Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 9 anni fa

Sto scrivendo libro, pareri?

Ciao a tutti :)

allora, sto buttando giù la trama di un libro, ma mi servirebbero dei pareri: vi metto uno stralcio per darvi un'idea del mio stile :) il libro potrebbe essere classificato come "fantasy" , ma è diverso dai fantasy tradizionali per ambientazione e contenuti!

Qualunque consiglio o critica è ben accetto, astenersi insulti;) Ricordate che questa è solo una prima stesura ovviamente da ricoreggere!

P.S. ho 17 anni

"Il sentiero proseguiva fino a una disordinata distesa di massi, ed era qua e là segnato da piccole pietre miliari, vecchie di secoli, unica traccia di civiltà in quel territorio selvaggio. La ragazza proseguì con passo con passo lento, scostando con gli stivali i piccoli sassi che ricoprivano lo sterrato. Ciò che vide, attraversato il mare di macigni, le infuse un senso di pace: un'enorme vallata verdeggiante si stendeva davanti a lei. Era una gola gigantesca, le cui pendici erano ricoperte di candidi prati, sottili come un manto di velluto. Una leggera brezza pungente stormiva silenziosa. All'orizzonte, si ergevano immense due colossali statue di antichi re dimenticati. Quei sovrani dal volto impassabile e severo aveva esteso i loro domini fin dove il sole sorgeva e fin dove il cielo stellato ricopriva tutto con il suo manto misericordioso. Ora le nebbie del tempo offuscavano i fieri e granitici volti di quei monarchi. Proseguendo nella silenziosa vallata, la ragazza si rese conto che oramai quelle ciclopiche statue significavano ben poco: nessun nome, nessuna gloriosa iscrizione ne ricordava le gesta; Erano solo dei silenziosi blocchi di pietra, attraversati da un debole vento che pareva un lamento. Il cielo si stava colorando di tinte gialle e arancioni, e il sole stava scomparendo dietro le perlacee colline...

cosa ne pensate?

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    allora, ecco la mia opinione. non avertene a male, ma si sa "1 critica vale più di mille complimenti"

    aparte orribili errori di distrazione (terza riga, hai scritto 2 volte "con passo"), mancano i pensieri del personaggio. quando entra in scena la ragazza, alla seconda riga, nessuno ti vieta di dirne il nome e (come ha detto l'utente sopra) il perchè si trova lì.

    quelle due statue ricordano assai quelle del signore degli anelli...inoltre posizionarle in mezzo ad una gola mi pare, oltre che impossibile, inutile. capirei due statue ai bordi di un enorme corso d'acqua (le colonne d'ercole per esempio) ma posate a casaccio in una gola mi viene solo il dubbio che lo scrittore voleva allungare il brodo...mi piacerebbe di sicuro sapere chi erano quei due re dimenticati, potresti dire che erano antichi sovrani di terre scomparse e le loro statue starebbero ad indicare i resti della loro città...

    dopo il punto e virgola non ci vuole la maiuscola, e alla prima riga quel "qua e là" ci stà davvero malissimo. piuttosto potresti dire "il sentiero serpeggiava fino ad una disordinata distesa di massi, tra i quali spuntavano, come colonne banche nel mare d'argento, antiche pietre miliari, vissute anni addietro quando ancora la via che portava a ******* (nome di una città) era battuta dai carri dei (nome di un popolo)"

    questo è un esempio, ma ci si può sbizzarrire. anche io mi stò dando da fare per un mio romanzo, cerca di metterci tutto te stesso e usa queste mie critich per migliorarti e non come un offesa personale, perchè io ho solo espresso il mio parere! eheh

    ti auguro di finire e di vederlo presto in libreria:)

  • 9 anni fa

    L'incipit è molto importante per attirare l'attenzione del lettore. Il tuo si dilunga un po' troppo nelle descrizioni. Qualche sforbiciata al paesaggio e una, magari sintetica, individuazione del personaggio (chi è la ragazza? perché si trova in quel sentiero selvaggio? qual è lo stato d'animo che la porta a isolarsi?) non guasterebbero. Ma hai solo 17 anni e, alla tua età, si tende a sovrabbondare.

    Sai scrivere, perciò finisci il tuo libro, lascialo riposare per un po', leggi, nel frattempo, qualche bel romanzo dello stesso genere, poi rileggi la tua opera e ti accorgerai da solo delle sue manchevolezze. Scrivere è un lavoro faticoso, che richiede tanta pazienza nella riscrittura.

  • Anonimo
    9 anni fa

    direi che è molto descrittivo! non è proprio il mio genere quello descrittivo ( ma è solo una mia opinione) ma devo dire che le ultime 4/5 righe sono molto belle :)

    p.s. il linguaggio suona molto come poetico

    Fonte/i: personali
  • 9 anni fa

    troppi aggettivi!

    x es silenziosi --> in silenzio

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.