Geo
Lv 7
Geo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 8 anni fa

Schettino non è andato ed ha fatto male, ma perché allora nessuno è andato al posto suo?

Dalla Capitaneria hanno detto che prendevano il comando, ma allora perché non sono andati loro a bordo?

Non difendo Schettino, e come si può? Ma come al solito chi può si scrolla le sue responsabilità.

Ricordo quando correvo a salvare a nuoto un ragazzo che poi è morto affogato, e gli altri stavano lì a guardare incuriositi e immobili. Magari saranno stati gli stessi che mi hanno rimproverato per non averlo trovato sott'acqua?

Facile puntare il dito. Giusto condannare Schettino, ma non è molto onorevole fare i galli sulla spazzatura.

14 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Perchè Schettino in quanto comandante della nave non avrebbe proprio dovuto abbandonarla fintanto che questa non fosse stata evaquata...e già ha commesso un atto illegale

    In più per fare arrivare una barca dalla capitaneria di porto fino alla nave incagliata ci sarebbe voluto del tempo prezioso...nel senso che: se hai 100 persone ancora imprigionate su una nave cha affonda non ha nessun senso far arrivare una barca dalla capitaneria di porto...come minimo ci vorrà un 30 minuti (ma come ipotesi proprio migliore in quanto oltre al tempo di viaggio per arrivare serve anche del tempo per trovare uomini addestrati che eventualmente salgano sulla nave, dargli istruzioni su cosa devo farare, metterli su una barca e farli partire...diciamo probabilmente anche un'oretta parte), ecco in quei 30-60 minuti la nave sarebbe bella che affondata...quindi era lui che dopo aver fatto la cazzata di abbandonare la nave prima di averla evaquata doveva risalirci sopra e fare il suo lavoro...

    Anche perchè salire sulla nave e vedere quanta gente c'era, quanti erano morti, quanti potevano essere tirati facilmente fuori e quanti magari erano i potenziali imprigionati vivi nella nave avrebbe aiutato moltissimo anche i soccorritori che appunto sono arrivati DOPO tot tempo dalla segnalazione (perchè del tempo è normale che ci voglia)

    Fonte/i: mmm diciamo che conosco il mare
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    A bordo ha preso il comando il comandante Bosio di Ventimiglia ,a bordo per passaggio di rientro a casa , era gia fuori servizio e quando ha visto che Schettino non faceva nulla ha preso l'iniziativa dando lui l'ordine di evacquazione della nave e dirigendo alla meglio le operazioni.

    Era solo un passeggero ma si e assunto la responsabilita' delle operazioni.

    Adesso la Costa lo vuole sull'isola per la ricostruzione dei fatti e quando avra' finito potra' rientrare a casa per le sue vacanze.

    Fonte/i: Notizia riportata su Sanremonews.com per la zona di Ventimiglia.
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Credo che il comandante Schettino sia stato tale e degno di questa carica fino al momento in cui tutto è sempre andato per il bene. Stavolta il suo comando ha causato un errore grossolano nella valutazione dei rischi e quando ha realizzato cosa stesse accadendo per ciò che aveva fatto è andato nel pallone rifugiandosi in un mondo tutto suo. Mi spiace per tutte le vittime e tutte le persone coinvolte nella bruttissima faccenda che a diverso titolo sono state coinvolte a cominciare dall'ultimo passeggero al più alto in carica nella nave per finire alla compagnia.

    Un comandante non può pensare di fare ciò che vuole, anche se si trattasse del migliore in assoluto in tutto il mondo.

    Questa faccenda ha quasi dell'irreale e non bastano le parole per decrivere quanto dolore possa generare oltre quello che ha già generato.

    Un comandante terrorizzato dal panico come poteva trovarsi al comando di una MEGANAVE...?

    Non lo sapremo mai... in fondo anche lui è una vittima di questo disastro e forse la pagherà carissima se non totalmente dal punto di vista legale...

    Io incrocio le dita nella speranza che quanto accaduto non DEBBA ripetersi mai più... e che una MULTINAZIONALE DEL TURISMO la pianti di assumere personale a basso costo come anche si schiarisca meglio le idee su come avanzare di grado i propri dipendenti...

    Mi stringo forte alle famiglie di tutte le persone sulla nave indistintamente dal sesso, nazionalità e dipendenza.

    Un abbraccio a tutti quanti

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Lo sai su chi punto il dito principalmente?

    Sulla compagnia!!!

    C'è veramente questo bisogno di avvicinarsi così tanto ad un'isola per un saluto O.o?

    E' stato fatto sempre.

    Buongiorno

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • A me sembra che di Schettini al mondo ce ne sono moltissimi che hanno posizioni o carichi importanti spesso ottenuti per nepotismo cioe' per chi uno conosce non per le sue capacita'.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    concordo con te

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • aLI
    Lv 6
    8 anni fa

    si, ankio una volta ho salvato un bambino a nuoto..comunque....per farti capire la situazione è che schettino l'unica colpa che ha secondo me è stata quella di non avere esperienza di come governare una nave...fin quando si è trattato di fare le prove di salvataggio che ha superato...è semplice, ma trovarsi in una situazione di pericolo come quella, non sai se il tuo istinto di sopravvivenza capitano o no ha la meglio...io dico che siccome lui ha fatto un errore doveva restare a bordo a coordinare i salvataggi, però: se schettino in quel momento si è reso conto...sia dell'errore che ha fatto e sia del fatto di non essere capace a soccorrere le persone....a questo punto..se andava o no a bordo come diceva il suo superiore....forse era peggio...lui si è reso conto che non era in grado di farlo...per questo non l'ha fatto...poi mettici ancxhe il fatto che sembrava un pò fuori dal mondo quando parlava con il suo superiore.....io dico solo una cosa.....nessuno ha il diritto di giudicare i comportamenti altrui, sicuramente la sua coscienza lo condannerà a vita....non è semplice fare i conti con i sensi di colpa ti distruggono la vita, se ci fosse stato un altro comandante forse sarebbe stato meglio sì, ma chi può saperlo?? non giustifico nessuno dico solo che siamo tutti umani e gli errori si pagano nella coscienza....non credo che lui avrà il coraggio di vivere ancora..o vivrà con i suoi sensi di colpa a vita......

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    devi sapere che mentre schettino era al telefono con il signor de falco, un altro personale della capitaneria si è dato da fare ed è andato verso la nave a dare una mano su come organizzare il momento,dato che il comandante non è stato capace.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    perché non è il loro lavoro, perchè non conoscono la nave, perché quando sali su di una nave o su di un aereo ti metti nelle mani di persone di cui pensi di poterti fidare, perché non è la questione di puntare il dito per dare la colpa a qualcuno...magari non è colpa del comandante se la nave è affondata, ma lui aveva il dovere di fare tutto il possibile per salvaguardare la vita di quei passeggeri che si sono fidati di lui!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    in effetti proprio stamattina su un giornale una persona diceva che questi avvicinamenti alle coste sarebbero assolutamente vietati, ma il comandante deve farli per fare piacere all'armatore, e la capitaneria di porto chiude un occhio per lo stesso motivo. alla fine, come sempre, si condanna solo la persona che commette l'ultimo errore della catena, e non si prende nemmeno in considerazione l'idea che anche altre persone possano avere delle colpe. come dici tu, lui verrà sicuramente condannato per i suoi errori, ma finirà che i suoi errori copriranno quelli di tutti gli altri, e la cosa, oltre a non essere giusta, non è molto rassicurante.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.