Non riesco ad accettare che i miei genitori stiano con altre persone...?

Ciao a tutti,

Ho 22 anni e 4 anni fa, precisamente il giorno dopo il mio diciottesimo compleanno, i miei genitori hanno deciso di separarsi, e in seguito divorziare.

E' una decisione che io ho incassato apparentemente da tranquilla (sono molto riservata e non manifesto mai le mie emozioni) ma dentro ho sofferto davvero molto, e la mia famiglia tutt'ora mi manca tanto, quindi non sono poche le volte che scoppio a piangere da sola perchè vorrei tornare indietro nel tempo.

Quasi subito dopo la separazione i miei genitori hanno trovato un altro e un altra compagna con cui convivere, e siccome abito con mia madre mi sono trovata a dover subito (dopo un mese) sopportare un uomo che non è mio padre in casa.

Ma a parte lo sbaglio che ha fatto mia madre, imponendomi forzatamente il suo compagno così di fretta, io ancora adesso non riesco a sopportare di vedere i miei genitori abbracciare, baciare, uscire con i loro compagni.

A loro non ho mai detto niente, perchè meritano di rifarsi una vita, e se sono felici così perchè dovrei rovinargli il sorriso rivelando i miei pensieri?

Quindi davanti a loro sorrido, e stringo i denti, poi quando sono da sola piango e mi dispero.

E' una situazione che vorrei risolvere da sola, senza turbare loro, e arrivare ad accettare tutto questo come normale.

Con il ragionamento ci arrivo, e me ne faccio una ragione, ma quando poi vedo mia madre baciarsi con il compagno (e mio padre idem) il cervello si disconnette ed io non riesco a non starci male.

Secondo voi è questione di tempo, (quindi 4 anni non sono abbastanza) oppure devo trovare un altro modo di farmene una ragione?

Grazie

8 risposte

Classificazione
  • Kwaku
    Lv 5
    9 anni fa
    Risposta preferita

    è del tutto normale sentire repulsione nei confronti dei nuovi compagni dei tuoi genitori, da quello che scrivi si capisce anche che sei una persona che usa molto la razionalità cercando di non farti travolgere troppo dal tuo lato emotivo, contemporaneamente cerchi di non far soffrire i tuoi "perchè meritano di rifarsi una vita" e quindi reprimi le emozioni davanti a loro per poi sfogarle da sola, in privato, dove nessuno ti può vedere o sentire. E' un comportamento che capisco, ma purtroppo non condivido, e ti spiego il perchè: da quello che scrivi si capisce che sei una persona sensibile ma allo stesso tempo usi il cervello cercando soluzioni per non fare danni alla vita degli altri ed è nobile da parte tua, ma ti dimentichi di te stessa, credi che così facendo le cose possano migliorare? Secondo me devi trovare al più presto una valvola di sfogo e soprattutto iniziare a essere un po egoista, d'altra parte non è giusto che tu soffra per una cosa che non hai fatto e non hai voluto.

    Parlagli delle tue sofferenze non è giusto reprimere per il normale svolgimento della vita degli altri, è a te che è arrivato il macigno più pesante addosso, e tra l'altro non voluto, che si prendano le proprie responsabilità, loro che sono adulti!!!

  • Morlav
    Lv 4
    9 anni fa

    Sei fin troppo comprensiva secondo me!

    Non parli dei tuoi sentimenti per non turbare la loro felicità... Ma a loro della tua felicità è interessato poco: non hai chiesto tu di venire al mondo, prima ti hanno fatta e poi ti hanno messo in una situazione orribile.

    Scusa, ma io qst situazioni non le sopporto. secondo me un genitore non dovrebbe mai fare una cosa del genere a un figlio. Dovrebbe piuttosto sacrificare la propria gioia.

    Cmq non penso che riuscirai mai ad accettare la situazione (io non ci riuscirei). Ma sei forte, quindi potrai andare avanti: fatti una tua vita e non permettere che i loro errori possano rovinare il tuo futuro!

  • 9 anni fa

    Io non so cosa voglia dire tutto ciò ma leggendo le tue righe ho provato a mettermi nei tuoi panni e provare a capire cosa senti. Certamente non è una situazione facile perché all'improvviso la tua vita cambia da così a così e tu non puoi farci niente perché hai subito una situazione che di per se non hai voluto. A primo impatto direi che non accetterei mai nemmeno io una situazione del genere, ma la verità è che bisogna trovarsi nelle situazioni per poter esprimere realmente un giudizio. Al livello razionale ti dico che purtroppo può capitare nella vita che i matrimoni finiscano e i genitori decidono di rifarsi una vita. Però se ci pensi è giusto cosi! Ti è mai capitato di lasciarti con un ragazzo che magari ci stavi anche da parecchio tempo, ma vi siete lasciati perché soffrivate, non riuscivate più ad essere felici e magari qualcuno che era affezionato a voi ne è rimasto deluso ma in quel momento hai preferito fare cosi perché la felicità di qualcun altro avrebbe compromesso la tua? E poi magari hai trovato qualcun altro che ti rendesse nuovamente felice? Beh la situazione non è tanto diversa solo che quando non riguarda noi direttamente è più difficile accettarlo. Io penso che i tuoi genitori abbiamo riflettuto e provato a salvare il loro rapporto, proprio per salvaguardare la vostra famiglia, ma continuare sarebbe stata una bella presa in giro non credi? Io capisco quanto tu ci stia male, è davvero brutto tutto ciò. Ma in fondo non li hai persi, loro saranno sempre la tua mamma e il tuo papà. Per fortuna non è la tua situazione, ma ce ne sono altre in cui viene a mancare uno dei due genitori e l'altro decide di rifarsi una vita. Il figlio sicuramente all'inizio può non accettarlo perché sembra quasi che il padre o la madre che sia venga rimpiazzato, ma non è cosi. E' solo che siamo esseri umani e non siamo fatti per stare da soli e purtroppo questa è la dimostrazione che non tutto è per sempre :( Per ora più che cambiare modo di vedere la cosa non puoi fare niente. Nel momento in cui però i tuoi genitori ti dovessero trascurare (ma non credo sia la tua situazione) o i loro compagni ti mancassero di rispetto allora lotta per cambiare le cose, perché mancare di rispetto te, vuol dire non avere rispetto nemmeno per tua madre/padre.

  • 9 anni fa

    Parlo per esperienza personale: è difficile per tutti, ma dipende molto dal tempo che è passato. un altro fattore inportante è il fatto che i figli i cui genitori divorziano quando sono già grandi (come te) soffrono davvero moltissimo. io non mi ricordo di quando i miei hanno divorziato perchè ero molto piccola ma è stato difficile accettare che stessero con altre persone, ma devi pensare che non tolgono nè amore a te, nè all'altro coniuge a cui penso che ormai non potessero proprio più darne. E' proprio questione di tempo per farci l'abitudine e convincersi che non fanno assolutamente niente di male, ma magari potresti chiedere ai tuoi di non imporre troppo nella tua vita i loro nuovi compagni, spiegando loro che anche tu hai bisogno di un po'di tempo.

    Buona Fortuna per tutto :)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Certe cose non si accettano dal principio e non si accetteranno mai. Col tempo ci si fa "l'abitudine" ma questo non significa che si accetteranno. L'unica cosa che ti posso consigliare è di farti la tua vita come i tuoi si sono fatti la loro.

  • Non sono piacevoli queste situazioni,e non credo si possa mai accettare una cosa del genere,se non l'accetti incosciamente dall'inizio non è facile farsene una ragione. Loro hanno la loro vita,ma i figli hanno la propria. Io cercherei di stare il meno possibile a casa,magari trovando un lavoro che mi porti a stare fuori,e comunque leverei le tende il prima possibile

  • 9 anni fa

    ciao anke io sono cm te molto riservato, pero' voglio dirti una cosa, io capisco ke tu stia soffendo x quello ke e successo nella tua famiglia. Pero' secondo me il problema e ke non e ' mai capitato ke tu abbia visto i tuoi cn un altro o un altra compagna ed allora x te e' solo questione di abituidine, poi con il tempo vedrai ke ti abituerai all idea. cerca di accettare la realta' cosi com' è e vedrai ke presto starai molto meglio. pensa ad altro pensa alla tua vita e a divertirti. :)

  • 9 anni fa

    secondo me i tuoi genitori avevano da prima un altro/a,ma hanno aspettatola tua maggiore età per fare uscire fuori il tutto,in questo i tuoi genitori si sono:comportati bene,in quanto la loro storia sentimentale era finita da tempo poi la separazione,e il divorzio,d' altronde l' amore per sempre ad eccezione di casi rarissimi non esiste,l' unica tua soluzione,è quella di andare fuori di casa,e di farti una tua vita,d' altronde a 22 anni cosa aspetti? per quanto mi concerne me ne andai di casa a 17 anni.per essermi ritrovato: quasi nella tua situazione.ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.