Il Papa e' povero perche' non possiede niente?

Questo e' quello che ho letto da parte di un cattolico che difendeva il papa durante gli attacchi all'ostentata ricchezza.

Potrebbe anche essere vero, magari e' tutto proprieta' della chiesa, ma ha senso?

Mi spiego meglio: la carica di papa e' a vita, per cui il papa avra' a disposizione questi beni vita natural durante. Senza parlare dei viaggi, delle vesti, dei regali, della servitu'.

E' povero un uomo che ha gente che gli cuoce il cibo e gente che glielo serve? E' povero un uomo che porta vesti sontuose anche se non sono sue? E' povero un uomo che fa la vita che fa il papa vita natural durante?

9 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Forse sono proprio io quello a cui ti riferisci.

    Penso però che non hai voluto comprendere ciò che ho scritto in altre occasioni:

    io, come cattolico, (e come me tantissimi) non accetteri che i re della terra vivano in palazzi lussuosi e il vicario di Gesù Cristo invece no.

    Supponi un attimo che Dio esista (visto che credo sia ateo o agnostico). Per te sarebbe più importante un re della terra o Dio? Se venisse a dormire da te un re certo gli daresti il migliore letto che possiedi, o sbaglio? Ebbene, perchè a Dio o al Suo vicario non dovresti fare altrettanto?

    Non è il papa che vuole quelle cose, sono il miliardo e passa di cattolici che vogliono questo (parlo dei cattolici veri, non quelli di facciata che vi fanno da altoparlante per gettare ancora più scompiglio nelle nostre fila). Ma nessuna paura: le forze degli inferi non prevarranno.

    Se tu sei un dirigente di una grande azienda non vestiresti in modo forbito per te stesso, ma per dovere di ufficio. Così è per il papa. Egli inoltre deve per forza di cose essere circondato da varie persone, dovendo "gestire" un gran numero si diocesi, sacerdoti, ecc. Non può certo mettersi a cucinare o a lavare per terra. Ha ben altro da fare. Un dirigente di azienda è circondato da tanti "servitori" eppure la massima azienda è un pulviscolo in confronto alle dimensioni della Chiesa nel mondo.

    La vostra riprensione mi sa tanto della storiella su San Giuseppe, la Madonna, Gesù Bambino e l'asinello.

    Se si metteva Giuseppe sull'asino e gli altri due a piedi, la critica:"Ecco, lui a cavallo ed una povera donna con bambino a piedi!", se saliva Maria e il bambino:"Ecco il povero vecchio a piedi e lei giovane e forte in sella", se salgono tutti e tre:"Non hanno pietà di quel povero animale!".

    Cercate in tutti i modi di attaccare la religione cristiana (specie cattolica) e non vi rendete conto che siete come quel boscaiolo che taglia il ramo su cui è seduto o quei parassiti che tanto agiscono da far morire l'orgnismo che li ospita e quindi muoiono essi stessi.

    Ricorda che dovunque hanno cercato di eliminare la religione cristiana le popolazioni invece di acquistare in dignità e ricchezza, sono divenute schiave e povere (la storia insegna)!

    Dimenticavo: anche Giuda si lamentò del fatto che la Maddalena avesse rotto un vaso di alabastro contenente un unguento molto prezioso e lo aveva versato sul capo di Gesù. Disse che con il denaro della vendita avrebbero potuto sfamare i poveri. Gesù lo riprese dicendo:" Lasciala fare perchè i poveri li avrete sempre con voi (come sempre predizione verificata, malgrado i tanti regimi liberatori delle società, la FAO ecc...) mentre me non mi avrete per molto". Si aggiunge nello stesso Vangelo che questo Giuda lo disse non perchè gli importava dei poveri, ma perchè gli interessavano i soldi (vendette Gesù per 35 monete d'argento)!

    Tu, che con la tua domanda sembri tanto caritatevole, ti preoccupi deii poveri? Quando incontri un mendicante gli dai qualcosa oppure ti trinceri sul fatto che non è un vero mendicante o che ci deve pensare lo stato?

  • No,è quello che sostengo io da una vita.Gli alberghi del vaticano non pagano l'ICI perchè sono "luoghi di culto",ma figuriamoci!Non hanno nemmeno una piccola cappella dentro.Trovo ingiusto che gli albergatori romani debbano pagare e il vaticano no.A te giudicare la veridicità delle fonti ma in numerosi siti ho trovato questo estratto:"Il papa non ha stipendio, ma può disporre di un fondo in euro presso l'istituto Opere di religione (la banca del Vaticano), di entità non precisata, e del vicarius Christi Fund, stanziato dalla confraternita dei Cavalieri di Colombo (un'associazione con sede a New Haven, Usa, e a Roma), pari a 2,5 milioni di dollari.

    Un cardinale percepisce 150.000 euro netti annuali, vale a dire 12.500 euro mensili, più il "rotolo cardinalizio" (somma derivante dalle rendite del Sacro Collegio Cardinalizio).

    Un vescovo guadagna 39.000 euro netti annuali, ovvero 3250 euro mensili, e in più gestisce il fondo spese stanziato per l'episcopato di competenza."

  • Roy
    Lv 4
    8 anni fa

    Il Papa è stata sempre una figura professionale ambita. Non capisco perchè Berlusconi dopo essersi dimesso come presidente del consiglio non sia voluto diventare papa. Ne aveva... le doti.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Se il Papa è povero Bill Gates è un barbone

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    c'è molta gente allora che vorrebbe essere povera

  • Anonimo
    8 anni fa

    il vaticano possiede le ricchezze e il papa con i suoi cardinali

  • Anonimo
    8 anni fa

    Da dati confermati dalla UE

    La chiesa romana risparmia ogni anno 2,2 miliardi di euro di ICI e altri 4 miliardi tra IVA, IRPEF e IRAP.

    115 000 immobili e 9 000 scuole:

    Una parte della Curia sfrutta la sua esenzione dalle imposte per fare concorrenza alle cliniche, alle scuole e agli alberghi che pagano regolarmente le tasse. Si consideri che Bruxelles è profondamente contraria alle manipolazioni della sacrosanta libera concorrenza, non finta.

    Ma a quanto ammonta il patrimonio del Vaticano? In mancanza di cifre reali – il Vaticano riesce, grazie al concordato, a sfuggire alla normativa catastale – restano le valutazioni approssimative.

    L’amministrazione del patrimonio della sede apostolica dimostra di essere estremamente modesta quando valuta questo patrimonio in 50 milioni di euro.

    Non solo si tratta di una cifra ridicola, ma non è neanche aggiornata, dato che ogni congregazione religiosa possiede un impero immobiliare in perenne rivalutazione.

    A Roma, ogni anno vengono stilati diecimila testamenti in favore del clero. Le stime non ufficiali danno come risultato un tesoro dal valore impressionante : 115.000 immobili, 9.000 scuole e più di 4.000 tra ospedali e istituti sanitari.

    I regali fiscali di Berlusconi

    Solo nella città eterna, il Vaticano possiede 23.000 tra terreni ed immobili, 20 case di riposo, 18 cliniche private e 6 ospizi. A titolo di esempio, il patrimonio di Propaganda Fide, la congregazione per l’evangelizzazione dei popoli, conta circa 9 miliardi di euro, ed è composto da sontuosi edifici in pieno centro a Roma, tra cui il magnifico palazzo che fa bella mostra di sè in Piazza di Spagna.

    “Lasciate che i pargoli vengano a me.” Una massima che il Vaticano applica alla lettera grazie all’appoggio del governo italiano. Per fare cosa gradita alla Santa Sede, il governo Berlusconi nel 2005 aveva esentato dalle imposte tutti gli immobili che appartenevano ad istituti no-profit. Una legge che favorisce le 214 colonie estive [di proprietà del Vaticano, N.d.T.] censite dalla Federazione degli albergatori italiani, il cui fatturato annuo sfiora i 700 milioni di euro.

    Business is business

    Non dobbiamo dimenticare il redditizio business del turismo religioso, che fa affluire nelle casse del Vaticano 4 miliardi di euro ogni anno. Per aumentare queste cifre, moltissimi conventi e seminari sono stati riconvertiti in alberghi o appartamenti la cui vendita e locazione frutta centinaia di migliaia di euro.

  • Myszka
    Lv 6
    8 anni fa

    Il papa non è povero e quella del tuo amico è una risposta capziosa tipica di chi cerca di arrampicarsi sugli specchi quando viene colto in castagna. La storia del papa povero perché di suo non ha nulla... ma che ca...ata.

  • Anonimo
    8 anni fa

    No....non è povero perché non abbia nulla di suo.....

    è povero perché non possiede nulla di suo....ma, nella sua condizione di Papa, e di Capo di Stato....ha la certezza di non morire di fame, la certezza che non gli possa mai mancare nulla....cibo, vestiti, assistenza sanitaria, etc......ma, dopo tutto....è anche ciò che è garantito ad ogni altro uomo politico, a partire dal nostro presidente della Repubblica e, scendendo....fino all' ultimo dei nostri " onorevoli " ...è forse una colpa ....?

    o, forse, mi sbaglio ....?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.