L'Agenzia delle entrate manda 80 ispettori a cortina; per l'assessore al commercio è un oltraggio, per voi?

A sorpresa (nemmeno la locale guardia di finanza sapeva nulla) l'Agenzia delle entrate manda 80 ispettori della tributaria a Cortina a capodanno, a caccia di ricchi furbetti evasori. Passano al setaccio ristoranti, alberghi e negozi. Il sindaco di Cortina protesta.

L'Agenzia delle Entrate cerca di stanare i vip di Cortina e gli operatori commerciali sconosciuti al fisco, ma gli albergatori locali insorgono, preoccupati che l'attenzione sui loro ospiti possa far calare gli incassi.

Controllate anche le auto di lusso. "un attentato a chi lavora", lo ha definito una nota albergatrice del luogo, che ha aggiunto: "i miei clienti hanno detto che se ne vanno a Sankt Moritz, questo stato poliziesco nessuno lo vuole accettare".

L'assessore municipale al commercio, Luca Alfonsi. "E' uno shock per la località - dice - che così perde anche in immagine".

Secondo voi ha ragione l'assessore, siamo di fronte a un autentico oltraggio ai ricchi ospiti o a un'operazione che andrebbe ripetuta ovunque si concentrino i poveri per il fisco ma ricchi e rispettabili ospiti per gli assessori?

16 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Infatti, perchè gli evasori andrebbero cercati alla Caritas,mi sembra logico.

    Gallina che canta ha fatto l'uovo.

    E tutto questo starnazzare di oche significa solo che si è colpito nel posto giusto al momento giusto.

    Se l'obiettivo però era mostrare i muscoli si poteva fare di meglio: mezzi esigui, solo 80 gli agenti impiegati, 35 i negozi controllati e qualche centinaio i SUV intestati a società in perdita o posseduti da morti di fame(secondo la dichiarazione dei redditi) che non potrebbero permettersi di metterci la benzina.

    Almeno 2/3 degli esercizi là faranno tutto in nero,così si è solo fatto "buuu".

    Magicamente, tutti gli esercizi hanno dichiarato incassi superiori del 300 e del 400% rispetto all'anno scorso.

    Un ottimo anno per il turismo di Cortina o i commercianti evadono il fisco?

    Dai, qua siamo a livello del Cottolengo,non si può stare a ragionar con gli autonomi,bisognerebbe prenderli a bastonate.

    Allora sì,che avrebbero almeno un motivo valido per piangere.

    E poi, tanto rumore per nulla.

    Sono tante le "Cortine" in Italia.E' sbagliato il metodo: si pensa di combattere l'evasione con i mitra della GDF.

    Quello va bene,ma dopo.Prima bisogna mettere in contrasto l'interesse tra riceve la fattura e chi la fa.

  • 9 anni fa

    Sbaglierò,ma a me l'intera operazione è sembrata una mossa che sarà difficilmente ripetuta,eclatante quanto basta per sedare brevemente il pessimo umore della gente comune a fronte dei sacrifici e delle palesi ingiustizie a cui assistiamo.

  • 9 anni fa

    Fidati che se si presentasse Gesù Cristo sulla Terra, qualcuno protesterebbe perchè non ha avvisato in tempo!Magari li avvisiamo sei mesi prima del controllo così hanno tutto il tempo, tra una partita di golf e una sniffatina di colombiana, di sistemarsi i conti..

    Ma che discorsi sono?Ma solo io penso che se tutti pagassero queste stramaledette tasse, avremmo meno problemi economici e sociali?!?!Mamma mia com'è elementare questo principio!

    Che vadano pure a Saint Moritz e che ci restino!Avranno sicuramente dei conti correnti in Svizzera, ben protetti dal segreto bancario.

    Stato poliziesco? Cosa dire allora della stessa Svizzera dove le tasse si pagano fino all'ultimo centesimo? Eppure il benessere è decisamente più elevato che altrove...

    E' la mentalità che fa la differenza, non la classe sociale...

  • 9 anni fa

    A mali estremi, estremi rimedi.

    In Italia c' è la tendenza ad invocare interventi pesanti verso coloro che evadono o che fanno i furbi, salvo poi lamentarsi se i controlli riguardano loro.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    Era ora, finalmente senza più i politici come Berlusconi che gli parano il cùlo, anche gli evasori avranno vita difficile, per colpa di queste schifose sanguisughe i soliti poveracci devono fare enormi sacrifici.

    Fonte/i: Monti for President!
  • 9 anni fa

    Mi viene de dire che ci hanno messo anche troppo tempo, però sono anche convinto (vista la "prassi tipicamente italiana") che sia un colpo alla botte e uno al cerchio. Un' azione più concreta, sarebbe di non colpire solo Cortina, visto che i "paradisi" per gli altolocati in Italia ce ne sono parecchi. La dichiarazione dell' assessore è un pugno allo stomaco, irritante, goliardica, ma soprattutto è una bestemmia per chi paga tutto alla fonte, che sarà sempre destinato a pagare: è ora che capiscano che con la lotta all' evasione fiscale si eviterebbero tante manovre correttive e ci sarebbero più soldi per i servizi.

    Ciao Gio.

  • Anonimo
    9 anni fa

    gli ispettori a Cortina? santi subito!

    le ispezioni dovrebbero essere state fatte prima per evitare che l'Italia arrivasse alle soglie del fallimento; i ricchi, non solo non si sa come fanno i soldi e poi evadono pure!

    se fosse in me di andrei giù duro, non è giusto che si toccano le pensioni per lasciar echi i ricchi facciano la bella vita!

  • 9 anni fa

    beh io sono d'accordo con l'Agenzia delle entrate..tra l'altro giusto stasera su sky tg24 hanno detto che hanno beccato a cortina due "indigenti" proprietari di macchine di lusso..se l'assessore del paese dice così è perchè evidentemente ha anche lui qualcosa da nascondere!

  • 9 anni fa

    se uno è ricco ma non lo fà a spese dello stato è bene; ma se uno è ricco perchè evade è giustissimo che abbia punizioni; l'assessore è nel torto perchè loro fanno il lavoro di stanare gli evasori ed è giusto che sia così.

    l'asessore agisce nei suoi interessi: che a cortina l'economia giri, con soldi puliti o soldi in nero, non importa.

  • ?
    Lv 5
    9 anni fa

    Quando ho letto la notizia sul sole 24 ore che con l'arrivo dell'Agenzia delle Entrate si impennano gli incassi: ristoranti +300% e beni di lusso +400% rispetto all'anno precedente dei rilevamenti, ho applaudito per l'intelligenza dei commercianti che si sono dati una zappata sul piede... dovrebbero spiegare come è potuto succedere tutto questo, in una famosa cittadina del Nord Italia.

    Chi, come i leghisti, affermava convinto e senza avere la minima conoscenza che l'evasione fiscale riguardasse solo il Sud Italia ed ora leggono queste notizie possono andare a nascondersi. O forse Cortina si trova in meridione?

    Per il resto avranno pure romanzato un po' la situazione, non è un problema. Io mi chiedo come mai i commercianti hanno cominciato a battere scontrino tutto d'un tratto? Il blitz ha durato poco, troppo poco. Al posto della paura ci sarebbe dovuta essere solo la sorpresa del colpo fiscale, senza dare il tempo di avvisare gli altri. Secondo la mia opinione è stato ingiusto colpire SOLO questa località, avrebbero dovuto in contemporanea colpire altri posti piuttosto frequentati in quel periodo.

    Convinta che questo non basterà per smuovere le acque in cui troviamo, figurarsi, trovo perlomeno che questa notizia farà godere più di qualcuno..... :)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.