Ma la gente è tutta pazza?

Ogni pochino si sentono al tg notizie agghiaccianti. Padri che ammazzano una famiglia intera, persone che vengono uccise per cavolate, addirittura oggi ho sentito che in America una ragazzina di 18 anni due anni fa ha ammazzato una bimna di 9 anni per capire che cosa si prova... roba allucinante, ma cosa hanno nella testa questi mostri?

A volte vorrei che l'uomo sparisse dalla faccia della Terra, viviamo in un mondo di delinquenti...

Voi che ne pensate?

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Ma sai, qui di fatto non è che l'essere umano sia cattivo, la natura dell'essere umano (la natura dell'ego umano) è quella di trarre profitto da ogni cosa. Quindi, in nome del trarre profitto, si vende porcheria agli adolescenti, società dell'entertainment producono continuamente spazzatura mediatica, cine splatter, merd@ sanguinolenta, prodotti cinematografici inneggianti al sangue e alla violenza con il bene placido delle parti politiche che sono comprate e zittite dal profitto. Corporazioni industriali, alimentari e farmaceutiche ammazzano con il bene placido del profitto, l'industria dell'intrattenimento come Sony, Microsoft, Nintendo, ecc... e tutti i prodotti da PC, con GAMES a dir poco agghiaccianti sono permessi, e anzi, vieni tacciato di ipocrisia se cerchi di fare qualcosa a riguardo per fermare tale scempio. Le forze in campo sono talmente esuberanti e potenti che stanno lentamente inondando la testa dei teenagers di merd@ violenta e sanguinolenta: vampiri, orchi, zombie, ammazza ammazza di ogni tipo e modello sono sparati continuamente attraverso i canali mediatici nei cervelli già plagiati e in qualche modo malleabili di questi giovanissimi inconsapevoli zombies del mercato inneggiante al satanico del profitto. Non c'è niente che se ne salvi, dalla musica - imposta attraverso le società di intermediazione musicale - uno strumento di diffusione del male e del dolore che controlla attraverso l'emozione del suono e del ritmo lo stato d'animo dei più giovani, e la scelta controllata dei gruppi musicali giovanili che potranno comunicare al grande pubblico concetti e idee - ricorda che le canzoni sono scritte non dai gruppi, ma dalle case di incisione musicale che gli impongono i dictat commerciali del tipo: o canti questo o siete fuori dal businness. Non c'è molto che rimanga per agire in aiuto. Tutto inneggia alla violenza e al dolore. Anche le mode, gli emo, i truzzi, i dark, i punk, è un inneggiamento continuo all'aderire a questo tipo di messaggio subliminale: IL MALE È BELLO, IL MALE È FIGO, IL MALE È CIÒ CHE DI PIÙ AFFASCINANTE C'È, AMA IL MALE, ABBRACCIA IL MALE, FAI DEL MALE...ecc..

    Così, poi, ti meravigli se un ragazzino di nove anni abbraccia un mitragliatore kalashnikov del padre e fa una strage nella classe? o ti meravigli se i ragazzini ancora savi di mente, li giudicano "emotivamente troppo instabili e li intrappolano in categorie come: disattenzione o iperattività-impulsività e gli impasticcano per renderli più controllati, sedati, ... in altre parole Zombies.

    Ma non ti accorgi che già siamo come zombies, facciamo ciò che ci dicono di fare e agiamo portando il loro prodotto tra di noi, morte e dolore, depressione e malessere, frustrazione e sofferenza ... e perché? perché mai tutto questo?

    Per il profitto?! ... fosse solo questo sarei già contento.

    C'è dell'altro, ma non è il caso di parlarne ancora. Tutto ciò che si vuole è renderci dipendenti dalle istituzioni, sempre di più, fino a che non potrai più fare niente, NIENTE, se loro non ti dicono che puoi, che sei "normale", e la normalità è solo un punto di vista soggettivo, perciò oggi gli anormali sono questi soggetti emotivamente paranoici e depressi, ma domani, ancora un giro di merd@ e sarà considerata normalissimo che una bimba di nove anni ammazzi per capire cosa si prova.

    Anzi, gli venderanno un po' più di prozac o qualche altro intruglio emotivamente instabile, o si inventeranno un cliché per giustificare una normalità e convertirla in "anormalità da controllare".

    E poi, l'allucinato sarai tu. Tu che pensi che ancora sia possibile fare il contrario, amare, aiutare, vivere in rispetto degli altri.

    Capisci dove ci stanno portando? inneggiano al malessere sociale, stanno creando malessere ad ogni livello della società, controllo e malessere, per poi gestire ed escludere dalla libertà individuale.

    Studiano comportamenti sociali per usarli contro di noi, chi sono questi?

    Teocrati, promotori del globalismo mondiale, costoro che usano la finanza per controllare le economie e distruggere le società e ci innondano di politici merdosi per poi controllarci attraverso "norme europeiste", No, non è paranoia, è la realtà dei fatti.

  • 9 anni fa

    non so cosa abbiano nella testa. io credo che l'uomo abbia sempre avuto nella sua psiche lati bui, con l'aumento dei soldi, del benessere e dei mezzi di informazione ne veniamo a conoscenza più spesso, cosa che prima magari non accadeva. però la ricerca scientifica, lo studio della psicologia e della psicanalisi ci hanno permesso nel corso dei secoli di conoscere meglio la mente umana, e in questo modo si può migliorare la prevenzione di questi fenomeni, prevenendo le situazioni di disagio psichico invece di curarle. certo, non si potrà mai eliminare del tutto il problema perchè il bene e il male sono parte dell'uomo in sè e non vi è modo di annientare alcuna delle 2 parti, ma si può provare e limitare il male e ad aiutare le persone che potrebbero compiere gesti negativi: con un percorso educativo, psicologico, con valvole di sfogo adeguate per la propria aggressività. il primo step sarebbe avere la consapevolezza che il male esiste e che ognuno di noi se messo nelle condizioni di esprimere se stesso nel modo giusto farà qualcosa di positivo per la società. invece se una persona si trova costretta in ambienti angusti, in ruoli sociali imposti dalla società o dalla religione, magari senza soldi per avere hobby o senza soldi per viaggiare, muoversi cambiare, senza un'istruzione adeguata che gli permette di leggere ed informarsi, a quel punto è necessario che ci siano adeguati aiuti di psicologi e pedagogisti quando c'è una famiglia da mantenere in modo da prevenire abusi sui minori, alcolismo, e in casi estremi gesti violenti che portano alla morte.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.