? ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 9 anni fa

Mi potete fare un riassunto sulla civiltà Micenea ?

mi servirebbe urgentemente e lo vorrei dettagliato ma non troppo lungo dicendo un po tutto cioè societa storia ecc. ecc.

1 risposta

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    La Grecia continentale ( = la parte della Grecia attaccata alla terra) ha un territorio poco adatto all'agricoltura. Ci sono molte montagne. Solo lungo i fiumi maggiori ci sono piccole pianure. Anche le isole sono piccole. I popoli che abitano in Grecia nell’antichità non hanno lo spazio per coltivare, così fanno molte guerre fra loro per conquistare le poche pianure. Spesso i popoli decidono di migrare ( = andare) in altri posti.

    I lavori degli antichi popoli che vivono in Grecia sono:

    1. L’agricoltura. In tutta la Grecia crescono viti, olivi, fichi; in pianura crescono frumento, orzo, mandorli.

    2. L’artigianato (vasi, piatti…).

    3. Il commercio (nel Mare Egeo e Mediterraneo).

    Noi abbiamo poche notizie sicure sugli Indoeuropei. Gli Indoeuropei sono un gruppo di popoli che abitano un territorio molto vasto tra l’Europa e l’Asia, forse nella zona delle montagne del Caucaso. Nel periodo fra il 4500 e il 2000 a.C. (circa) si spostano per occupare nuovi territori. Parlano la stessa lingua, che si chiama indoeuropeo.

    Nel Peloponneso nasce una grande civiltà, la civiltà micenea, o achea (guarda la carta geografica numero 2). L’aggettivo “micenea” viene dalla città di Micene. Nel 1876 l’archeologo Heinrich Schliemann ha scoperto i resti di questa città, fondata dai Micenei all’inizio della loro civiltà.

    La civiltà micenea si divide in tre periodi:

    - Periodo miceneo antico (dal 1600 a.C. al 1500 a.C. circa)

    - Periodo miceneo medio (dal 1500 a.C. al 1400 a.C. circa)

    - Periodo miceneo tardo (dal 1400 a.C. al 1200/1100 a.C. circa)

    La civiltà micenea non è uno Stato unitario: ogni città micenea è una città-stato. Il re della città si chiama wanax. La persona più importante dopo il re è il capo dell’esercito, che si chiama lawagetas. Il re non decide tutto da solo, ma ha bisogno del consenso dell’aristocrazia ( = i cittadini più ricchi devono essere d’accordo con il re). Per discutere i problemi della città ci sono delle assemblee ( = incontri per parlare dei problemi e decidere cosa fare). Sono molto importanti anche gli artigiani che lavorano il ferro (cioè i fabbri) e gli artigiani che fanno i vestiti (cioè i tessitori).

    I lavori più importanti per i Micenei sono:

    - l’artigianato, che produce armi, oggetti preziosi, vestiti di lino e lana

    - il commercio

    Ci sono anche l’agricoltura e l’allevamento degli animali, ma producono poco.

    L’arte micenea ha preso tante idee dall’arte cretese, però è diversa perché è molto legata alla guerra.

    I Micenei lavorano la ceramica, per esempio costruiscono belle statue per ricordare idoli ( = dei) e guerrieri ( = soldati). I Micenei sono bravissimi orafi, cioè lavorano l’oro, per realizzare ( = fare) gioielli e maschere. Guarda la maschera d’oro di Agamennone ( = un re importante):

    I Micenei imparano a costruire i grandi palazzi dai Cretesi, ma i palazzi micenei sono diversi dai palazzi cretesi. I Micenei costruiscono il palazzo del re nell’acropoli ( = la parte più alta della città), perché è più facile difendere questa parte dai nemici durante le guerre. Intorno al palazzo ci sono alte mura (nei palazzi cretesi, invece, non ci sono le mura). Al centro del palazzo c’è il megaron ( = un grande salone rettangolare per fare feste e per ricevere le persone che vogliono parlare con il re). Intorno al megaron ci sono le stanze dei servi, i magazzini, le stanze delle guardie. Quando i nemici attaccano una città micenea tutto il popolo si nasconde nell’acropoli.

    I Micenei imparano a costruire le tombe dai Cretesi. Le tombe micenee più belle sono le tombe dei re. Queste tombe sono a forma di cerchio e si chiamano “a tholos”.

    Gli storici hanno due idee principali:

    1. le città-stato micenee sono diverse fra loro e spesso in guerra, per questo motivo la civiltà micenea è debole e finisce.

    2. i Dori invadono la Grecia a partire dal 1100 a.C. e sconfiggono i Micenei.

    I Dori sono tribù che vengono dalle pianure dell’Europa centrale. I Dori hanno una cultura meno sviluppata della cultura dei Micenei, ma sconfiggono i Micenei, perché hanno armi di ferro, che sono molto più resistenti delle armi di bronzo che usano i Micenei.

    Dopo l’arrivo dei Dori inizia un periodo di crisi per i popoli greci: tutti i popoli si dividono in tanti piccoli gruppi che hanno diverse forme di politica e cultura e sono deboli.

    Fonte/i: http://www.larapedia.com/storia_civilta_micenea/ci... ;) spero di esserti stata d'aiuto, anche se non l'ho fatto io il riassunto xD
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.