Cecilia ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 8 anni fa

Ho una gatta di 10 anni, se prendessi un nuovo gattino questo potrebbe avere conseguenze su di lei?

L'abbiamo presa nel 2001, aveva appena un mese e mezzo ed è da sempre la principessa della casa, per così dire. Segue mia madre ovunque, dorme sui nostri letti, è viziata e coccolata. Ora stiamo pensando di prendere un altro gattino, possibilmente maschio, ma mia madre esita perché ha paura che la presenza di un nuovo arrivato potrebbe scombussolare la nostra gatta e nuocerle in qualche modo. Non ho ancora consultato il veterinario, perché prima volevo essere sicura di poter prendere un altro gatto. Mi aiutate? Grazie :)

11 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Migliore risposta

    Sarà opportuno decidere di introdurre il nuovo arrivo in un periodo in cui potresti stare a casa per qualche giorno in modo da affrontare le eventuali piccole complicazioni.

    Armati di pazienza e prepara una stanza dove il secondo micio potrà stare prima di fare la conoscenza del primo.

    Dovrà avere a sua disposizione

    una cuccia per dormire*

    le ciotole del cibo e dell’acqua*

    la lettiera*.

    E’ opportuno assegnare al micio una stanza “neutra” cioè una stanza che non sia già territorio del vecchio micione :3

    (di solito il bagno è una stanza neutra,

    evita invece di tenere il nuovo gatto in camera escludendo il vecchio).

    Per un po’ di tempo non farli incontrare, fà invece capire loro che nella casa c’è un altro gatto: magari accarezza con un panno prima uno e poi l’altro, in modo che ne sentano l’odore;

    scambia le loro copertine e i cuscini;

    Coccola costantemente (soprattutto sul muso dove ci sono le ghiandole che emettono feromoni) prima uno e poi l’altro. :D

    Al momento dei pasti, fai loro mangiare vicino alla porta che li divide,

    uno da un lato e uno dall’altro.

    Così facendo assoceranno la reciproca presenza a qualcosa di piacevole. ;)

    Importantissimo è evitare di sconvolgere le abitudini del gattone :D,

    rispettare orari della pappa,

    orari dei giochi,

    coccole.

    Tutto dev’essere esattamente uguale a prima per non spiazzarlo e farlo sentire abbandonato. Perderesti sicuramente la sua fiducia se si sentisse messo da parte per il nuovo arrivato..

    Esperienza personale.

    Dopo qualche tempo, regolandoti sul grado di tolleranza di entrambi (se uno dei due soffia insistentemente e si rifiuta di mangiare, prolunga il periodo.), lascia che i due si incontrino fisicamente.

    Ciò dovrà avvenire in un luogo neutro della casa, il corridoio, la sala, il terrazzo,

    poichè il gatto che possiede un territorio (la casa) riconosce alcune zone come più “intime” e non vuole vedervi intrusi (di solito i luoghi dove dorme e mangia).

    Non farti assolutamente prendere dal panico se i due si soffieranno,faranno scena per far vedere chi è che comanda.

    E’ un caso abbastanza raro (anche se non impossibile) che il nuovo arrivato venga accolto a braccia aperte dal vecchio D:

    Sii sempre presente ai primi incontri ma non sgridarli mai se si azzuffano o se si soffiano.

    L’incontro per loro è già fonte di stress e sarebbe controproducente aggiungere una nostra sgridata o uno spavento..

    Finirebbero con l’associare la reciproca presenza con la sgridata e con l’odiarsi ancora di più.

    Sii calma ma risoluta nel separarli o riprenderli solo se le litigate dovessero diventare aggressive.

    In genere le azzuffate in questi casi avvengono sempre a unghie ritratte e i morsi non sono mai pericolosi,

    ma se ciò avvenisse basterà una spruzzatina d’acqua o un rumore forte e rimanderemmo l’incontro a un’altra volta.

    Quando non sei a casa, per i primi tempi, evita di lasciarli liberi ma chiudi sempre il nuovo arrivato nella sua stanza. (Parlo per esperienza ç_ç)

    Dopo qualche tempo, che può essere qualche giorno ma anche qualche mese, potrai trovare i due teneramente abbracciati nel sonno o intenti a leccarsi reciprocamente e finalmente potrete vivere tutti felici e contenti. :')

    Ma se così non fosse, non farti prendere dal panico e tieni duro. C:

    Se non diventano amici inseparabili impareranno comunque a convivere pacificamente spartendosi il territorio di casa e a rispettarsi reciprocamente..^^

    Saluti alla miciona ♥. Miao♥. :3

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • beh dipende tutto da come li fai conoscere. io prima di prendere Dj, una micetta che è praticamente venuta a bussare alla mia porta, avevo un incrocio tra un maremmano e un pastore tedesco di tre anni. lei all'inizio era molto spaventata. per una settimana non li ho fatti incontrare, ognuno aveva propria stanza dove passare il tempo, e quando magari il cane non c'era facevo fare un giro a Dj nello spazio di Che per sentirne l'odore. lui non faceva nulla, era lei che soffiava e inarcava la schiena. dopo una settimana, ho strofinato una vecchia maglia su di lei, e un'altra su di lui, poi le ho scambiate, in modo che sentissero l'odore, e che capivano che ormai non c'era nulla da fare dovevano convivere. poi li ho fatti incontrare, ho fatto entrare lui nella stanza dove stava lei, ma lei la tenevo nel trasportino e da lì, lei guardava la situazione. dopo due settimane ho lasciato che si incrociassero liberamente. il risultato è che lei, che ne era spaventatissima, gli fa gli agguati, lo rincorre, prova a giocarci. lui, che con determinate persone è un cane da zona rossa (non mi meraviglio visto che lo ha voluto addestrare mio padre), la annusa e la lecca. questo fino a quando Dj non prova a sottrargli qualcosa da mangiare, lì l'abbaia, lei scappa, ma poi è come se non fosse successo nulla. Quando invece è lui a mangiare nella sua ciotola (lui mangia solo il secco e un po' di grana ogni tanto, lei anche l'umido che è più invitante) lei lo guarda immobile da lontano sconcertata, come se sapesse che non può fare nulla contro di lui, opppure lo guarda dall'altro della poltrona come per dirgli :"Ti sembra giusto approfittarne solo perchè persi 50 Kg?". poi guarda me, finchè non me ne accorgo e lo sgrido. convivono però benissimo tanto che li lasciamo anche da soli in casa. il punto è che devi essere tu a farli andare d'accordo, a far capire ad entrambi che quella è casa loro. le abitudini con la micia poi non devono cambiare anzi. un po' di coccole in più all'inzio è sempre bene. fossi in te però, se dovessi sceglierne il sesso (cosa che non ho fatto con Dj è capitato) sceglierei un'altra femminuccia.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Come x noi esseri umani dipende dal carattere, io ho 4 gatti e all'arrivo del cucciolo qualcuno ha fatto il geloso e nervoso ma qualcun'altro ha fatto da mentore piu che volentieri! Valuta io ci proverei, l'importante è che almeno sia del sesso

    Opposto!!

    Fonte/i: Esperienza diretta
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Anchio ero nella tua stessa situazione. Ho consultato il veterinario ma mi ha detto che tutto dipende dal gatto, non si può sapere. Alcuni gatti magari la prendono male , ma altri trovano un nuovo amico . Alla fine è solo questione di abitudine...anche se la tua gatta non accetta subito il gattino primo o poi ci farà l'abitudine.Però ti consiglio comunque di consultare il veterinario. ;)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ilamar
    Lv 7
    8 anni fa

    lo abbiamo fatto quest estate, ho una gatta di 10 anni trovatella e quest estate è comparso un altro trovatello e non abbiamo resistito.

    In estate il problema non si è posto perchè i mici stanno molto all'aperto e non c'erano grandi problemi.

    Con l'inverno invece si sono rintanati in casa entrambi e tra di loro è guerra aperta. Il micino andrebbe anche a giocare con la gatta ma lei non ne vuole sapere, gli soffia tutte le volte che lo incrocia. Io non mi metto in mezzo quasi mai, li lascio fare da soli, tanto non si menano, al massimo fingono di darsi qualche zampata ma non si sono mai fatti male fra di loro, certo che non posso proprio dire che convivano pacificamente.

    E cmq sono strani perchè a volte dormono nella stessa stanza per tutto il pomeriggio senza problemi... chissà.

    Avevo fatto anch'io questa domanda e purtroppo (o per fortuna) ogni gatto ha il suo carattere, c'è chi accetta i nuovi arrivati senza problemi e chi invece non li può vedere.

    Io cmq cerco di dedicare ad entrambi del tempo sia per le coccole che per i giochi, il rapporto con me non è cambiato e non credo che la miciona stia male, ha solo un rompiballe in più per casa... non vedo l'ora che sia estate così si gestiscono meglio.

    miao e buona giornata

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Bog
    Lv 6
    8 anni fa

    GROSSI GUAI TERRITORIALI. Come minimo la gatta comincia a fare la pipi (puzzolente come ogni dire) per "marcare" il suo territorio. Ma e' anch epossibile che lei sentendosi minacciata di invasione lo uccida e buona serata a tutti.

    I gatti sono per noi umani molto strambi. Ad esempio una mamma si MANGIA tutta la cucciolata se non si sente in grado di sopperire il latte a tutti. Inoltre un altro maschio puo' MANGIARSI tutta la cucciolata perche' vuo,e far sesso con la puerpera che altrimenti sarebbe bloccata dallo svezzamento per molti mesi. I gatti insomma non hanno etica e sono assassini senza cosciennza.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    è meglio se non lo prendi, aspetta che il tempo della tua gatta sia "esaurito" e poi vai a prendertene un altro. io ho una gatta di quasi 12 anni e una volta io e mia sorella abbiamo trovato un gattino di qualche settimana abbandonato per strada e allora lo abbiamo preso con noi, la gatta ha pensato che fosse il suo cucciolo ma solo perché 2 anni prima ha avuto un "trauma psicologico": ha partorito 3 cuccioli, tutti morti... e da allora ha cominciato a credere che ogni gattino fosse suo, ma non so che effetto potrebbe fare alla tua gatta.

    Fonte/i: experience
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Dovete fare in modo che il nuovo arrivato se mai lo avrete, non sotto metta la gatta, voglio dire lei ha i suoi spazi e voi dovete fare in modo che rimangano suoi, lei ha le sue abitudini che non devono cambiare col nuovo arrivo comunque il veterinario può aiutarvi

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Ciao, anche io ho un gattone di quasi 4 anni :)

    Avevo pensato anche io di prendere un nuovo gattino ma ho pensato che forse non potrebbero andare d'accordo. Se i due gatti crescono insieme è una cosa, ma se li fai conoscere dopo anni secondo me è meglio di no. Anche se una mia amica ha un gattone... quando una gatta non sua ma che stava nel suo giardino ha fatto i gattini il gattone si comportava come per difenderli... quindi dipende :))

    Ciao!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Se prenderai un altro gattino l'altra diveenterà gelosa, è normale.

    Fonte/i: Ho avuto 2 gatti di diverse età :3
    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.