AMPLIFICATORE: chi sa aiutarmi ?

Volevo sapere se si può collegare all'uscita subwoofer (pre out) di un sintoamplificatore audiovideo un amplificatore hi fi tradizionale al quale poi collegare un sub passivo.

Aggiornamento:

Grazie per la risposta Vitainsalita, ma, la situazione è un po', più complicata.

Provo a spiegarti meglio il mio dubbio. Il discorso crossover è l'unica certezza ma, quello non sarebbe un problema in quanto l'ampli (Yamaha RX-V567) ha la possibilità di taglio delle frequenze sull'uscita sub.

Ho provato a collegare il mio vecchio amplificatore hi fi all'uscita subwoofer pre out. Ora il punto, quando questo ampli era collegato al lettore Cd o al Tape ed a due casse da 100 watt bastava tenere il volume al minimo per ascoltare la musica ad un buon livello ma, collegando ora le stesse casse nel modo descritto: ampli AV - ampli hi fi - casse, le stesse che usavo per la musica e che adesso fungono da canali posteriori, devo alzare al massimo per sentire appena un po' di brusio. E' vero che ho tagliato la frequenza ad 80 Hz e per avere risultati ci vogliono altoparlanti con maggiore escursione e tante altre qualità però, speravo in un risultato migliore. Non è che p

Aggiornamento 2:

er pilotare un subwoofer ci voglia un finale ed il mio ampli non ha un impedenza compatibile all'uscita sub ? Tieni conto che l'ampli sopporta carichi compresi tra 4 e 16 ohm ed io volevo collegarci un subwoofer doppia bobina da 4 + 4 ohm in stereo. Spero di essere stato abbastanza chiaro e che tu mi possa aiutare dato che non sono un genio dell'elettronica. Ti ringrazio ancora. Enrico.

Aggiornamento 3:

Giustamente non conoscendo l'impianto è ancora più difficile poter dare un consiglio, ho parlato dando per scontato che tu sapessi come fosse la configurazione dei componenti.

Cerco di fare un po' di chiarezza.

Chiamiamo A l'ampli AV Yamaha (se vuoi dettagli aggiuntivi http://it.yamaha.com/it/products/audio-visual/av-r... ) e chiamiamo B l'ampli HI FI Jurassiko di marca sconosciuta (Inkel) e che di caratteristiche ho solo questi dettagli potenza 125 watt max altoparlanti da 4 - 16 ohm. Questo ce l'ho da più di 20 anni e lo utilizzavo per l'ascolto di musica in una stanza a parte. A questo erano collegati un lettore CD due piastre. Le casse utilizzate 2 Infinity da100 watt.

L'ampli A è collegato in 5.1 (o meglio 5.0 non avendo il subwoofer) con 2 Boston da 100 W (woofer 13 mm) come frontali un Sony da 100 W e le famose Infinity come posteriori.

Ad A arrivano i segnali da un DVD recorder collegato in component + cavo o

Aggiornamento 4:

Ad A arrivano il segnale da un DVD recorder collecati in component + cavo ottico ed un HD multimediale collegato con HDMI ed ogni tanto collego il notebook sempre con HDMI.

Al DVD arrivano in cascata i segnali di un ricevitore satellitare e di un digitale terrestre. Alla TV arrivano i segnali tramite SCART dal DVD e tramite HDMI dall'ampli A. Quindi i collegamenti li ho fatti proprio come tu mi avei suggerito.

La mia idea era quella di collegare l'uscita sub di A come nella tua prima ipotesi con segnale sdoppiato agli ingressi L ed R di B e poi al doppio bobina (che non ho ancora) come da te indicato.

La seconda ipotesi non andrebbe bene, anche se risolverebbe molti problemi, perchè pricipalmente l'ampli B non ha crossover e poi perchè sarebbe un po' macchiavellico portare tutti i segnali all'ampli B.

Ora come giustamente hai accennato tu l'ampli B non è un FINALE ma un normale amplificatore che,perdona la mia ignoranza dovrebbe avere in se anche un preamplifica

Aggiornamento 5:

preamplificatore e da qui il problema della sensibilità. La mia paura a questo punto è di avere una scarsa resa dato che ho dovuto alzare a manetta il volume per avere poco risultato sulle infinity (ho provato anche con taglio a 200 Hz). E' vero che ci vogliono coni più grandi ma, il dubbio rimane ed è per questo che ho interpellato te. A questo punto mi dirai perchè non ti compri un subwoofer attivo e passa la paura ? I motivi sono : primo il fattore economico (ho appena aperto un' attività in proprio) ; secondo il discorso spazio quindi volevo costruirmi qualche cosa tipo un bazooka o affine; terzo mi dispiace mandare definitivamente in pensione il B dopo anni di onorato lavoro.Spero di essere stato abbastanza chiaro e di non averti annoiato troppo. Ciao.

P.S.Non capisco perchè ogni volta devo riscrivere una parte anche se mi rimangono ancora caratteri e nell'anteprima mi mostra il pezzo intero ????????

1 risposta

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    si, ma siccome è uscita pre non avrai il segnale crossoverato e ti arriverà un full range.

    Per collegare un sub doppia bobina 4+4 ohm devi o settare il finale in parallel mono oppure se non ha questa funzione devi splittare il segnale e inviarlo ad entrambi i canali, e le sue uscite le colleghi una ad una bobina e l'altra all'altra.

    Per quel che riguarda invece l'emissione sonora, per riprodurre frequenze al di sotto delle 90\100hz devi avere coni almeno da 10 pollici per avere un minimo di volume e deve essere pilotato da un ampli che abbia sufficente potenza per le proprie caratteristiche.

    Non ho ben capito quali ampli hai di preciso in che sequenza li hai collegati tra loro quante casse in totale ci sono e come le hai cablate

    Comunque chiamiamo A l'ampli principale al quale ci hai collegato le casse hifi e B l'ampli del sub.

    Collegherai il tuo lettore cd, dvd o quello che è, all'ampli A, dal quale manderai all'ampli B il segnale del sub "sub out". Questo segnale sub out o è sdoppiato i inviato rispettivamente all'ingresso L e R oppure devi settare come ti ho detto prima il finale del sub in parallel mono.

    Se l'ampli del sub ha la possibilità autonoma di tagli di freq e toglierti qualsiasi dubbio sulla sua sensibilità in ingresso puoi invece che mandargli il segnale "sub out" dall'altro ampli, sdoppia il segnale che invii al primo ampli "cd, dvd o quello che è" e mandalo anche all'ampli del sub che forse tra l'altro sarebbe cosa migliore.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.