Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 8 anni fa

Posso chiedervi un parere su questo mio breve testo?

Volevo capire se possiedo almeno un po' di talento nello scrivere. Avendo sedici anni ed essendo in un periodo in cui scrivo poco e leggo ancora meno, credo di avere buoni margini di miglioramento. Chiedo un parere più sulla forma, che sul contenuto. Siate critici mi raccomando, non smercio punti a chi si dimostra più simpatico.

Un leggero bagliore attraversò la parete della tenda, posandosi sul suo volto. Sollevò la testa dal

cuscino, e senza neanche aprire gli occhi, trasse un sospiro di sollievo: la notte era passata. Raccolse da terra una vestaglia usurata, si vestì, e si gettò nel bosco. Erano passate quarantott'ore da quando aveva raggruppato i suoi pochi averi in una borsa, ed aveva firmato la lettera nella quale spiegava la sua scelta al padre. "Già, la lettera" ricordò, schiacciando un'ortensia nel tentativo di superare l'intrecciarsi di rovi che lo separavano dalla prateria. Provò a sorridere, ma non ci riuscì. Erano anni che sognava di lasciare casa, ma adesso che l'aveva fatto, si rendeva conto che il senso di vigliaccheria l'avrebbe perseguitato ovunque andasse. Poteva scegliere di affrontare suo padre e sperare che andasse tutto bene, oppure scappare. Aveva scelto la strada apparentemente più semplice, che in alcuni casi puo' rivelarsi più dolorosa. Ed eccolo lì, seduto sotto un albero di mele, a chiedersi come sarebbe andate le cose se fosse nato eterosessuale.

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Migliore risposta

    L'incipit parte bene ed è scritto in un italiano scorrevole. Avendo letto che non sei un accanito lettore e scrittore, avevo immaginato un testo non proprio eccellente dal punto di vista tecnico. Invece mi hai stupita. Certo, lo trovo un po' prolisso, verboso e non da "sedicenne". Mi spiego: immaginavo che ponderassi meno e che scrivessi con frenesia e di getto, invece la tua scrittura appare più matura dell'età che dici di avere. Certo, resta da vedere il seguito come procede, ma nel complesso lo trovo meglio di tanti sedicenti scrittori che, ahimè, pubblicano e sono persino famosi (vedi Moccia). Bello questo viaggio in sé che compie il tuo protagonista: la fuga dalla casa paterna sembra molto una fuga da un'accettazione verso la propria omosessualità. E l'intraprendere un viaggio verso luoghi sconosciuti mi fa venire in mente le sconfinate distese di natura americana. Mi piacerebbe sapere come prosegue. E spero non prosegua con questa vena malinconica che si intuisce (seppur lieve). Continua, ragazzo, continua!

    Fonte/i: Me stessa, sono una scrittrice.
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • yb
    Lv 4
    8 anni fa

    Non è pessimo secondo me; elimina le virgole prima di "e", attento a qualche errore di battitura, ti direi anche di sfoltire appena un po' la punteggiatura in quella parte che disturbava l'altro utente (non sapeva spiegare perché ma credo fosse il ritmo) ma ho visto che ti danno anche il consiglio opposto quindi buona fortuna XD In generale mi sembra passabile, solo corri parecchio e sei un po' brutale. In effetti il passaggio cuscino-vestaglia usurata-bosco è un po' strano e forse quel finale avrebbe potuto essere allungato con un po' più di "show don't tell" - scusa se cito quella regola vecchissima ma credo sia piuttosto valida. Come margini di miglioramento ti augurerei una maggiore descrittività esterna e un maggior numero di informazioni sensoriali di contro a pensieri, stati d'animo etc. dei personaggi, che secondo me unito a un accorto uso retorico permetterebbero un maggior coinvolgimento del lettore; ma questa non è una legge. Buona fortuna!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    E' un incipit interessante, non annoia e scorre bene. C'è solo una parte che non mi convince per quanto riguarda la forma: ''Poteva scegliere di affrontare suo padre e sperare che andasse tutto bene, oppure scappare. Aveva scelto la strada apparentemente più semplice, che in alcuni casi puo' rivelarsi più dolorosa''

    Non so dirti cosa sia di preciso, ma nel leggerlo mi stona un pò rispetto al resto del testo; penso che il testo in generale, così come la descrizione del paesaggio attraverso le azioni del protagonista sia ben fornito di aggettivi e precisazioni e questa parte invece, dove stai esprimendo un concetto importante sia dal punto di vista ideologico che della comprensione, risulti un pò banale. Comunque secondo me hai del talento, e mi incuriosirebbe sapere come continua. Inoltre ti direi che mentre si è in fase di scrittura secondo me fa bene non leggere troppo, per quanto mi riguarda sono una persona che assimila tanto e in fretta, e senza rendermene conto rigetto sulla carta stili di scrittura che mi sono rimasti impressi. In seguito me ne accordo, mi danno e ricomincio xD

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    all'inizio è un po' confuso il tutto, narri troppe cose senza dare al lettore il tempo di assimilarle; avresti dovuto mettere più punteggiatura. E poi sei contraddittoria\o il protagonista prima sta in una casa con le tende il pavimento, il cuscino...poi va nella...foresta? e poi dice di essere scappato di casa, insomma, mi sembra un po' forzata la cosa.

    Comunque mi sembra un buon tema su cui scrivere una storia e, si, hai margini di miglioramento.

    Buona fortuna.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.