebbe da 3 a 4 su 10000, lo 0,03/4%... a questo punto non è più facile che la gente ci resti secca per un incidente causato dal rispondere al cellulare?

E soprattutto, non sarebbe meglio concentrarsi su altre cose (fumo, alcol, sovrappeso, sedentarietà?).

1 risposta

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Se una ricerca è contraddittoria, vuol dire che non è rilevante.

    I tumori sono malattie dall'insorgenza lentissima e sono dovuti dalla somma di innumerevoli cause.

    La nostra vita si è notevolmente allungata rispetto al passato, e conduciamo ora uno stile di vita che ci espone a maggiori insulti chimici e fisici (cibi, fumo, inquinamento, ecc ecc) e ognuna di queste cose è un fattore di rischio.

    "fattore di rischio" vuol dire che aumenta la probabilità, ma ciò non vuol dire che non esista gente di 80 forte fumatrice che sta benissimo, e giovani non fumatori ammalati di tumore, per esempio.

    Alla mole di fattori ambientali si aggiungono anche tutte le predisposizioni genetiche individuali, che dipendono dai geni che abbiamo ereditato.

    In questa baraonda di fattori di rischio è molto difficile capire cosa è veramente pericoloso e cosa non lo è, perchè il campione di popolazione è molto disomogeneo (stili di vita, livelli di inquinamento, geni ecc..), ed è per questo che tuttora molte sostanze chimiche sono "sospetti cancerogeni" (e non "sicuramente cancerogeni"), data la difficoltà di dimostrare questo fatto.

    Ora come ora non ci sono dati rilevanti sulla correlazione cellulare/tumore, anche perchè non solo i cellulari emettono radiofrequenze (siamo immersi nei Wifi, radio FM, satellite, GPS ecc) quindi è difficile trovare campioni di persone esenti da radiazioni che possano fungere da controllo.

    In sostanza, è giusto fare ricerca e capire cosa è dannoso e cosa no, l'importante è non gridare "al lupo" senza motivo!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.