Per le persone atee =) ?

Litigate mai con le persone credenti riguardo alla religione? io non faccio altro.

Sempre a discutere con persone che adorano un Dio che svilisce i piaceri, che relega le donne a essere poco più che serve sforna-marmocchi e che cerca di controllare i suoi fedeli col senso di colpa e la paura.

BASTA! è sbagliato cercare di far cambiare le idee alle altre persone, ma invece quanto è giusto non dire quello che si pensa per paura di creare una discussione?

scusate per lo sfogo ;)

20 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Di solito li zittisco con poco costringendoli a dire la solita frase riparatrice "è il mistero della fede", il che significa che sono arrivati alla frutta e non hanno più argomenti.

    Purtroppo nella vita di tutti i giorni non mi è mai capitato un credente veramente preparato sull'argomento e quindi non provo più di tanto gusto, mi sembra di sparare sulla croce rossa.

    Invece devo dire che qui su answer di credenti preparati ce ne sono diversi e questo mi aggrada perchè lo scambio è più stimolante.

  • Nuno
    Lv 5
    9 anni fa

    generalmente raramente, ma quando parte il discorso non mi tiro indietro, ho tutto un arsenale da sparare

  • 9 anni fa

    Una discussione tra un ateo e un credente non serve a niente. Entrambe le persone credono e sono convinte di due cose opposte e non hanno intenzione di cambiare idea, potrebbero parlare all'infinito senza risolvere niente!

    Comunque bisogna dire sempre quello che si pensa anche se potresti scatenare una discussione.. quante volte mi succede a me!

  • Anonimo
    9 anni fa

    Ognuno è libero di credere quello che vuole. Io sinceramente quando bestemmio sento la gente dire: "Non farlo, Dio ti punirà" e poi, 5 minuti dopo mi dicono: "Ma Dio perdona tutti".

    Secondo questo ragionamento l'inferno dovrebbe essere deserto, e dovrebbero stare tutti in paradiso.

    Io sinceramente non credo in Dio perché la chiesa, che dovrebbe seguire il messaggio della bibbia di "povertà" fa tutt altro. Non credo in un tipo con un anello d'oro e mocassini da 500€ che mi dice credi in Dio e rispetta il tuo prossimo mentre loro sono i primi a dispregiare l'omosessualità e considerare le persone "infette" (come definiscono i "gay") dei malati. Tanto meno credo in uno che trasformava l'acqua in vino (anche se qui alcuni sostengono che la bibbia sia stata modificata dagli illuminati). Riassumendo tutto, rispetto chi crede in Dio ma personalmente non mi fiderei nè di lui nè della chiesa.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Concordo appieno con te e rispondo alla tua domanda con un detto veneto:

    "el mona sa tutto"

    quindi è bene non replicare alla saccenza gratuita e irritante di chi crede di avere le risposte a tutto ;-)

    L'intelligente non replica alla stupidità

  • 9 anni fa

    Io adoro litigare! Ti accende un fuoco dentro, e quando sei nel pieno della conversazione se così convinto di quello che dici che lo urleresti al mondo intero! Poi se si parla con persone che hanno una versione del mondo diamentralmente opposta alla tua... :3 fighissimo. Però senza esagerare: con gli omofobi non ci litigo, non mi danno soddisfazione. Mi incavolo, questo si, ma a far ragionare quella loro testa bacata non ne ho il tempo e mi mettono tristezza quasi. Poveri ignoranti.

    Discutere su Dio è bellissimo, ma se trovi la persona giusta con cui farlo: se trovi quella - la maggior parte dei credenti cristiani sono così - che non vuole discutere perchè tanto "brucerai all'inferno"... bah. Almeno io non minaccio le persone quando litigo.

    Fonte/i: Però odio quando durante una discussione qualcuno mi inizia a dire: "stai zitta!" oppure "taci!". Odioso, dicono così solamente xk non sanno come controbattere. E io vinco lo scontro per principio.
  • Anonimo
    9 anni fa

    si supera, viene il momento della concordia, dell'accetazione della relatività delle opinioni, cioè l'altro sa di te e tu sai di lui e smettete di discuttere per questioni squisitamente filosofiche che restano risposte derivanti da "illuminazioni".

    Se invece le discussioni vertono su questioni più elementari tipo visioni, allucinazioni, quali miracoli o roba spettacolare, si entra in un campo di discussione di basso livello intelletuale, solo i beccaccioni credono ai cascami religiosi ed in tal caso conviene trovarsi nuovi amici, oppure come faccio io con mia nonna che fa tutti i giorni il rosario, la lasci fare perchè lei è contenta cosi e sarebbe oltre che un inutile spreco di energie, potresti creare sofferenza inutile.

  • Anonimo
    9 anni fa

    No, mai,

    è successo in passato su questo sito ma non mi va più, e dal vivo non l'ho mai fatto, non ne ho bisogno.

    Rispondi qui per favore

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Al...

  • 9 anni fa

    non c'è merito nell'avere fede, non ci si può reputare superiori perchè la si sceglie quando entra in conflitto con la ragione.

    Essendoci libertà di pensiero ognuno può tentare di convincere l'altro ma non imporre, almeno un ateo non va a dire all'altro che perirà per l'eternità tra fuoco e fiamme se con la pensa come lui.

  • Anonimo
    9 anni fa

    anch io a volte litigo..di più col mio ragazzo.. io vengo da una famiglia cattolica..ma non io non pratico. anzi, direi che a volte vado totalmente contro. però io rispetto le loro idee, senza però far cadere i propri ideali, ma deve essere reciproco. Litigo col mio ragazzo perchè gli dico che Dio PER ME non esiste..se fosse esistito davvero, non ci sarebbero situazione drastiche di fame, guerra, povertà, non lo avrebbe permesso!!!!! è l'uomo l 'artefice del suo male. e lui si incavola...ma io lo ignoro, perchè è un suo pensiero...e non voglio neanche che smetta di credere.. è sempre bello credere in qualcosa no?? solo che io credo in cose diverse...tipo i valori..non ti arrabbiare...rispetta il pensiero degli altri in modo tale ke anke loro rispettino quello tuo!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.