?
Lv 7
? ha chiesto in Politica e governoForze dell'ordine · 9 anni fa

Ma fino all'ultimo dell'anno, la GdF come aveva operato a Cortina?

Aveva soccorso magari con i suoi eccellenti reparti di sciatori la gente sulle piste da sci, ma i controlli sugli scontrini fiscali dei negozi, li aveva mai fatti?

7 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Il corpo della guardia di finanza si sà è il più corrotto da anni e anni ,non avete mai sentito di regali ai finanzieri per lascia passare? Cortina non esiste da ieri sono un sacco di anni che è lì tra le cime di Lavaredo, che si siano messi ora a controllare i redditi di chi la frequenta è positivo ,resta solo il dubbio che succeda solo ora e per quanto? E comunque l'evasione fiscale è un cancro ma facilmente smascherabile basta volere......Gli unici che non possono evadere il fisco sono i dipendenti pubblici e privati e di certo a Cortina la vanno a visitare per una gita, mica la frequentano abitualmente.

  • onox
    Lv 7
    9 anni fa

    Il problema sarebbe capire cosa fa invece la GDF nei mille altri luoghi di vacanza italiia, dai porti turistici del sud o nord e centro, alla piazzaetta di capri, a quel bellissimo posto che è S. Vito lo Capo (Trapani) sempre strapieno di camper dei disoccupati siciliani, alle vie del centro ma anche periferiche di roma, ecc....

    Insomma a me sembra che la GDF lavori solo nel veneto visto che in tre mesi siamo stati pieni di notizie su mega evasori veneti, come se nelle altre regioni invece....

  • EARTH
    Lv 6
    9 anni fa

    Stava in caserma e quando usciva faceva finta di niente ecco tutto.

  • perla
    Lv 7
    9 anni fa

    La GDF è stata sguinzagliata per questa operazione di "maquillage"per far credere agli italiani che il governo si adopera per stanare gli evasori. Si dovrebbe cercare anche altrove, o si crede che si pratichi l'evasione solo a Cortina a Capodanno? Questo è solo strombazzamento pubblicitario, ci aspettiamo che anche in ltre località non meno mondane di Cortina vengano fatti controlli analoghi, anche nelle boutiques più ricercate e nei locali più "in" delle altre città.Possibile che quando fanno dei controlli peschino solo chi non ha conservato uno scontrino del bar o il bambino che ha comprato una merendina. Se i controlli fossero davvero mirati saprebbero bene dove controllare.

    Da ultimo ti vorrei ricordare(ma non credo che ci sia bisogno)dei casi eclatanti di evasione riscontrati recentemente nel Vicentino, dove industriali e faccendieri avevano messo in piedi una rete e sistema perfetti. A capo di tutto c'era il comandante della GDF locale, che provvedeva a "controllare" e coprire tutti i traffici, dai quali traeva lauti compensi. Senza la connivenza o la compiacenza di chi deve controllare, difficilmente si riuscirebbe a nascondere completamente certi introiti al fisco.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • basta vedere la faccia del generale speciale per capire cosa é stata la guardia di finanza nel periodo berlusconiano

  • antani
    Lv 6
    9 anni fa

    penso abbia fatto il suo lavoro....

    francamente credo sia ingeneroso confrontare l'operato di qualche finanziere con ciò che hanno fatto 80 ispettori delle agenzie delle entrate

    ...è ovvio che numero ed equipaggiamente e database disponibili alla sede centrale di Roma permettano una soverchiante efficacia ispettiva, rispetto a quella che può essere promossa da qualche finanziere di caserme provinciali

  • Xman B
    Lv 6
    9 anni fa

    No...ha controllato i nominativi sugli Hotel Inn...

    e li ha incrociati con la denuncia dei redditi.

    Ma solo in Veneto escono questi fatti...

    nelle altre regioni ?

    Mi sembra che sia + una caccia al soldo che agli evasori.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.