La scala gerarchica delle fonti e' regolata dal principio gerarchico delle fonti cosa prevede tale principio?

do 50 punti al migliore ! :)

5 risposte

Classificazione
  • Crobon
    Lv 6
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Stai parlando delle fonti nella ricerca accademica?

    Per esempio, se scrivo un saggio su un determinato argomento, ho bisogno di attingere a fonti serie, cioè scientificamente provate e basate - ed è ciò che distingue il mio scritto da un romanzo, o da uno scritto di fantasia.

    La rete internet è una miniera di fonti, ma piuttosto scivolose: il fatto che tutti possano scrivervi e postare scritti e documenti non gioca a favore della serietà delle fonti internettiane.

    Le fonti devono invece essere provate, cioè devono essere state vagliate e approvate (riconosciute pubblicamente e istituzionalmente) dalle accademie dei rispettivi campi del sapere.

    La gerarchia delle fonti è appunto la scala di affidabilità di queste ultime: dalle più istituzionali e provate, alle più soggettive e meno verificabili.

    C'è anche un ordine delle fonti: per esempio, nello scrivere la mia tesi di laurea in filologia ho dovuto usare prima le "fonti primarie" (le opere originali degli scrittori antichi) e poi le "fonti secondarie" (i commenti a queste opere, da parte degli umanisti o degli studiosi moderni). All'interno di queste ultime, poi, vi sono commenti 'istituzionali', basilari, irrinunciabili, e commenti fatti da studiosi meno quotati.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Vuoldire che in base al principio di gerarchia le fonti del diritto non hanno tutte lo stesso valore. Esse sono disposte su una scala gerarchica : le norme che si trovano sui gradi superiori della scala hanno forza maggiore di quelle che si trovano sui gradi inferiori.

  • Anonimo
    9 anni fa

    E ci sarebbe la Dichiarazione universale, 30 piccoli paragrafi c'è dentro tutto e il tutto è al di sopra di tutto.

  • 9 anni fa

    Come dice Margherita. Ad esempio la Costituzione italiana è la fonte di diritto primario nel sistema legislativo italiano. Nessuna legge può contrastare con i suoi principi.

    Oppure, i Regolamenti europei hanno predominanza sulle leggi italiane. Se una di queste non concorda, deve essere modificata.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Tienti i 50 e fai domande che abbiano un senso.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.