Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 9 anni fa

devo rispondere a questa domanda sui batteri, mi aiutate?

devo fare una breve ricerca sull'importanza dei batteri per l'uomo, ho cercato su wikipedia e su internet in generale ma non ho trovato nulla. Magari su qualche libro o enciclopedia che voi avete riuscite a trovare qualcosa....

ringrazio moltissimo chi mi risponderà e mi scuso per il disturbo....

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    L'importanza dei batteri per l'uomo, a differenza della comune concezione, è ben dimostrata dalla presenza di un'abbondantissima flora batterica che vive letteralmente all'interno del nostro organismo, a livello del tratto gastrointestinale e delle prime vie aeree, e sulle superfici esterne del nostro corpo, quindi sulla cute.

    FLORA BATTERICA INTESTINALE E SUA IMPORTANZA

    1) A livello del tratto gastrointestinale, la flora batterica è estremamente importante, in quanto permette la digestione di molte molecole, che altrimenti non sarebbero digerite dall'uomo, in quanto non possiede gli enzimi necessari a questo; un esempio è la cellulosa contenuta negli alimenti vegetali che mangiamo.

    2) Inoltre, la flora batterica intestinale produce alcune vitamine molto importanti (es. vitamina K, importante per la maturazione dei fattori della coagulazione del sangue) ed alcuni aminoacidi essenziali per l'uomo (come l'arginina).

    3) Producono, inoltre, alcuni acidi grassi, come l'acido butirrico e propionico; il primo sembra avere un ruolo protettivo nella protezione del tumore del colon retto.

    4) Infine, i batteri endogeni dell'intestino umano prevengono l'infezione da parte di batteri esogeni patogeni, che potrebbero essere responsabili di quadri enteritici e colitici (questo è dimostrato dall'insorgenza di quadri diarroici a seguito di terapia antibiotica che uccide la flora endogena e permette la proliferazione di batteri enteropatogeni).

    Per quanto riguarda la flora batterica cutanea, essa sottrae il nutrimento ad altre specie batteriche patogene, produce sostanze antimicrobiche e riduce il pH cutaneo, impedendo dunque la colonizzazione da parte di specie batteriche patogene per l'uomo.

    Spero di averti dato una mano (dammi un po'di punti, nel caso^^)

    Fonte/i: Studente di medicina
  • Anonimo
    9 anni fa

    Non dimentichiamo i saprofiti (qll che si nutrono di materia organica morta o in decomposizione), quindi in grado di trasformare la materia organica in sostanze inorganiche, che essendo rilasciate nel terreno, verrano poi utilizzate dai vegetali per riprodurre le sostanze organiche cm il glucosio! Insomma senza qst microrganismi decompositori, le piante non potrebbero avere i sali minerali di cui hanno bisogno per crescere.. e di conseguenza anche gli eterotrofi (compreso l'uomo) non si nutrirebbero piu! (e tt un ciclo..)

  • 9 anni fa

    Ciao. Innanzitutto non tutti i batteri,contrariamente a quanto si pensa,sono patogeni ( cioè causano una malattia). Nell'organismo umano infatti, c'è un insieme di diversi batteri, localizzati in vari distretti corporei, che vivendo in un rapporto di mutualismo con l'uomo gli forniscono alcuni vantaggi. Questi microorganismi si trovano ad esempio sulla cute,nell'intestino,nel canale vaginale, e costituiscono una microflora essenziale per il nostro benessere. Essi infatti,svolgono un'azione competitiva con altri batteri potenzialmente patogeni, "difendendo il loro territorio" con sostanze che danneggiano i patogeni,evitando così che i batteri dannosi si insedino nel nostro organismo . Inoltre, come avviene per la microflora intestinale, i batteri ci aiutano ad assimilare meglio alcuni principi nutritivi e alcuni di essi sintetizzano sostanze fondamentali, come la vitamina K.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.