Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoPulizia e igiene · 9 anni fa

Pulire bene il pavimento 'COTTO D'ESTE', come fare?

Ho un problema: il mio pavimento cotto d'este assorbe ogni tipo di macchia: gocce, impronte della suola di scarpe ecc...

Ho provato con vari prodotti ma il pavimento risulta macchiato e sinceramente dopo averlo pagato una cifra non mi va di avere un pavimento pieno di segni sovrapposti.

Qualche prodotto o consiglio per eliminare tali segni?

Vi prego sono davvero indecenti!

10 punti assicurati al migliore.

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    dipende se è lucido o opaco... presumo opaco se dici che rimangono segni e macchie. Io a casa ce l'ho lucido ed è meglio, perché puoi usare qualsiasi detersivo.. ma di solito acqua e aceto, come detto anche sotto. Comunque ho trovato questo se ti può servire http://www.cottodeste.it/resources/manutenzionepul...

    La ceramica è uno dei materiali più semplici da pulire perchè meno delicati di altri tipi di pavimentazione come il marmo o il travertino o parquet. Proprio per questo, possono essere utilizzati anche prodotti aggressivi senza compromettere l’originale bellezza della piastrella.

    La monocottura, la bicottura ed il gres porcellanato sono materiali resistenti, igienici e facili da pulire e come già accennato, non richiedono particolari cure ma sono alcune elementari norme di pulizia.

    Per la pulizia ordinaria è bene usare prodotti in grado di eliminare eventuali macchie di sporco senza però intaccare la smaltatura superficiale: dicendo ciò è inutile dire che vanno evitate sostanza molto aggressive quali gli acidi.

    Usare, quindi, semplici prodotti adatti alla pulizia della ceramica diluiti con acqua, meglio se tiepida. In alcuni casi è consigliabile aggiungere una piccola quantità di cera alla soluzione d’acqua e detergente.

    Sostanze abrasive o strumenti per la pulizia quali spugne abrasive o spazzole eccessivamente dure sono sconsigliati in quanto potrebbero provocare graffi o segni impossibili poi da eliminare.

    La prima pulizia del pavimento in ceramica, invece, richiede un discorso a sè: il primo trattamento è un’operazione fondamentale per la futura bellezza della superficie calpestabile e per restare protetta a lungo.

    In questa fase si usano solitamente soluzioni formate da acqua ed acido muriatico in proporzione 3 a 1; ci sono indicazioni da non sottovalutare però: bagnare preventivamente le fughe tra le piastrelle per evitare che la sostanza acida attacchi la base cementizia e risciacquare immediatamente ed abbondantemente il pavimento dopo questo primo trattamento.

    La ceramica, quindi, è adatta ad ogni ambiante della casa anche per la sua facilità di pulizia oltre che le infinite soluzioni estetiche proposte dai tanti produttori di piastrelle.

  • Heaven
    Lv 5
    9 anni fa

    Cara amica, anch'io ho il tuo pavimento e il tuo stesso problema, purtroppo. Devo dire che, quando è pulito, è bello, ma purtroppo si macchia facilmente... come ti capisco! Anch'io ci ho sofferto molto, ho provato di tutto, ma è proprio il tipo di pavimento che è così, puoi provare qualsiasi soluzione (detergenti vari, acqua tiepida+ammoniaca+ deterg., niente ammoniaca, ma solo detergente, niente detergente e solo acqua calda... fai quello che vuoi), il pavimento resta sempre lo stesso: al momento, quando è pulito, è splendente, poi si macchia per niente, basta una goccia d' acqua o un'impronta di scarpe. Detto questo: io ho imparato a non farmene una malattia, primo consiglio che ti do è non fissarti. Accetta questa realtà. Secondo consiglio: nel passato (pur di non lasciarmi schiavizzare dal pavimento) avevo pensato che usare il mocio fosse più pratico e meno faticoso per me. Ho potuto constatare per esperienza che non è così. Al contrario, stavo ogni giorno con questo mocio in mano, perchè la verità è che la pulizia fatta con il mocio non è profonda e di conseguenza dura ancora meno che se fatta con il panno tradizionale o quello che preferisci (io uso Vileda e mi trovo bene). Ho trovato la mia pace con le macchie così: innanzi tutto lavo bene i pavimenti con lo spazzolone e il panno/pezza, ovviamente sempre pulito, metto acqua tiepida e un po' di detergente, uno vale l'altro, alla fine nessuno è l'ideale, si equivalgono. Detto questo, aggiungo che quando si fa una macchia di troppo prendo dello scottex (in casa ce l'ho sempre) e con un prodotto multiuso spray faccio così: spruzzo il multiuso sulla macchia e poi asporto con lo scottex. Così mi trovo bene: con il panno per i pavimenti la pulizia dura decisamente di più, mi stanco in realtà molto di meno che con il mocio (che mi innervosiva, mentre mi piace il lavaggio tradizionale) e per le macchie agisco al momento. (Proprio ieri mi è capitato che, avevo lavato al mattino, poi in giornata è venuta a trovarmi una persona e purtroppo i suoi scarponi hanno lasciato vistose impronte. Poichè non era una sola o due macchie, stamattina ho dovuto rilavare, pazienza...)

  • 9 anni fa

    il pavimento in cotto si pulisce bene con acqua calda e aceto

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.