Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 9 anni fa

Perché la dipendenza dai combustibili fossili è un problema sia ambientale che geopolitico?

Devo fare un tema per la scuola. Qualcuno può aiutarmi?

3 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Sotto il profilo ambientale certamente i combustibili fossili hanno un impatto pesante. Basti pensare per esempio al carbone, al petrolio utilizzato come combustibile per la circolazione su strada, via aerea, sprigionano sostante chimiche che, una volta arrivate nell'atmosfera, reagendo con i composti presenti distruggono l'ozono, ossia la protezione naturale che ha la terra rispetto ai raggi solari dannosi (una specie di filtro). L'utilizzo di questi combustibili ha creato assottigliamenti di questo strato sino a giungere ad un progressivo aumento delle temperature medie (effetto serra) con le innumerevoli conseguenze sull'ambiente (scioglimento dei ghiacci, inalzamento del livello del mare, si riscaldano gli oceani, più incendi nelle foreste, più siccità, l'ecosistema verrà stravolto). Negli ultimi decenni si è pensato (visto l'esaurirsi progressivo delle risorse prime naturali) di guardarsi attorno per cercare alternative a questi sistemi, trovando spesso valide soluzioni (fotovoltaico, elettrico, idrogeno, biomasse), ma a causa di speculazioni economiche ed interessi in ballo (elevati per compagnie petrolifere, raffinerie), sono ancora in fase di evoluzione, ma lenta, continuando in maniera martellante a sfruttare le risorse fossili, speculando quindi sull'aumento del prezzo, sui vari accordi internazionali e sulle forniture. Infatti le aree che hanno grandi giacimenti di queste materie (zona arabica, asiatica) hanno quindi il monopolio ed il controllo di contratti ultra milionari grazie allo sfruttamento di esse...

    Fonte/i: fonte personale
  • Anonimo
    9 anni fa

    Sotto il profilo ambientale certamente i combustibili fossili hanno un impatto pesante. Basti pensare per esempio al carbone, al petrolio utilizzato come combustibile per la circolazione su strada, via aerea, sprigionano sostante chimiche che, una volta arrivate nell'atmosfera, reagendo con i composti presenti distruggono l'ozono, ossia la protezione naturale che ha la terra rispetto ai raggi solari dannosi (una specie di filtro). L'utilizzo di questi combustibili ha creato assottigliamenti di questo strato sino a giungere ad un progressivo aumento delle temperature medie (effetto serra) con le innumerevoli conseguenze sull'ambiente (scioglimento dei ghiacci, inalzamento del livello del mare, si riscaldano gli oceani, più incendi nelle foreste, più siccità, l'ecosistema verrà stravolto). Negli ultimi decenni si è pensato (visto l'esaurirsi progressivo delle risorse prime naturali) di guardarsi attorno per cercare alternative a questi sistemi, trovando spesso valide soluzioni (fotovoltaico, elettrico, idrogeno, biomasse), ma a causa di speculazioni economiche ed interessi in ballo (elevati per compagnie petrolifere, raffinerie), sono ancora in fase di evoluzione, ma lenta, continuando in maniera martellante a sfruttare le risorse fossili, speculando quindi sull'aumento del prezzo, sui vari accordi internazionali e sulle forniture. Infatti le aree che hanno grandi giacimenti di queste materie (zona arabica, asiatica) hanno quindi il monopolio ed il controllo di contratti ultra milionari grazie allo sfruttamento di esse...

    Fonte/i: Giuseppe salvà
  • Anonimo
    9 anni fa

    allora bruciando i combustibili fossili si inquina parecchio e si rovina l'ambiente,questi combustibili sono molto ricercati e a causa loro ci sono molte guerre

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.