domande tecniche sugli sci?

perché lo sci tende a scivolare molto più facilmente rispetto agli altri oggetti, al punto da scivolare anche su discese poco ripide e con una neve non molto "liscia"? è forse merito della sciolina? e cos'è la sciolina? e, se è merito della sicolina, la si usava anche sui vecchi scii di legno? e, infine, perché il ghiaccio rende più facili le cadute (proprio d aun punto di vista fisico)

4 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Partiamo dal ghiaccio. A parità di coefficiente d'attrito (cioè utilizzando lo stesso sci con la soletta nelle stesse condizioni), la neve battuta è meno liscia del ghiaccio duro e vetrato. Ciò significa che lo sci, trovando meno attrito scivolerà molto più facilmente sul ghiaccio che sulla neve, da qui la capacità del ghiaccio di facilitare le cadute.

    Gli sci scivolano più facilmente rispetto agli altri oggetti perchè sono costruiti apposta per farlo. E' proprio la loro forma a renderli così sci-volosi. In realtà la sciolina migliora le caratteristiche di scivolosità dello sci sulla neve, ma solo se è del tipo giusto. La sciolina è una cera (diversi tipi per diverse temperature della neve) che va a penetrare dentro alla soletta dello sci durante la cosidetta sciolinatura a caldo, sì proprio dentro le fibre della soletta. Poi durante la discesa, l'attrito con la neve sotto lo sci, la fa sciogliere piano piano e uscendo facilita la corsa dello sci sulla neve. Ma non solo, la sciolina sulla soletta contribuisce a renderla sempre elastica ed impedisce che si deteriori con il passare del tempo. In realtà la sciolina va via dopo poche discese, quindi per essere nel giusto andrebbe fatta sempre dopo ogni sciata. Roba da agonisti o veri appassionati della tecnica.

    Negli sci di legno la sciolinatura era ancora più importante visto che le solette super scivolanti di oggi non esistevano proprio...

    Una cosa interessante della sciolina è che se sbagli il tipo di sciolina per la neve che vai a calpestare può anche succedere che ti freni, anzichè agevolare. Infatti chi fa scialpinismo lo sa, sciolina rossa per salire, e argento per la discesa... Così mi diceva un scialpinista dei tempi andati!

    Oggi la sciolina deve essere poi rimossa completamente dalla soletta, rimane solo quella dentro ai "pori" della soletta, se ne avanza finisce per frenarti.

    Ciao

  • Anonimo
    8 anni fa

    Lo sci tende a scivolare molto proprio per il materiale di cui è fatto il fondo, che fa pochissimo attrito con la neve.

    la sciolina è un materiale che somiglia alla cera e funziona un po' come la paraffina per le tavole da surf.

    la sciolina esiste di 3 tipi, gialla blu e rossa, questi tre colori si miscelano in base alla stagione e al tipo di neve.

    la sciolina si presenta un po come delle candele che si sciolgono sul fondo dello sci e poi si stendono.

    esiste un tipo di sciolina che si da a secco, sembra un po una saponetta e si strofina sotto gli sci.

    sui vecchi sci di legno si usava la cera.

    e sul ghiaccio tendi a cader di più perché l'attrito tra lo sci e la superficie è minimo, per stare in piedi devi spigolare la curva, e cioè inclinare lo sci in modo che le lamine facciano presa sul ghiaccio!

    spero di esserti stato utile, ciao

  • 8 anni fa

    Con i vecchi sci in legno si passava della cera sulla faccia inferiore oppure si faceva la calafatazione della medesima superficie stendendo una specie di pece calda nera che impregnava e impermeabilizzava la faccia inferiore dello sci, sulla quale poi potevano applicarsi meglio i primi prodotti precursori delle attuali scioline

    Fonte/i: tetimonianze dirette ed esame diretto degli esemplari d'epoca
  • 8 anni fa

    Dipende soprattutto dalla pendenza che c'è.. e poi si dalla sciolina ma nn sò dirti se esisteva già con gli sci di legno

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.