Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

io
Lv 6
io ha chiesto in Gravidanza e genitoriNeonati e bambini · 9 anni fa

quando la famiglia si allarga, come fare a "inserire" un po' di collaborazione in casa?

nei prossimi 9 mesi vorrei riuscire a "stravolgere" la situazione che c'è in casa.

il mio uomo non mi aiuta per quanto riguarda il riordino e le pulizie (prima preferivo che mentre pulivo lui se ne andasse a fare un giro con la bimba, così da non avere troppa gente attorno), ma ora mi rendo conto che quando saremo in 4 non sarà così facile gestire 3 bambini e una casa.

vi do un esempio: ieri mattina, piena di energie, alle 9 mi sono messa a pulire il bagno, mentre lui dormiva e la bimba mi girava attorno (solita scena).

poi, ieri sera dovevamo uscire a cena, e siccome venerdì da noi pioveva, le scarpe del mio compagno erano tutte infangate..

prima di uscire vado a fare pipì e cosa vedo? che si sta pulendo le scarpe nella vasca da bagno!!!! non ci ho più visto!!

l'ho alzato di peso e gli ho detto:

"com'è possibile che queste cose devi farle nel bagno pulito?? non puoi andartene fuori in balcone a farlo?? come quando ti fai la barba!! cacchio, sempre dopo che sono passata io a pulire tu ti devi fare la barba??"

le "piccolezze" non sono solo queste, io non sono una precisina, anzi, sono parecchio disordinata, ma pulita nel mio disordine.. ma immancabilmente, tutte le sante mattine, trovo la collezione di carte, barattoli vuoti, bottiglie rovesciate, ecc.. sul pavimento del salotto!!!

idem per quanto riguarda la cucina, c'è la lavastoviglie piena di piatti sporchi APERTA, il lavello pulito, e la tazza del caffè dove la mette? nel lavello, dove se no?!?!

donne dal pugno di ferro, come posso fare per far capire al mio compagno che ora ho bisogno di collaborazione? che tra 8 mesi non potrò correre dietro a tutti?

grazie!! :)

Vale mamma di Melissa e ...

Aggiornamento:

Creamy: ci ho provato... da sempre... il suo studio regna nel caos, e gli ho sempre detto: io ti faccio polvere, aspirapolvere e straccio, ma tu pensi a riordinarlo! lui che fa? porta fuori la sua collezione di bottiglie vuote e la mette sul tavolo (a 10 metri dal tavolo, fuori in balcone, c'è la cesta per il pet... ma non ci arriva!!)...

ho sempre cercato collaborazione da parte sua, ma mi sembra di avere un bimbo che gira per casa e mi chiede: "dove metto la tazza sporca?" mah... prova a metterla sotto il cuscino a vedere se si lava....

alla fine mi vanno su i nervi e ci penso io...

so che non serve una seconda gravidanza come scusa per cercare una mano... ma ora non ce la faccio a stare dietro a tutto, e ho bisogno di cercare collaborazione ORA!

non ho la possibilità di tornare indietro di 3 anni per far cambiare le cose!!!

10 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Se ragionassi come altre utenti, ti risponderei che non hai speranze.

    Queste persone, infatti, ti ritengono l'unica responsabile per essere rimasta incinta una seconda volta.

    Dunque, sempre secondo queste persone, il tuo compagno è proprio un cretinazzo, capace solo di mangiare, bere, dormire, evacuare ed accoppiarsi. Egli cioè non ha un cervello sufficientemente sviluppato:

    - nè per apprendere dall'esperienza (infatti, nonostante la prima gravidanza non cercata, adesso è incappato - e suo malgrado - nella seconda)

    - nè per accumulare conoscenze utili alla gestione della propria vita attraverso l'interessamento, la ricerca dell'informazione, lo studio ed il confronto con i propri simili (infatti, sempre secondo queste signore, malgrado il precedente raggiro, sei riuscita a manipolarlo di nuovo e ad incastrarlo per la seconda volta - qualunque altro uomo un pò più furbo si sarebbe fatto spiegare da qualcuno di fiducia come fare per non farsi fregare di nuovo).

    Dunque, pensando con la testa di queste utenti, non avrei un alto concetto sulle capacità intellettive del tuo compagno e dunque, come già anticipato ti direi che sei senza speranze.

    Siccome, invece, penso che lui è un essere dotato come minimo di intelligenza comune, ti dirò: ARMATI DI SANTA PAZIENZA.

    Sbagli a porti obiettivi generici a termine (soprattutto a breve termine; es entro nove mesi dovrà imparare a collaborare).

    Va bene invece porti degli obiettivi concreti senza limite di tempo (es per prima cosa, dovrà imparare a buttare le bottiglie vuote nell'apposito contenitore)

    Devi entrare nell'ottica che il tuo sarà un lavoro di ri- educazione.

    Ha ragione Elena quando dice che non è cattiveria, anche se per me fare certe cose significa proprio non avere rispetto delle altre persone con cui si vive (tu e tua figlia) nè del lavoro e del tempo che gli altri dedicano alla gestione della casa (tu).

    Non dirlo a me che potreri raccontartene di mio marito da durar fino a Natale 2012.

    Questo tipo di uomini, pieni di moltre altre doti impagabili, sono così (o almeno così è mio marito) perchè probabilmente non sono cresciuti con le corrette abitudini e soprattutto perchè non li hanno abituati a "vedere" ciò che loro stanno facendo con gli occhi dell'altro.

    Però, visto che sono comunque esseri intelligenti, alla fine si tratta di stimolarli a superare la pigrizia (più o meno forte) nel modificare certi modi di fare e certe abitudini. L'unica cosa è che ci vuole tempo, ma nessuno può dirti quanto.

    Per alcune cose ce la farai in tempi brevi, per altre dovrai sgolarti allo sfinimento e dopo anni di convivenza sarai ancora a un nulla di fatto (i miei figli, uno di sei anni e mezzo e adesso anche l'altro di due anni e 3 mesi, sono molto più in gamba di lui... E in molte cose lo correggono anche!).

    Fatti quindi una scaletta di priorità: cosa è più importante che impari a fare/non fare? Bene, inizia puntando su quelli.

    Una volta acquisito il comportamento corretto, passa agli altri via via meno importanti.

    Non c'è un modo valevole universalmente. Dovrai di volta in volta ingegnarti e trovare il modo migliore per dirglielo e per ottenere un risultato accettabile ma, sono certa, che dialogando otterrai i risultati migliori.

    PAZIENZA, PAZIENZA, PAZIENZA... MOLTA PAZIENZA.

  • Vale se lui ancora non l'ha capito mi sa che ti toccano maniere proprio forti. Prima glielo dici in modo civile, se non ottieni nulla diventi più petulante che puoi finchè non si da una mossa. Lo so che non si dovrebbe arrivare a questi livelli perchè lui dovrebbe avere il buon senso di aiutarti (anche se non fossi incinta) ma se il buon senso non è spontaneo glielo devi inculcare tu. E cmq, se vuoi risultati, non devi cedere alla fine e farlo tu perchè altrimenti se ne approfitterà sempre.

  • &Lena
    Lv 4
    9 anni fa

    Io non credo che tuo marito sia maleducato ma piuttosto abituato male dalla sua famiglia di origine. Il mio compagno è uguale. Non fa le cose con cattiveria, proprio non ci pensa e anche se sto a ripeterle 1000 volte, ci casca sempre. Per lui casa nostra è sempre pulita anche se nostro figlio ha le ginocchia piene di peli di cane e le mani nere. Sono io che faccio tutto in casa e lavoro pure e tante volte ci troviamo a discutere per delle sciocchezze, proprio come le tue. Ci vuole un sacco di pazienza a rieducare uomini oltre i 30 anni, e ripetere le stesse cose finchè non gli entrano in testa e poi vince sempre la regola della via di mezzo, lui cerca di migliorarsi e noi cerchiamo di lasciare correre dove è possibile. Io ho smesso da un pò di volere la casa sempre in ordine e pulita e lui si sta sforzando di fare il minimo per aiutarmi. Tanta pazienza ma mai cattiveria, le cose dette con le buone maniere ottengono più risultati. In bocca al lupo per tutto Vale!

  • 9 anni fa

    eeehm, scusa la schiettezza ma non ci voleva una seconda gravidanza per chiedere aiuto a l tuo compagno!

    Pulire le scarpe nella vasca da bagno inceramente a m sembra follia...non sono fissata con l'igiene ma è una cosa che non si fa punt.

    non puoi pretendere collaborazone di punto in bianco se non la hai mai chiesta fin dal primo giorno di convivenza.

    mio marito dà una mano nei limiti dei suoi orari di laoro, ma aiuta eccome..si stira anche le camice pulisce i bagni fa la spesa ... non sempre ma per me è già tanto.

    arrabbiandoti non ottieni nulla... credo comunque davvero che hai sbagliato a permetterlo finora e consentire dei comportamentei assurdi (pulire le scarpe nella vasca da bagno, collezione di carte, barattoli vuoti, bottiglie rovesciate, ecc.. sul pavimento del salotto...) mi chiedo veramente come si possa instaurare una convivenza permettendo cose del genere... tuttociò prescinde dall'aiuto che sipuò dare in casa qua si parla di MALEDUCAZIONE BELLA E BUONA!!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    Ti capisco benissimo nn ci puoi far nulla gli uomini sono cosi!!!glielo puoi ripetere mille volte ma la menata e sempre la solita..

  • 9 anni fa

    scusa la franchezza ma qui sei ancora ben lontana dal poter chiedere collaborazione..sei allo stadio in cui devi evitare che ti consideri la sua cameriera...

    non essere costretta a raccogliere la sua m.erda mi pare alla base di una qualunque convivenza...sinceramente non so' come tu possa insegnarli l'educazione alla sua età, dovrebbe iniziare a rispettarti e allora eviterebbe di comportarsi in questo modo...

    pure io sono a casa ma questo non lo autorizza minimamente a non buttarsi le mutande sporche nel cesto della biancheria o a lasciare in giro schifezze...

    fosse tuo figlio ti direi..lascia che i suoi panni si accumulino in stanza, che la polvere prenda vita e poi vedi che magari si sveglia, ma dato che in quella casa ci vive pure la piccola e tu che sei incinta non so quanta voglia tu abbia di lasciare che il suo studio si trasformi in porcile

  • gaia
    Lv 7
    9 anni fa

    secondo me invece che incazzarti così che ci fai solo la figura della nevrotica e lo spingi a fare ancora di più il disordine devi parlarci con calma e spiegargli che deve essere un po più ordinato e aiutarti un po di più

  • Anonimo
    9 anni fa

    Eccoti! Speravo di rincontrarti perchè dopo li insulti dell'altro giorno delle altre utenti credevo che non venivi più su ya!

    Meno male che ci sei.

    Avevo bisognio di un consiglio per restare in cinta. Non ci riesco, e visto che tu ce lai fatta 2 volte senza che il tuo marito voleva forse puoi darmi consigli.

    Come ai fatto? Io o rotto 10 proffilatici li ho detto che prendevo la pillola (ma non era vero) ma non è servito.

    Mi aiuti te?

  • Anonimo
    9 anni fa

    scusa la franchezza ma a parere mio sei ancora molto lontana dal poterle chiedere di aiutarti. sei ancora nella fase : insegnarle che e un essere umano e non un maiale!

    scusami ancora se mi sono permessa ma il mio parere personale e questo!

    Fonte/i: mamma di Dario 3 anni e mezzo
  • Anonimo
    9 anni fa

    scusa, ma tu non sei quella che si è fatta mettere incinta anche se il suo compagno non voleva un altro bambino?????

    e hai pure il coraggio di lamentarti delle troppe cose che avrai da fare???????????????????????

    MA NON TI VERGOGNI?????!!!!?!?!?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.