Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 9 anni fa

Aiuto, chi ha un po' di fantasia entri! 10 PUNTI!?

Ricordando la morte e la distruzione provocate dallo tsunami nel dicembre 2004 in oriente, inventa un racconto nel quale tu, da protagonista, vivi un' esperienza che ti induce a pensare di essere l' unico sopravvissuto ad un diluvio di enormi proporzioni.

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    normalmente in un racconto si parte raccontando dove ti trovi, puoi usare un luogo di fantasia oppure un posto dove sei stato, racconta com'è bello, pieno di sole, la natura incontaminata. Poi racconta con chi sei, la tua famiglia, i tuoi amici e scrivi perchè sei lì, in vacanza dopo un anno pieno di difficoltà, in relax per la fine della scuola o la prima vacanza da solo con i tuoi amici. Racconta della sera che passate in allegria a cena o davanti ad un falò a cantare. Poi andate a dormire e ad un certo punto ti svegli che ne so perchè c'è troppo silenzio. Guardi fuori dalla finestra e non vedi più l'orizzonte ma un muro, guardi meglio e vedi che è di acqua. corri verso il terrazzo dell'albergo, ma l'acqua è più veloce, arriva e travolge tutto. ti aggrappi al corrimano delle scale per non farti trascinare via, e cerchi di risalirle. vedi la gente attorno a te in balia dell'acqua, cerchi da aiutarle ma non ci riesci. risali sempre più velocemente perchè l'aria sta finendo. arrivi in cima ed esci.

    ti guardi attorno e descrivi quello che hai raccontato all'inizio solo distrutto, ad esempio dove c'erano le palme o le capanne dei pescatori adesso non ci sono che rottami di legno...

    vedi la gente che galleggia nell'acqua, cerchi le persone che erano con te in viaggio, torni giù se l'acqua se ne è andata o vedi tu. Quando tutta l'acqua si ritira puoi andarle a cercare nei punti di raccolta e così via

    ovviamente è tutto da sviluppare

  • Anonimo
    9 anni fa

    12 Ottobre 2004. La tv parla di un tsunami proprio nel paese in cui abito io. Il vento soffia e io sono nella cantina di casa mia. Sono qui, al buio e non riesco a vedere niente. Mi sento sola e abbandonata e c'è solo il mio gatto che mi fa compagnia. Ecco, un'altro rumore rimbombare. Ho tanta paura, ma non morirò, lo so. Sono passati 20 minuti e si sente un silenzio costante. Ma ecco; è ritornata la luce. Credo che sia finito tutto, salgo le scale e... NIENTE, non c'è niente. Intorno è tutto vuoto e non c'è nessuno. Prendo il cellulare, ma non c'è campo. Corro a casa dei miei amici, ma niente. Non ci sono parole per descrivere il dolore e l'angoscia che sento. Ma ecco una piccola voce sotto una trave. Metto a terra il mio gatto e alzo la trave. Mi sbagliavo. Non era una persona, ma solo un piccolo gattino. Non lo lascio dicerto lì. Lo prendo e lo porto sulla spiaggia. Ecco il sole tramontare. Anche lui mi abbandona. Tutti mi hanno abbandonato. Ma ora devo pensare a me e ai miei gatti. Allora ho deciso; prendo un paglio di foglie di palma e le metto a terra. Prendo delle assi di legno e costruisco un recinto. Prendo dei cartoni e li metto sopra per fare un tetto. La notte si oscurata e ho freddo. Ho preso dei rami e li accendo. mi addormento ma alle 4 già sono sveglia. Ho tanta fame. Come faccio. Non posso uccidere degli animali. Non c'è la faccio. Ma ecco, vedo delle banane su un'albero. Ma non ci arrivo. Devo pensare a raccogliere qualcosa che si trova su un'albero più basso. Il mio gatto sta correndo verso un cespuglio. Chissà perchè. Lo seguo e mi porta da una siepe piena di bacche. Ne raccolgo qualcuna e la mangio. La fame è scomparsa, ma la sensazione di essere sola no. Non sò come passare il tempo. Ho solo un pensiero costante in mente: "Sono l'unica sopravvissuta". Niente mi afferma il contrario. Non sò come fare. Devo aspettare. Può darsi che qualcuno mi salverà. L'unica cosa che posso fare è aspettare. Ma non c'è la faccio.

  • E a un certo punto... Quando ero li sull'orlo della paura.. vidi quell'enorme massa d'acqua che sospingendosi.. verso L'orizzonte sommerse me e le tante persone che Al mio fianco gracidavano..Poi Fui sommerso! E il mio Ricordo Svanì nel nulla come se non ci fosse mai stato!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.