chi mi sa dire come posso regolare la temperatura dell'acqua calda di una caldaia vaillant mag 350 turbo lt 14?

c'è una manopola grande al centro ma non riesco a girarla sembra bloccata e da li che si regola la temperatura? perchè ogni volta che voglio aprire l'acqua calda impiega tanto tempo per arrivare e poi come sposto la leva del rubinetto per miscelare l'acqua che diventa troppo calda diventa troppo fredda mi date qualche consiglio? grazie in anticipo

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Alla pag. 7 del manuale istruzioni http://www.vaillant.it/stepone2/data/downloads/4e/... Indica come impostare la temperatura ruotando il selettore. (la stessa manopola che hai tentato di ruotare, se incontri delle difficoltà nel ruotare il selettore significa che l' alberino è bloccato, due sono le cause, il calcare oppure, guarnizioni O ring in gomma.

    Un tentativo è quello di spruzzare del disossidante (tipo Svitol Wd 40 sull'alberino (estraendo il selettore in plastica) in caso di fallimento devi chiedere un intervento CAT Centro assistenza tecnica della Vaillant. Non aggiungo dettagli su altre possibilità di interventi in quanto necessitano di manualità conoscenze e parti di ricambio (guarnizioni e O ring. )

    Il tempo che impiega l' acqua a riscaldarsi è in massima parte da addebitare alla lunghezza della tratta che va dallo scaldabagno all'utenza(rubinetto) dalla t dell'acqua, e dalla temperatura dello scambiatore, l'acqua calda iniziale nel percorso deve riscaldare tutti questi componenti e si raffredda, poi piano piano quando tutti hanno raggiunto un valore ottimale avrai acqua alla temperatura impostata.

    Se hai fasi alternate di acqua calda e fredda, probabilmente hai la serpentina dello scambiatore con del calcare, è un' altro intervento del tecnico (CAT) (lavaggio dello scambiatore) . Ciao.

  • Anonimo
    9 anni fa

    SI DEVI MIRARE LA CALDAIA BENE AL CENTRO E TIRARE UN PUGNO FORTISSIMO AL CENTRO

  • Anonimo
    9 anni fa

    Sono stata male per tre giorni, due e mezzo, in verità, ma male male, ho iniziato vomitando come l’esorcista, poi a questa bella attività, si è aggiunta anche una quasi completa incontinenza intestinale, insomma ho dovuto correre al cesso almeno tre volte domenica, per evitare di cagarmi nelle lenzuola. Il tutto condito da una febbre tra 38 e quattro e 39 e due, che mi ha lasciato solo lunedì pomeriggio. Ho letto parecchio, ho guardato alcune serie tv e, quando sono stata un po’ meglio mi sono masturbata, furiosamente. Anzi no. Non furiosamente, mi sono masturbata come la peggiore delle zoccole, come un’animale(tto). Ma con una certa calma e con metodo.

    Mi è piaciuto? Sì moltissimo. Perchè dopo due giorni pieni di letto e trascinamenti per casa con la stessa canotta e la stessa micro camicia da notte, sudata e sfatta puzzavo. Puzzavo come una discarica. Ho usato solo me stessa, le mie mani e tutto il resto mi sono infilata le dita davanti e didietro (mica le stesse) mi sono annusata ho annusato la mia fi ga, l’inguine, l’odore che prendono i peli, ho infilato il dito medio nel buco del sedere, fino in fondo in fondo, l’ho mosso, l’ho sfilato e reinfilato… L’ho annusato e leccato. Puzzava di me rda. Sapeva di me rda. E’ amara. Mi sono presa i piedi e li ho annusati, puzzano sai? Tanto anche. Ma non di … formaggio tipo, che fa schifo. Sanno proprio solo di piedi, sudore, sporcizia. Li ho leccati e rileccati, mentre mi toccavo… In mezzo alle dita, sopra le unghie. Mi sono fatta un pom pino all’alluce.

    E mi è piaciuto, mi è piaciuto TANTO.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.