Anonimo
Anonimo ha chiesto in Elettronica di consumoElettronica di consumo - Altro · 8 anni fa

saldatore a stagno weller?

voglio acquistare un saldatore weller per piccole saldature, che mi consigliate?

Aggiornamento:

volevo sapere qualcosa sulla potenza (W) dei saldatori, quale farei meglio ad acquistare?

Aggiornamento 2:

un weller da 80W con punta fina come va?....scusate se insisto molto ma nn vorrei sbagliare l'acquisto

3 risposte

Classificazione
  • LINAC
    Lv 7
    8 anni fa
    Migliore risposta

    I saldatori Weller sono di meglio che il mercato offre; il modello più semplice, adegua la potenza e le temperatura di lavoro, in relazione alla punta installata.

    Io ne ho acquistato uno di recente, pagato la bellezza di 98€ e me lo hanno venduto con una punta da 40W-360°, che va più che bene nel 90% dei casi.

    Se sei uno che lo usa per diletto e non hai molta esperienza, ti consiglio la Ewig, che offre a prezzi più bassi una buona qualità.

    Saluti

    80W con punta fina? E' un controsenso.... se ti serve la punta fina, vuol dire che lavori su contatti piccoli, pertanto non hai bisogno di temperature troppo alte; inoltre, ammesso e non concesso che esista, una situazione del genere non farebbe altro che logorare eccessivamente la punta, in quanto non riuscirebbe a dissipare il troppo calore.

    Saluti

    @ mastro: lo so che i Weller hanno la particolarità della punta magnetica, ma solo loro..; apposta dicevo che 80W a punta fine è un controsenso: in altri saldatori con potenza fissa, ce la potresti anche installare una punta fina, ma le conseguenze saranno quelle che ho scritto.

    Saluti

  • 8 anni fa

    il più generico è il 60 W con punte intercambiabili. (80 Euro) Saldi di tutto, circuiti stampati e SMD,, con una buona pompetta pesante aspiri stagno e dissaldi.

    Difficoltà per cavi sopra 1,5 mmq su piedini TO-3, fino a piedini TO-3 va bene.

    Se proprio vuoi spendere e per piccole saldature prendi la stazione saldante ccon trasformatore e termstato regolabile (va su 350 EUro) per circuiti stampati e fino a piedini TO-220 e filo 0,75 mmq.

    per saldature più grosse coviene una pyropen a gas.

    L'80 W a punta fina va da Dio. Chi SA SALDARE usa la punta un poco più grossa perchè la massa termica scioglie meglio lo stagno e le saldature bagnano meglio. Ad es. io uso la 7, che è "grossa", e il rame "sùcchia" lo stagno.

    COmpralo, ti dura una vita. Prendi 3 punte e copri il 90% dei lavori di elettronica e piccola elettrotecnica (fino ai 2.5 mmq). Fai conto che ho buttato un Weller dopo 15 anni massacrato dal service esterno in tutti i cavoli di luoghi perchè un operaio ci ha camminato sopra con le scarpe da lavoro.

    @Linac: la punta fina si usura MOLTO di più, la ho data ai neofiti. Non si scalda troppo perchè ha il termostato magnetico all'interno.

    Io uso le 2 più grosse (circa 2 mm e circa 3,5 mm, vecchissima), si deve sapere come appoggiarla per non causare contatti fra piedini o fra piazzole.

    Fonte/i: Vari lustri di saldature con i Weller.
  • 8 anni fa

    weller è un'ottima marca

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.