Alex ha chiesto in Elettronica di consumoFotocamere · 8 anni fa

Il ColorChecker Passport è in grado di risolvere una dominante colore di un obiettivo?

Il ColorChecker Passport della X-Rite serve soprattutto quando si sviluppano i file RAW con i prodotti della Adobe proprio perchè non sono in grado di produrre i colori esattamente come fa un software proprietario.

Nella confezione c'è la tavolozza dei colori. Prendi la tua reflex e fai una foto ad essa. Apri il RAW con Adobe Camera Raw e bilanci il bianco sul quadrato che corrisponde al grigio 18% e salvi in formato DNG. Con un sofware in dotazione nella confezione converti il file DNG in un formato specifico che importerai su Adobe Camera Raw o Lightroom. Apri un RAW con ACR o LTR e importi il file creato nella sezione "calibrazione fotocamera" e lo rendi predefinito. Da ora in poi i file RAW saranno sviluppati con colori "quasi" simili al Picture Style NEUTRO on-camera.

Spesso capita che un obiettivo (soprattutto uno universale) abbia una dominante colore. Per esempio so che molti Sigma non recenti risaltano il giallo. Probabilmente anche i due Tamron 17-50 f/2.8 VC e non VC hanno una tendenza al giallo, mi pare di aver letto.

In ogni caso, secondo voi, il ColorChecker Passport è in grado di correggere un'eventuale dominante colore? Cosa ne pensate?

Grazie.

1 risposta

Classificazione
  • Dam
    Lv 6
    8 anni fa
    Migliore risposta

    in teoria ho idea che così facendo bilanceresti il programma (schermo) sulla dominante dell'obiettivo (obiettivo-macchina) cosa che penso sia lo scopo del programma stesso.

    se verifichi una dominante basta che crei un filtro personalizzato con photoshop e poi lo applichi.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.