Andrea ha chiesto in SportAttività all'apertoPesca · 8 anni fa

tecnica tremarella per trote?

mi spiegate precisamente cm adottare questa tecnica con galleggiante normale e bombarda da fondo e galleggiante??

6 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Come già ti hanno risposto, la tecnica della tremarella la si utilizza prendendo comunque delle (chiamiamole precauzioni, perché ora non mi viene in mente la parola più appropriata), la si fa con una canna molto dolce, che sia molto sensibile e che perciò abbia un cimino assai sottile, dalla grammatura dai 2 ai 4grammi, io nelle gare utilizzavo una Trabucco Iridium Action 2.

    La tremarella non la si fa mai con bulbi, bombarde dalle grammature alte quali 10,20..o con galleggianti, ma con piombini fino ai 5gr, con trabucchini fino anche ai 7grammi ma con una buona galleggiabilità, la si può fare anche con i trenini.

    E' difficile da spiegare a parole, proviamoci.. allora sempre recuperando possibilmente a velocità costante, e perchè no, a volte ci si può anche fermare, tramite il movimento del polso, bisogna muovere la canna su e giù,su e giù, continuando così, deve essere un' azione dolce, non deve essere fatta tanto per muovere la punta, ti posterò un video dove potrai farci l'occhio.

    Qualcuno dice anche che è una perdita di tempo, io personalmente, che ho imparato ad utilizzare questa tecnica, ti rendi proprio conto che pescando normalmente a recupero, ed io applicando questa tecnica, io ho una marcia in più.

    http://www.youtube.com/watch?v=x0i23oAn9DQ

    Youtube thumbnail

    &feature=related

    Ti racconto un anendoto, qualche anno fa praticavo gare alla pesca alla trota in cava, eravamo ora mai a fine gara, il pesce era poco, ed è qui che usciva fuori la pravura del pescatore, e non la fortuna di trovarsi in un buon posto, in uno spostamento (si perchè la gara era a spostamenti, di circa 7 minuti), mi sono trovato a fianco il campione italiano di pesca alla trota di quell' anno, non ti dico mi sentivo piccolissimo, eppure lui pescando a recupero, ed io utilizzando questa tecnica, lanciando a distanza pari uguale (1metro e mezzo di spazio tra me e lui), io ho fatto il pesce, e lui li a guardare.. se la impari correttamente, sicuramente sarai più avanti di molti pescatori.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Ciao, sono un Carpista ma in inverno pratico anche spinning ;) allora, la tremarella è una delle tecniche più prolifiche per la pesca della trote in laghetto. Consiste nell'utilizzo di una canna molto leggera e sensibile con un cimino estremamente sottile. Il recupero deve avvenire in modo lento ma continuo e far appunto tremare con dei movimenti di polso appunto il cimino. Unitamente a questa tecnica bisogna adottare l'innesco della camola a Elle :) si può praticare sia a galleggiante che con la bombarda a patto che non sia molto pesante.

    A presto!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Ciao andrea, la tremarella serve innanzi tutto a far sembrare più reale e più visibile l'esca che può essere una camola, piuttosto che altro...

    Per effettuarla, la cosa migliore è avere una canna molto sensibile così che sarà possibile con la cima morbida effettuare con il polso dei piccoli tocchetti continui e molto rapidi, sarà possibile farla a canna alta quando i pesci mangiano a mezz'acqua ed è anche possibile farla a canna bassa quando i pesci mangiano in calata.

    Questa strategia ti aiuta molto soprattutto in questo periodo che le trote sono svogliate, e di inseguire un esca per cibarsene proprio non ne hanno voglia, sono solo stuzzicate dalla curiosità che le indurrà poi a mangiare sull'esca.

    Ti lascio inoltre un video che ti illustra come effettuare la tremarella :

    http://www.youtube.com/watch?v=0N2whnbMD_I

    Youtube thumbnail

    &feature=related

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    ..ciao..la tremarella è una tecnica di pesca alla trota che serve oltre a far girare in modo continuo l'esca, tipo innesco con due camole, anche di di dare all'innesco una sua vivacita' recuperando la lenza e muovendo il polso in modo di far tremare la vetta della canna...è un tipo di pesca con lenze leggere al max 5g,. la puoi fare sia con un gallegiante, tipo penna di pavone, o usando un piombino slim o un vetrino e usando una canna leggera e sensibile con un mulinello adeguato..spero di essere stato..d'aiuto..

    Fonte/i: vecchio pescatore..
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    La "vera" tremarella si fà a breve distanza con zavorre molto leggere (piombini, still, catenelle), senza galleggiante o bombarda che frenerebbero la trasmissione delle vibrazioni all'esca.

    Ovviamente nulla impedisce di animare l'esca con movimenti del polso anche nella pesca a distanza, ma in questi casi si parla piuttosto di "richiamo dell'esca" o "variazioni di recupero" e ci si può limitare a variare l'altezza della punta della canna, anche perchè pretendere di far vibrare con il polso un'esca a 50 m di distanza, zavorrata da 20g di bombarda e con una robusta canna da 4,50 m è assai faticoso e poco efficace (si perde sensibilità).

    Ti sconsiglio anche l'abbinamento di galleggiante e bombarda: per lo striscio è meglio una bombarda poco affondante o galleggiante, mentre per la pesca al colpo puoi impiegare galleggianti piombati.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    nn te la consiglio per niente io ho provato.

    TEMPO PERSO!!!!!!!!

    Fonte/i: Esperienze personali
    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.