L’energia, un aspetto troppo sottovalutato dai politici e dai media?

I soldi sono energia, e l’energia sono soldi, c’è reciprocità.

L’argomento più volte citato dai politici e dai media quale causa fondamentale delle difficoltà economiche dell’Italia è il gigantesco debito pubblico. Questo è vero. Tuttavia, c’è un altro problema peculiare dell’Italia più o meno di pari valore al debito pubblico e che raramente viene menzionato. Questo è l’approvviggionamento dell’energia.

E’ vero che Voi politici avete lavorato tantissimo, Ve ne do atto. Avete lavorato tantissimo e malissimo. Vi porto un esempio: se il malato ha il cancro e Voi lo curate con terapie per il diabete, la candidosi, l’ulcera ecc., avete speso energie inutili, dannose, e che non guariranno l’ammalato.

L’Italia è il primo paese al mondo per importazione d’energia elettrica (fonte dati IEA Key World Energy Statistics 2005)…che vergogna per Voi!… L'Italia importa una quantità di potenza elettrica media che può andare da un minimo di meno di 4000 megawatt (fase notturna, mese di agosto) fino ad un massimo di circa 7500 megawatt (fase diurna, mesi invernali), per un totale di circa 40000 GWh all'anno.

Considerando sia i combustibili che l’energia elettrica importata, l’Italia dipende dall’estero per l’82% della propria energia elettrica!!!. Questo genera un settore produttivo instabile, soggetto in particolare a forti variazioni del costo per chilowatt a causa delle variazioni del costo del combustibile (petrolio e gas naturale). Ovviamente ciò è un notevole pericolo per il Paese; un'improvvisa penuria del combustibile o un improvviso aumento dei prezzi potrebbe rendere problematica la produzione di energia elettrica paralizzando il Paese. Il taglio della fornitura di gas all’Europa da parte della Russia è destinato ad aumentare, anche se potrà subire oscillazioni, tuttavia, nel tempo aumenterà e ciò avrà conseguenze a catena ed esponenziali, gravissime anche e soprattutto per l’economia dell’Italia.

Quello che segue virgolettato è uno degl’innumerevoli messaggi inviatovi in tempi non sospetti, almeno 5-6 anni fa:

“Un’ultima cosa, i tempi sono maturi per cessare questo teatrino del bipolarismo. Siamo in emergenza planetaria, il freddo ci farà fuori in pochissimo tempo. Riunitevi, fate un unico governo e mettete immediatamente mano a tutti i tipi di centrali energetiche che è possibile fare, compreso e soprattutto le centrali nucleari, e non rompete più i cogli@ni.”

Quanto precedentemente comunicatovi non scaturiva da un mio sogno o fantasia, ma dalla mia consapevolezza che siamo entrati in una glaciazione. Consapevolezza resa tale da affermazioni scientifiche di accreditati organismi internazionali quali la NASA, l’SSRC (Spazio Science Research Center), e tanti altri organismi scientifici e ricercatori ed esperti nel settore di grandissimo valore, quali Nigel Calder ed altri.

E’ ovvio che qualsiasi altro provvedimento preso dal governo italiano che non sia la corsa alla immediata costruzione di generatori d’energia, diventa irrilevante. Come irrilevanti, seppur utili, diventano altri provvedimenti che non siano tesi a salvaguardare il gigantesco problema della fuga dei capitali dall’Italia e dall’Europa.

Questi sopra citati sono i due principali e più grossi problemi dell’Italia, gli altri problemi li seguono.

Aggiornamento:

CFG 5 - loup garou...a parte i dati da fonte IEA che so bene, l'ho detto, che sono del 2005, per il resto si vede chiaramente che non hai cognizioni scientifiche:

1) la fusione non esiste, è stata solo una grande balla per ottenere finanziamenti. Sai che significa che l'entropia dell'universo tende ad un massimo? te lo dico in parole molto semplici, che gli atomi, in questo caso di Elio, si possono fissionare per dare luogo ad elementi di livello energetico inferiore quale l'Idrogeno, e non esiste al mondo che dall'Idrogeno si possa ottenere Elio, nè in natura, nè in laboratorio.

2) Le variazioni climatiche, compreso il riscaldamento globale, è avvenuto sempre durante le glaciazioni precedenti, si sa con dati scientifici.

Aggiornamento 2:

Astaroth IV (dalla parte di Swan..."L'unica cosa da fare ora è incrementare la ricerca su energie alternative come la fusione fredda," condivido la tua risposta, solo che ti sei perso nell'ultimo paragrafo. Anche tu che hai giustamente criticato la massa ignorante strumentalizzata sul nucleare, ne sei a tua volta vittima sulla fusione fredda che ti assicuro al 100% non esiste.

Aggiornamento 3:

Astaroth IV (dalla parte di Swan... allora sei di coccio....ti ho detto che la fusione fredda o calda o come vuoi tu è impossibile realizzarla e ho spiegato in sintesi anche il perchè.

3 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    L'Italia non possiede fonti di produzione autonome, quindi siamo costretti ad importare dall'estero, in un certo senso, come disse Piero Angela in un recente speciale Superquark, è il denaro la fonte energetica primaria del nostro paese.

    E' palese che una politica energetica che va in questa direzione non può che far aumentare il debito pubblico e conseguenti tagli e manovre per farlo rientrare.

    Purtroppo la miopia e l'assoluta ignoranza scientifica della popolazione sull'energia nucleare ha impedito al nostro paese di essere, non autonomi, ma almeno non così dipendenti dalle importazioni dall'estero come invece hanno fatto Francia e Germania a tempo debito.

    Perché se è vero che le scorte di uranio sono limitate è vero anche che il materiale necessario per la produzione di energia è di gran lunga inferiore a quello fossile (quindi con minori costi e rischi di estrazione, trasporto e stoccaggio) e non è legata all'instabilità sociopolitica dei paesi mediorientali.

    E' anche bene ricordare anche che i pannelli solari, quelli così amati dai falsi ecologisti che hanno osteggiato per decenni il nucleare, sono fatti in plastica che si ricava dal petrolio. Di petrolio già ce n'è una scorta limitata e noi che ne facciamo? Lo bruciamo. Immettendo tonnellate di gas serra nell'atmosfera incrementando così il riscaldamento globale.

    Purtroppo ormai la costruzione di nuovi impianti energetici (che non siano a carbone fossile) è pura utopia, il referendum farsa di Giugno ha definitivamente chiuso le porte a questa fonte energetica.

    L'unica cosa da fare ora è incrementare la ricerca su energie alternative come la fusione fredda, investendo il denaro che verrà preso da nuove manovre e nuovi tagli.

    Reprise: Per ora non esiste, non esistono le scatole magiche di Fleshman e Pons e l'apparato Rossi-Focardi non ha dimostrato validità ma solo un grande abbaglio. In futuro però, con adeguate ricerche, potrebbe essere possibile arrivarci.

    Ma la fusione fredda è solo uno dei tanti campi dove sarebbe possibile ottenere energia alternativa al carbone fossile, vox populi vox deus quindi niente nucleare. Almeno investiamo nella ricerca.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Due piccole falle nella tua interessante domanda:

    1) Citare dati di 6 anni fa sull'energia, è come fare archeologia. Intanto la quota di fabbisogno elettrico prodotto da rinnovabili ha toccato nel 2011 il 25%, col risultato che, anche se l'italia importasse quanto resta, importerebbe il 75% e non più lo 82%.

    Ad ogni modo, mi permetto di farti notare qui il rapporto iea 2011 (per usare la stessa fonte tua) con i dati 2009 (quindi già vecchiotti)

    http://www.iea.org/textbase/nppdf/free/2011/key_wo...

    Nel 2009 importavamo 45 twh, su un consumo totale di 317 twh. a casa mia è il 14,1% circa, non lo 82%.

    2) Il nucleare, sorvolando sugli innumerevoli problemi che pone, potrebbe essere senz'altro una soluzione, se ci fosse sufficiente combustibile. Sfortunatamente non c'è. Se il 50% di quanto viene oggi prodotto nel mondo fosse prodotto da nucleare, avremmo uranio sufficiente per 8, forse 10 anni. A patto che cina e india smettessero di crescere, cosa che non accennano a fare.

    Perchè il nucleare sia sfruttabile seriamente, è necessario sviluppare la fusione.

    3) Glaciazione? Su questo dormirei sonni tranquilli. C'ha pensato il riscaldamento globale a frenare la nuova era glaciale.

    @Giuseppe C: lasciamo perdere i dati IEA... non capisco perchè sei andato a cercare dati del 2005 quando ce n'erano dei più nuovi a disposizione, ma tant'è. In effetti tu (non ci avevo fatto caso in prima battuta) citi anche i carburanti, quindi penso che 82% per il 2005 sia corretto. Veniamo alla mia "assenza di cognizioni scientifiche". In effetti sono un matematico e non un fisico, tuttavia qualche base ce l'ho. Abbastanza basi, in effetti, per sapere che quanto riporti nel punto 1 sono castronerie campate in aria. Ma facciamo una cosa: se la fusione è veramente impossibile, in natura o artificiale, dimostralo. Ti varrà senz'altro il premio nobel per la fisica, dal momento che, tra l'altro, avrai dimostrato che il meccanismo di funzionamento delle stelle è differente da quello che tutta la comunità scientifica pensava. Al momento, sospetto che la tua formazione scientifica si basi direttamente sulla visione di voyager.

    Per quel che riguarda il punto 2, non sto neanche a controbattere. Col punto uno hai perso qualunque credibilità, autoclassificandoti come troll oppure mitomane oppure pazzo.

    Giusto, sorrido pensando che, con la desertificazione in corso, tra trent'anni sembrerai un po' ridicolo, aggirandoti in eskimo e passamontagna nella savana, in mezzo a masai seminudi per il caldo.

    Ps: ti secca se pubblico la tua replica del punto 1 su facebook? sai, ho diversi amici ingegneri e fisici e non vogliono credere che qualcuno possa avere detto una bestialità del genere. Pensano che gli stia facendo lo scherzone di capodanno.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    FINALMENTE UNO CHE RAGIONA!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ANCHE IO FAREI LE CENTRALI NUCLEARI E MAGARI RENDEREI OBBLIGATORIO IL SOLARE PER LE ABITAZIONI... IN MODO DA RENDERE ASSOLUTAMENTE INDIPENDENTE L'ITALIA ENERGETICAMENTE. MA I POLITICI SONO MAFIOSI CHE SONO BURATTINI NELLE MANI DELLE COMPAGNIE PETROLIFERE.

    E PER LA CRONACA IL PETROLIO NEI SUOI VARI UTILIZZI ENERGETICI INQUINA MOLTO PIU' DEL NUCLEARE!!!!!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.